Connect with us

Appuntamenti

Lo scrittore Giovanni Nucci vince il “Premio Iolanda”

La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato 7 luglio a Tricase, nella storica sede di Palazzo Gallone.

Pubblicato

il

Lo scrittore romano Giovanni Nucci con il libro “E due uova molto sode” si aggiudica la prima edizione del “Premio Iolanda”, il riconoscimento letterario assegnato al miglior libro di cucina e di ricette. Lo scrittore è stato scelto all’interno della terna finalista composta da Eleonora Matarrese con il libro “La cuoca selvatica” , Toto Bergamo Rossi e  Lydia Fasoli, autori dell’opera “L’arte di vivere a Venezia”.  La cerimonia di premiazione si è tenuta sabato 7 luglio a Tricase, nella prestigiosa sede di Palazzo Gallone.

 

Istituito in collaborazione con il Comune di Tricase, il premio nasce da un’idea di Vera Slepoj e Davide Paolini che, insieme alla famiglia Giaccari, hanno avuto l’intuizione di creare per la prima volta un premio nazionale dedicato alla letteratura dell’arte culinaria per valorizzare la grande tradizione della cucina italiana e celebrarne quelle ricette tramandate e custodite gelosamente di generazione in generazione.

Ad ispirare il premio è infatti la signora Iolanda, un’istituzione della tradizione culinaria popolare dell’entroterra salentino, la cui passione per la cucina ebbe inizio all’età di sette anni, quando cominciò a cucinare nelle feste e per le famiglie del Salento. Una passione rimasta costante nel tempo, tanto che oggi, passati gli ottant’anni, la signora Iolanda cucina ancora nella celebre trattoria che porta il suo nome.

“Non è stato facile scegliere un unico vincitore all’interno della terna finalista – ha affermato il presidente del premio e della giuria Vera Slepoj – ma alla fine abbiamo deciso di premiare il libro di Giovanni Nucci per la sua capacità di analizzare, attraverso una raccolta di racconti, l’animo umano e le sue diverse sfaccettature grazie ad un ingrediente comune come le uova.”

I tre finalisti sono stati scelti dopo una lunga selezione di opere dedicate all’arte culinaria, realizzate da autori viventi di nazionalità italiana, pubblicate per la prima volta in Italia nel periodo compreso tra marzo 2016 e marzo 2018. Al vincitore è stata assegnata un’opera bronzea realizzata per l’occasione dal maestro Gianni Cudin.

Le opere sono state esaminate da giurie di merito, composte da umanisti, giornalisti, attori e intellettuali. Tra i membri – oltre naturalmente a Vera Slepoj e Davide Paolini, vi sono personalità ed eccellenze italiane legate al mondo della cultura e del food, come Stefano Zecchi, Marina Valensise, Catena Fiorello, Silvio Perrella, Gianarturo Ferrari, Francesco Giaccari, Andy Luotto, Benedetto Cavalieri, Giuseppe Da Re, Carlo Cambi, Andrea Grignaffini, Laurent Chaniac, Cettina Fazio Bonina, Bruno Cossio.

Appuntamenti

Alla Notte della Taranta con le Ferrovie Sud Est

Oltre 43mila posti offerti, quasi 27 mila in treno e 18 mila in bus

Pubblicato

il

Sono oltre 43mila i posti (quasi 27 mila in treno e 18 mila in bus) offerti quest’anno da Ferrovie del Sud Est per raggiungere il Concertone Finale de “La Notte della Taranta”, in programma a Melpignano sabato 24 agosto.

Da metà pomeriggio, fino all’alba di domenica, treni straordinari con partenze da Lecce, Maglie, Nardò e viceversa.

Corse dirette in bus da Otranto, Maglie, Poggiardo e Tricase e collegamenti in bus anche da Alliste – Posto Rosso, Gallipoli e San Foca.

Al ritorno, tutti i bus diretti a Otranto, Poggiardo, Tricase, Alliste – Posto Rosso, Gallipoli e San Foca partiranno dal Megapark di Maglie. A partire da mezzanotte e mezza sarà operativo un servizio navetta tra Melpignano e il Megapark, con frequenza ogni dieci minuti, fruibile con il biglietto di ritorno.

