In bici “Verso il Sud”

Powered by WP Bannerize

“Facciamo un viaggio a ritroso, un viaggio che ci riporti a casa, ripercorrendo al contrario il tragitto che ci ha portato lontano. Un viaggio che ci conduca verso il sud più a sud al quale apparteniamo e dal quale siamo partite!”.

È nato così, dall’incontro di tre menti nostrane residenti a Granada accomunate da una forte nostalgia di casa e delle sue tradizioni, Hacía el Sur (in spagnolo “Verso il Sud”). Un viaggio nel Salento, con metodi alternativi, ecologici e accessibili a gran parte della popolazione: un viaggio in bicicletta.

Il “giro” toccherà i punti nevralgici del Tacco d’Italia, partendo da Sava verso Santa Maria di Leuca, per poi da lì ripartire in direzione Lecce. 170 Km suddivisi giornalmente, lasciando spazio ad interviste ai residenti (secondo tematiche ben precise), a sagre, a feste, ad incontri con la popolazione volti a dibattiti costruttivi nel tentativo di recuperare e abbellire la nostra provincia, che lentamente viene stravolta.

Partenza fissata per giovedì 11 agosto, come detto da Sava, nel tarantino, e prima tappa San Pietro in Bevagna, per raggiungere poi venerdì 12 Porto Cesareo. Da li si scende per Gallipoli (sabato 13), Pescoluse (domenica 14) e Leuca (lunedì 15). Poi si risale verso nord passando per Tricase Porto (martedì 16), Otranto (mercoledì 17), Sant’Andrea e Torre dell’orso (giovedì 18) e infine Lecce venerdì 19.

Il programma potrà subire variazioni dovute ad imprevisti.

L’iea di viaggio è semplice ed ecosostenibile: pernottamento in tenda, in campeggi abilitati o spiagge; soste in osterie e agriturismi e visita alle tradizionali sagre popolari, con degustazione dei prodotti tipici e del buonissimo Negramaro.

Approfittando del mese di agosto, periodo dell’anno in cui la provincia di Lecce offre un ricco programma di sagre; in cui ogni paese organizza diversi tipi di attività, dalla degustazione di vini alla ”festa dell’Orecchietta”, dalla “sagra del porco Pri Pri”, alla “festa del Pesce Fritto”. Il tutto accompagnato dalla peculiare musica della Pizzica.

Questa avventura sarà documentata a 360 gradi con il fine di pubblicare un video documentario.

13240773_1016179861798918_8914173711872756964_nToccheremo diverse tematiche”, spiegano le organizzatrici, “dalle più frivole come feste e sagre di paese, alle più serie come il referendum sulle trivellazioni. Ascolteremo i pareri degli abitanti del posto, dei turisti e delle persone che vorranno contribuire con il loro punto di vista dando un’idea generale della situazione attuale. Le interviste saranno in italiano con alcune parti in dialetto salentino e in spagnolo, accompagnato con rispettivi sottotitoli. La scelta del dialetto è dovuta ad un’idea di “autenticità”: le persone intervistate, soprattutto quelle anziane, devono avere il diritto di esprimersi nel modo più naturale, per sentirsi a proprio agio raccontando aneddoti personali. Questa nostra idea”, raccontano, “è stata resa possibile da autofinanziamenti ottenuti con i nostri prodotti “hacìa el sur”, fatti interamente a mano da noi, e grazie, soprattutto, al supporto dei nostri amici e familiari che hanno creduto in noi. Di rilevante importanza per questo progetto è stato Pasquale Fornari proprietario del negozio Eurobike presso Sava, che sin da subito si è “innamorato” del progetto e ci ha dato preziosi consigli tecnici oltre che tutta l’attrezzatura. Potete cosi seguirci attraverso la nostra pagina ufficiale Facebook “Hacia el Sur”, concludono, “dove quotidianamente pubblichiamo foto, attività e punti d’incontro con le persone che volessero raggiungerci e conoscerci la sera. Il nostro percorso sarà “povero” per le modalità di viaggio, ma ricco nei contenuti e avventure”.

Chiunque volesse unirsi a loro, può farlo contattandole proprio dalla pagina Facebool “Hacia el Sur”.

Tags:

Powered by WP Bannerize


Commenti

commenti