Giovani imprenditori a scuola

È entrato nel vivo il progetto formativo gratuito ATTIVAmente sulla diffusione della cultura d’impresa nelle scuole. Il progetto, giunto alla terza edizione, è stato scelto dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecce quale best practice per la promozione presso le giovani generazioni dei temi dell’economia, dell’imprenditorialità, dell’etica d’impresa e dell’innovazione, all’interno delle attività del Novantennale. ATTIVAmente è ideato e curato da Attiva Energia, un’azienda del territorio che si occupa da 20 anni della vendita di gas metano in Puglia. Nelle edizioni precedenti ha visto il coinvolgimento di più di 300 studenti delle scuole secondarie di Lecce, Nardò e Casarano.

Il progetto quest’anno verrà sviluppato presso l’Istituto tecnico De Viti De Marco di Casarano, nel quale il Gruppo Giovani di Confindustria Lecce ha già una rappresentanza nel Comitato tecnico scientifico per ottemperare alle richieste di supporto delle imprese sull’alternanza scuola lavoro.

L’attività formativa accompagna i ragazzi di primo e secondo superiore all’alternanza. Il progetto dura un biennio e a partire dal 1° aprile, coinvolgerà gli studenti con cadenza bisettimanale in laboratori di coding (a cura di Digital Champion), laboratori di making e stampa 3d (a cura di FablabLecce), lezioni di educazione finanziaria (a cura del dottor Cacciapaglia di Banca Generali), lezioni su responsabilità sociale d’impresa (a cura di Attiva Energia), visite in azienda e interviste a imprenditori di prima, seconda e terza generazione, fino alla creazione di un modello di business partendo da un’idea concettuale e, tramite piccoli passi, arrivare ad analizzare la fattibilità economica dell’idea progettuale.

Alessio Tundo

Il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecce”, afferma il presidente Alessio Tundo, “ha condiviso da subito le finalità del progetto ATTIVAmente, poiché si tratta di un percorso ad alto valore aggiunto, che punta a sviluppare nei ragazzi competenze trasversali a supporto delle scelte professionali future. ATTIVAmente è un vero e proprio cammino di crescita e di orientamento, nel quale come giovani imprenditori possiamo supportare gli studenti a immaginare e progettare il loro futuro, dando il giusto valore alla cultura del lavoro e fornendo esempi di tante realtà aziendali locali in cui saper fare, qualità e innovazione sono fondamentali fattori critici di successo”.

Il progetto guida gli alunni a valorizzare le proprie capacità e i propri interessi, favorendo un orientamento che garantisca la realizzazione del potenziale personale e professionale. ATTIVAmente stimola il senso di iniziativa e l’imprenditorialità, cioè la capacità di tradurre le idee in azione, una delle competenze chiave previste dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo; fornisce gli strumenti per orientarsi con consapevolezza nella scelta del proprio percorso futuro; rafforza le conoscenze in ambito economico e finanziario.

Il progetto è multidisciplinare e le attività, sia teoriche, sia pratiche, si articoleranno in moduli di lezione con docenti esterni. Si porteranno in aula esperti d’azienda che, con le loro testimonianze, susciteranno interesse e infonderanno motivazione, risvegliando il desiderio di apprendere e di impegnarsi per il proprio futuro. Il progetto rispetta in pieno le direttive del MIUR, dell’iniziativa Programma il Futuro – che fa parte de #labuonascuola – con l’obiettivo di fornire agli istituti scolastici una serie di strumenti semplici, divertenti e facilmente accessibili per formare gli studenti ai concetti di base dell’informatica.

Attiva è un azienda da diversi anni impegnata in azioni di responsabilità sociale d’impresa, che porta la propria esperienza ed energia nelle scuole della provincia di Lecce. Attiva crede nei giovani e investe sul loro futuro e sulla loro formazione; desidera offrire strumenti utili nel mondo del lavoro e opportunità di crescita alle nuove generazioni che hanno bisogno di guardare con fiducia al futuro. Attiva vuole essere soggetto attivo del miglioramento del territorio nell’interesse dei ragazzi, che sono il #futuro e nei confronti dei quali sente di avere una grande responsabilità. Lo staff di Attiva è costituito al 50% da giovani al di sotto dei 35 anni, di cui il 60% donne. Un’impresa del territorio può davvero fare la differenza.

Tags:


Commenti

commenti