Connect with us

Appuntamenti

Europei di Quidditch a Gallipoli

Tutti sulle scope per lo sport ideato dalla Rowling nella saga del mago Harry Potter

Pubblicato

il

Si terrà tra pochi giorni a Gallipoli il principale torneo continentale di una nuova disciplina: 40 squadre da tutta Europa si sfideranno per l’European Quidditch Cup 2016, giunta quest’anno alla sua quarta edizione.

Il 16 e 17 Aprile nella splendida cittadina Jonica, si affronteranno le migliori formazioni d’Europa (scarica qui la Presentazione all’evento in pdf) che per la prima volta si contenderanno il titolo in Italia, cosi distribuite: 8 inglesi, 5 francesi,5 belga, 5 italiane, 3 tedesche, 3 turche, 3 spagnole, 2 norvegesi, 2 polacche,1 olandese, 1 austriaca, 1 irlandese,1 slovena.

I nostri colori saranno difesi da i Green Tauros Quidditch Torino, dai Milano Meneghins Quidditch, dai Virtute Romana, dagli Hinkypunks Bologna e dalla formazione di casa Lunatica Quidditch Club (Brindisi).

Il Quidditch è il primo sport ispirato da una saga di romanzi divenuto realtà. Creato nel 2005 al Middlebury College di Middlebury, Vermont (U.S.A.), ha subito conquistato tutti i college degli Stati Uniti e non solo.

Al contrario di quanto si possa pensare, quindi sono stati gli Stati Uniti la culla di questo sport e non il Regno Unito dove invece è ambientato il romanzo, nei college infatti, molti ragazzi non riescono ad entrare nelle rispettive squadre di Football americano, cercano cosi, dei ripieghi simili, ed hanno trovato nella trasposizione reale di questo gioco (molto fisica), quasi simile al rugby, una valida alternativa.

In pochi anni sbarca in Europa diffondendosi velocemente, in primis nel Regno Unito e a seguire nel resto Europa.

In Italia approda nel 2011 con la creazione delle prime squadre non ufficiali, per poi concretizzarsi nel 2013 con la nascita dell’Associazione Italiana Quidditch, che attualmente conta circa venti squadre attive in tutto il territorio italiano.

Nella pratica il Quidditch è uno sport misto e di contatto. Si gioca in un campo ampio 77×44 metri, con tre anelli per parte posti a tre diverse altezze. Ci sono 3 tipi di palloni in gioco: una Pluffa (pallone da volley), tre bolidi (palloni da Dodgeball) e un boccino (palla da tennis in un calzino). Ogni squadra schiera 7 atleti che dovranno giocare con una scopa tra le gambe per tutta la durata della partita: tre cacciatori hanno il compito di segnare i punti con la Pluffa (10 punti per ogni goal), un portiere difende gli anelli dagli attacchi avversari, due battitori mettono fuori gioco gli avversari colpendoli con i bolidi ed un cercatore ha il compito di catturare il boccino (30 punti per la cattura, che mette fine alla partita). Il boccino viene messo a mo’ di coda dietro un atleta imparziale generalmente vestito di giallo: il boccinatore.

Superando la scorsa edizione di Oxford, dove si scontrarono 32 squadre, l’EQC16 sarà l’evento Quidditch più grande di sempre in Europa, secondo solo alle edizioni americane della ormai ex World Cup, che portare nell’incantevole cornice di Gallipoli circa 600 atleti da tutta Europa.

Appuntamenti

Parte il Kascignana Music Fest

L’evento organizzato da Arci Lecce e comune di Castrignano de’ Greci raddoppia: due serate a partire da oggi

Pubblicato

il

Arci Lecce, in collaborazione con il comune di Castrignano De’ Greci, presenta la terza edizione del “”, che quest’anno raddoppia e porta in rassegna due serate.

Il festival castrignanese l’11 Agosto ospiterà nell’area dei Giardini Unicef “Aylan Kurdi”, il concerto gratuito degli “” e lunedì 12 Agosto andranno in scena Cesare Dell’Anna & GirodiBanda per la prima volta insieme ‘O ZULU, ex front man dei .

Domenica 11 alle ore 19.30 il festival prenderà il via con la sfilata eco-friendly che attraverserà le strade del paese a ritmo di strumenti musicali costruiti con materiali di riciclo.
Il progetto nasce nell’ ambito del “Kascignana Kids”, laboratorio ludico-ricreativo in programma dall’ 5 al 9 agosto, organizzato in collaborazione con il progetto Siproimi di Castrignano De’ Greci, l’Associazione Sportiva “Body Run” e l’associazione “L’isola del Sapere”.

A seguire un incontro dedicato al ruolo della cultura come strumento per costruire un’identità collettiva, essenziale alternativa alla bruttezza del mondo contemporaneo.
Il dibattito vedrà la partecipazione di Loredana Capone (assessore regionale allo Sviluppo economico e all’Industria Turistica e culturale) Davide Giove (presidente Arci Puglia) Roberto Casaluci (Sindaco di Castrignano de’ Greci), Fabio Pollice (neo Rettore dell’Università del Salento), Franco Ungaro (Direttore artistico di AMA) e Pietro Valenti (direttore di ERT) e con la straordinaria partecipazione di Luca Casarini (capomissione della Mar Jonio – ONG Mediterranea).

A partire dalle 23 l’atteso concerto dei The Zen Circus che porteranno sul palco 20 anni di successi.
Andrea Appino e compagni faranno ballare e cantare ripercorrendo i brani che hanno fatto da colonna sonora a generazioni di ragazzi eroi e ragazze eroine. Dopo Sanremo ed il primo disco d’oro, unica data pugliese del tour per poi prendere pausa dai palchi a tempo indeterminato.

