Mamma Mmeli trova la zzita allu masciu

Powered by WP Bannerize

Volge al termine il Carnevale de na fiata a Tricase.

Domani, martedì 28 febbraio, con partenza da  “Piazza Cardinale Panico” alle 15, i diversi rioni e le diverse frazioni tutti insieme in nella grande festa finale del carnevale cittadino. Dopo la lunga parata in maschera, via al raduno generale in Piazza Cappuccini, con spettacoli, musica e rappresentazioni teatrali.

Emblematica è stata, per tutta la durata della manifestazione la figura de “lu masciu” di Tricase, che guida l’intera manifestazione: una maschera (disegnata dalla ceramista tricasina Ilaria De Marco) diventata l’icona del carnevale tricasino.

Lu Masciu, interpretato da Gianluca Errico, con il suo abbigliamento, mette in forte risalto i diversi simboli riguardanti la città di Tricase, incluse le frazioni e i rioni, a partire dal cappello a forma di zucca (la “cucuzza) ad indicare i “cucuzzari”, soprannome con cui sono “nciurati” (soprannominati) i  tricasini.

Mamma Mmeli (interpretata da Giuseppe Elia)

Mamma Mmeli (interpretata da Giuseppe Elia)

Oltre a fare da Cicerone e da guida dell’intera manifestazione, lu Masciu è protagonista del solito intrigo, un rebus o una problematica da risolvere e per fare ciò chiede aiuto alle maschere cittadine. Così come avvenuto nelle ultime due edizioni per la ricerca della “zzita” (la fidanzata), quando l’aiuto è arrivato per soddisfare la sua… “esigenza”.

Tutto però è andato in rovina con l’arrivo dell’estate, quando in occasione della festa di San Vito, Santo Patrono della città, lo stesso tradisce puntualmente la sua fidanzata con alcune ragazze conosciute per le strade del centro storico tra le note liete della banda musicale. Leggenda vuole che ciò sia accaduto anche la scorsa estate e di conseguenza anche quest’anno lu masciu sarà alla ricerca di una nuova “zzita”, ma con una novità: dopo due fidanzamenti falliti, a scegliere la nuova fiamma ,sperando sia la volta buona, sarà Mamma ’Mmeli(Giuseppe Elia). Per il bene del proprio figlio ha deciso di uscire di casa e sceglieràtra le potenziali “zzite” proposte dalle comunità dei diversi borghi, colei che riterrà adatta al figliolo, in occasione della festa di domani in Piazza Cappuccini.

Quest’anno l’evento è collegato all’associazione onlus “Cuore Amico – progetto Salento solidarietà”: una buona parte degli introiti provenienti dai liberi contributi saranno devoluti alla onlus salentina che da diversi anni offre un aiuto concreto ai tanti bambini che soffrono.

Ricordiano infine che l ‘evento Coriandoli e Nciurite alle Rutte a Tricase Porto, previsto per sabato scorso e rinviato causa delle avverse condizioni meteorologiche, si terrà a sabato 4 marzo.

Tags:

Powered by WP Bannerize


Commenti

commenti