Il Premio Barocco premia le donne

Powered by WP Bannerize

Procedono, a ritmo incalzante, i lavori per l’edizione numero 47 del Premio Barocco. L’evento storico del patron Fernando Cartenì, come per l’edizione 2015, si terrà nell’affascinante scenario del Castello angioino di Gallipoli e vedrà un piacevole alternarsi di momenti di spettacolo e premiazioni di personalità del mondo della cultura, dell’arte, dello spettacolo, il tutto sotto la pregevole direzione del giornalista Rai Francesco Giorgino.

Tra i nomi dei premiati, oltre al pacifista Gino Strada, fondatore di Emergency, e al noto giurista Victor Uckmar, emergono quelli di Simona Cavallari e della storica azienda italiana Luisa Spagnoli.

Simona Cavallari, attrice romana, volto noto del grande schermo e di numerose fiction televisive, riceverà la Galatea Salentina per il cinema. Numerose le pellicole che l’hanno vista protagonista, tra le quali la sua partecipazione al Festival di Cannes con il film “Il sogno della farfalla” di Marco Bellocchio. Tra le sue interpretazioni televisive più note, la ricordiamo in La Piovra 4, Il capo dei capi, Squadra antimafia, Il commissario Montalbano.

09simona_cavallariLa Galatea Salentina per la moda e per il made in Italy, invece, sarà consegnata al brand Luisa Spagnoli. L’azienda, frutto dell’impegno appassionato di quattro generazioni di imprenditori, già nel 1928 segnava un punto fermo nel mondo della moda, grazie allo spirito imprenditoriale di Luisa. Non a caso, risale a pochi mesi fa la miniserie televisiva targata Rai che ha visto Luisa Spagnoli protagonista, registrando un grande successo di pubblico e di critica, quale esempio di coraggio da parte di una donna che ha segnato la storia dell’imprenditoria del nostro Paese.

A ritirare la Galatea Salentina, sul palco del Premio Barocco, Nicoletta Spagnoli, attuale Presidente e Amministratore delegato dell’azienda.

Due grandi nomi per due grandi donneil commento del presidente Andrea Cartenìche, grazie alla propria forza di volontà hanno saputo distinguersi e farsi valere nel mondo del lavoro, facendo di sé un esempio e un punto di riferimento per altrettante donne e lavoratrici”.

Tags:

Powered by WP Bannerize


Commenti

commenti