Da quest’anno si potrà raggiungere il Concertone di Melpignano da tutta Italia. L’offerta Notte della Taranta 2019 prevede coincidenze a Lecce con le Frecce e i treni regionali di Trenitalia. Sarà così possibile acquistare il biglietto in un’unica soluzione, su tutti i canali di vendita Ferrovie del Sud Est e Trenitalia.

Per evitare intasamenti e ingorghi la Prefettura di Lecce, Comitato operativo per la viabilità provinciale, consiglia di raggiungere Melpignano tra le 17 e le 19.

Ferrovie del Sud Est ricorda che è consentito salire a bordo dei treni e dei bus solo se muniti di biglietto. Si consiglia di provvedere in anticipo all’acquisto anche per il ritorno. Per maggiori informazioni fseonline.it, trenitalia.com e le locandine in allegato.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Pinuccio da Striscia la Notizia a Miggiano

Nell’ambito della rassegna letteraria “Miggiano si Libra”, sabato 24, alle 21

Pubblicato

il

Sabato 24 agosto, alle 21,oo, in via Roma, a Miggiano, nell’ambito della rassegna letteraria “Miggiano si Libra”, va in scena Pinuccio, di Striscia la Notizia.

Pinuccio, all’anagrafe Alessio Giannone, laureto in legge, attore e regista è diventato famoso grazie alla vetrina di Striscia ed alle sue improbabili telefonate che imperversano sul web e vengono spesso usate dalle trasmissioni televisive nei talk politici.

Divertimento assicurato per quanti vogliono trascorrere una serata all’insegna della satira pungente ed in allegria.

Continua a Leggere

Appuntamenti

De Santis: “Pienone negli alberghi per la Notte della Taranta”

Pubblicato

il

Come riportato da “Il Sole 24 ore”, il presidente di Federalberghi Lecce Raffaele De Santis ha evidenziato che si registra il tutto esaurito nelle strutture alberghiere del Salento nella settimana del Concertone de La Notte della Taranta.

Secondo i dati fornit, infatti, dal 19 al 25 agosto c’è un aumento di prenotazioni nelle strutture ricettive  salentine. “Questo dato, spiega Raffaele De Santis presidente di  Federalberghi Lecce, è parzialmente in controtendenza rispetto alla lieve flessione di richiesta turistica che si è registrata quest’anno nel periodo estivo. Non solo pienone dunque nella settimana clou dell’evento di Melpignano,  ma anche un nuovo dato che riguarda i turisti stranieri. Oltre alle consuete presenze dall’Europa e in particolare da Francia e Germania, nel 2019  aumentano le presenze da America, Australia e Cina”.

Il dato complessivo conferma quanto già evidenziato dal rapporto realizzato da CISET (Centro internazionale di studi sull’economia turistica) insieme a Confcommercio Iatlia e Agis: “Gli effetti della Notte della Taranta sulla ricettività sono quindi percepiti soprattutto nell’appuntamento del concertone finale, che è segnalato da quasi la metà degli operatori del Salento come ragione di aumento delle prenotazioni”.

Dallo stesso rapporto emerge che in ciascuna edizione, a partire da una spesa diretta dei visitatori sul territorio pari a 16,8 milioni € (di cui 13 milioni nei servizi), si generano 6 milioni € di valore aggiunto nel territorio. A fronte di un budget di circa 1,2 milioni di Euro speso nell’organizzazione di ciascuna edizione, ogni euro investito nell’evento produce 14 Euro di spesa dei visitatori, per 5 Euro di valore aggiunto.

Spesa degli spettatori in loco: € 16,8 milioni totale, di cui € 13,4 milioni per servizi; € 3,4 milioni per beni

Valore aggiunto prodotto dalla spesa degli spettatori in loco: € 6,3 milioni totale; € 5,8 milioni per servizi e € 540 mila per beni.

Cecilia Leo

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus