Europei di Quidditch a Gallipoli

Si terrà tra pochi giorni a Gallipoli il principale torneo continentale di una nuova disciplina: 40 squadre da tutta Europa si sfideranno per l’European Quidditch Cup 2016, giunta quest’anno alla sua quarta edizione.

Il 16 e 17 Aprile nella splendida cittadina Jonica, si affronteranno le migliori formazioni d’Europa (scarica qui la Presentazione all’evento in pdf) che per la prima volta si contenderanno il titolo in Italia, cosi distribuite: 8 inglesi, 5 francesi,5 belga, 5 italiane, 3 tedesche, 3 turche, 3 spagnole, 2 norvegesi, 2 polacche,1 olandese, 1 austriaca, 1 irlandese,1 slovena.

I nostri colori saranno difesi da i Green Tauros Quidditch Torino, dai Milano Meneghins Quidditch, dai Virtute Romana, dagli Hinkypunks Bologna e dalla formazione di casa Lunatica Quidditch Club (Brindisi).

Il Quidditch è il primo sport ispirato da una saga di romanzi divenuto realtà. Creato nel 2005 al Middlebury College di Middlebury, Vermont (U.S.A.), ha subito conquistato tutti i college degli Stati Uniti e non solo.

Al contrario di quanto si possa pensare, quindi sono stati gli Stati Uniti la culla di questo sport e non il Regno Unito dove invece è ambientato il romanzo, nei college infatti, molti ragazzi non riescono ad entrare nelle rispettive squadre di Football americano, cercano cosi, dei ripieghi simili, ed hanno trovato nella trasposizione reale di questo gioco (molto fisica), quasi simile al rugby, una valida alternativa.

In pochi anni sbarca in Europa diffondendosi velocemente, in primis nel Regno Unito e a seguire nel resto Europa.

In Italia approda nel 2011 con la creazione delle prime squadre non ufficiali, per poi concretizzarsi nel 2013 con la nascita dell’Associazione Italiana Quidditch, che attualmente conta circa venti squadre attive in tutto il territorio italiano.

Nella pratica il Quidditch è uno sport misto e di contatto. Si gioca in un campo ampio 77×44 metri, con tre anelli per parte posti a tre diverse altezze. Ci sono 3 tipi di palloni in gioco: una Pluffa (pallone da volley), tre bolidi (palloni da Dodgeball) e un boccino (palla da tennis in un calzino). Ogni squadra schiera 7 atleti che dovranno giocare con una scopa tra le gambe per tutta la durata della partita: tre cacciatori hanno il compito di segnare i punti con la Pluffa (10 punti per ogni goal), un portiere difende gli anelli dagli attacchi avversari, due battitori mettono fuori gioco gli avversari colpendoli con i bolidi ed un cercatore ha il compito di catturare il boccino (30 punti per la cattura, che mette fine alla partita). Il boccino viene messo a mo’ di coda dietro un atleta imparziale generalmente vestito di giallo: il boccinatore.

Superando la scorsa edizione di Oxford, dove si scontrarono 32 squadre, l’EQC16 sarà l’evento Quidditch più grande di sempre in Europa, secondo solo alle edizioni americane della ormai ex World Cup, che portare nell’incantevole cornice di Gallipoli circa 600 atleti da tutta Europa.

Tags:


Commenti

commenti