Ad aprire il concerto dei The Zen Circus, il gruppo romano dei Beer Brodaz, famosi per i loro live sempre unici e imprevedibili e per la comicità dissacrante con cui raccontano e cantano gli aspetti quotidiani della loro generazione.

Tra le iniziative in programma la donazione di Arci Lecce, alla comunità di Castrignano de’ Greci, del mosaico “Venti di libertà” realizzato dalla maestra di arti musive Donatella Nicolardi e dai beneficiari dei progetti Siproimi e dedicato a Carola Rackete, capitano della Sea Watch 3.

Una terza edizione ancora più ricca. Il festival prosegue il 12 Agosto con il live di Cesare Dell’Anna & GirodiBanda accompagnati da un’ospite d’eccezione. O’Zulu, ex frontman dei 99 Posse ritornato sulla scena musicale con la pubblicazione del secondo album da solista “Bassi per le masse”, salirà per la prima volta sulla tradizionale cassarmonica con il trombettista salentino.
Un progetto inedito in cui i testi della trentennale carriera di ‘O ZULU si mescoleranno con gli arrangiamenti Cesare Dell’Anna e i brani dell’ultimo disco “Guerra” targato GirodiBanda.

Per l’intera durata della manifestazione saranno esposti i lavori artigianali realizzati dai ragazzi richiedenti asilo nell’ambito dei laboratori artistici all’interno dei progetti di accoglienza di Arci Lecce e ampio spazio sarà dedicato alle produzioni di artigiani locali.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Una serata con Nino Frassica

Show ironico e coinvolgente, un viaggio musicale tra concerto e cabaret

Pubblicato

il

Evento di spicco nell’ambito di “Musica a #SudOvest”, rassegna musicale sotto le stelle dell’Antica Masseria Li Sauli di Galipoli.

Domani sera, 12 agosto, sul palco arriva uno show ironico e coinvolgente, un viaggio musicale tra concerto e cabaret, durante il quale si ricordano le canzoni più belle, i varietà tv più visti ma soprattutto si canta insieme.

Una grande festa d’estate in un luogo incantevole, con un lungo repertorio di brani reinterpretati da uno dei più grandi rappresentanti della comicità italiana: Nino Frassica, accompagnato da Los Plaggers Band.
I Los Plaggers sono una band formata da sei musicisti; il nome Plaggers è una fusione tra Platters e plagio. Lo show è un originalissimo e coinvolgente viaggio musicale per oltre due ore di concertocabaret. Una grande festa, un’operazione di memoria musicale con un repertorio formato da oltre cento brani rivisti e corretti, in cui canzoni famosissime, pur mantenendo la propria identità, sono tagliate e ricucite alla maniera di Frassica.

Verranno presentati brani come “Cacao Meravigliao”, “Grazie dei Fiori bis” o come “Viva la mamma col pomodoro” al quale verranno aggiunti “Viva la pappa col pomodoro”, ma anche “Mamma mia dammi cento lire” e sigle d’altri tempi come “Portobello” o le musichette della pubblicità; e ancora “Campagna” diventa “Voglio andare a vivere con i cugini di campagna”, e poi “Siamo donne” che si conclude con “Donna a Surriento”, “Neri per sempre”, “Tuca tuca”.

Ingresso con biglietto, prevendite allo 0833.201536 – 347.3275205

Continua a Leggere

Appuntamenti

A San Cassiano arriva Mogol

Cresce l’attesa per la serata in compagnia del grande autore che racconterà se stesso e non solo

Pubblicato

il

Arriva l’ospite più atteso dell’estate a San Cassiano: Mogol. L’appuntamento con Giulio Rapetti, – paroliere, produttore discografico e scrittore oltre che presidente della Siae – è in programma domani, lunedì 12 agosto in piazza Cito, alle 21.

L’appuntamento con Giulio Rapetti, – paroliere, produttore discografico e scrittore oltre che presidente della Siae – è in programma domani, lunedì 12 agosto in piazza Cito, alle 21.

Un viaggio nella musica dalla sua viva voce con il racconto della sua carriera, dalla vittoria al Festival di Sanremo nel 1961 al sodalizio con Lucio Battisti, dalle canzoni indimenticabili scritte a quattro mani al suo impegno nel sostenere i giovani talenti.

523 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, testi indimenticabili, combinazioni di melodie tra musica e parole per un artista che, grazie al suo impegno verso le nuove generazioni, ha consentito la formazione a 2500 musicisti.

Accompagnato da Michele Cortese (voce), Daniele Vitali (pianoforte) e Davide Sergi (chitarra) nella serata di parole e musica condotta dal giornalista Giovanni Delle Donne, Mogol racconterà tra aneddoti e ricordi come sono nati i suoi capolavori. Un viaggio appassionato tra i successi di Lucio Battisti, Mina, Adriano Celentano, Tony Renis, Bobby Solo, Mango, Riccardo Cocciante, Gianni Bella, Lucio Dalla, Tenco, David Bowie e tanti altri.

Definito il “più grande poeta della musica italiana”, Mogol che il 17 agosto festeggerà 83 anni, racconterà al pubblico la sua incredibile carriera di autore, senza mai rinunciare ai riferimenti al mondo del cinema e agli interessi per la salvaguardia dell’ambiente.

“Siamo davvero felici di ospitare l’artista che con le sue parole ha regalato e continua regalare grandi emozioni, afferma il sindaco di San Cassiano Gabriele Petracca. “Il suo mestiere di vivere la vita è lo spartito emozionale di molte generazioni. La scelta di Mogol si inserisce nella programmazione nuova che vogliamo offrire ai nostri cittadini: percorsi e incontri con i grandi nomi che hanno fatto la storia della musica”.

L’evento, gratuito, è aperto a tutti.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus