Connect with us

Appuntamenti

Otranto e Vieste regine a braccetto

“Le regine del turismo pugliese, professioniste del fair play nello sport”: interscambio nell’ambito dei settori turistico e sportivo, nei quali le due località hanno un ruolo di assolute protagoniste

Pubblicato

il

Domenica 26 febbraio, alle ore 11 presso la Sala Triangolare del  Castello Aragonese di Otranto, si svolgerà un incontro pubblico dal titolo “Otranto e Vieste, le regine del turismo pugliese, professioniste del fair play nello sport”.

L’evento, promosso dalle associazioni sportive FC Otranto e GSD Atletico Vieste, con il sostegno e il patrocinio delle rispettive amministrazioni comunali, sarà occasione di un interscambio nell’ambito dei settori turistico e sportivo, nei quali le due località hanno da tempo un ruolo di assolute protagoniste.

Due simboli dell’eccellenza turistica della Puglia e, nel contempo, due riferimenti indiscussi per il fair play sportivo con le rispettive squadre di calcio: Vieste e Otranto si ritrovano insieme per valorizzare queste peculiarità.

Se per l’ambito turistico sono ben noti i flussi che interessano le due città, in quello sportivo va ricordato che per la categoria dell’Eccellenza l’associazione sportiva Atletico Vieste (vista la relativa classifica) si appresta ad ottenere nuovamente la “Coppa Disciplina”, dopo quella vinta la scorsa stagione. In maniera analoga l’associazione sportiva FC Otranto dovrebbe riconfermare il secondo posto in questo particolare trofeo che premia la sportività delle squadre sia in campo che fuori.

La stretta correlazione tra i valori economici del turismo e quelli sociali del calcio, così come positivamente espressi dalle due città pugliesi, verrà evidenziata in un dibattito al quale interverranno: Luciano Cariddi, sindaco di Otranto; Giuseppe Nobiletti, sindaco di Vieste; Dario Carlino, assessore allo sport di Vieste; Gianfranco Stefano, assessore allo sport di Otranto; Giovanni Mazzeo, presidente FC Otranto; Lorenzo Spina, presidente Atletico Vieste; Raffaele Piemontese, assessore allo sport Regione Puglia; Elio Sannicandro, presidente Coni Puglia; Vito Tisci, presidente della Figc Puglia Lega Dilettanti.
E, in questa visione di fair play agonistico l’incontro ospiterà un’altra stella pugliese: Porto Cesareo che con Otranto e Vieste condivide l’esperienza del grande sport internazionale del Campionato del Mondo di Moto d’Acqua che ha il merito di congiungere sud e nord della Puglia, dividendo la scena con città come Dubai e Shanghai. Le tre città di mare, saranno unite in un simbolico passaggio di consegne da Otranto, che ha aperto il Mondiale 2016, a Porto Cesareo, dove si accendono i motori del campionato 2017, dal 2 al 4 giugno. Per trasferirsi poi dal 9 all’11 giugno a Vieste.

Porto Cesareo, nella tre giorni di apertura del Mondiale, ospiterà con la Formula 1 anche i campionati del mondo di  F2 e F3. Oltre 100 i raiders attesi da tutto il mondo con team provenienti anche dall’Australia, New Zeland, Cina, USA.

Il passaggio di consegne sarà simbolicamente sancito dalla proiezione del video clip di presentazione, voluto da Anna Rita Zonno per BeFree, l’Organizzatore Locale del Mondiale in Italia. Per l’occasione sarà presente il Sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano e la consigliera Katia Basile.

L’incontro anticiperà di qualche ora l’incontro di calcio (campo sportivo comunale ore 15.00) previsto per la 23a giornata del campionato di Eccellenza Pugliese fra FC Otranto e l’Atletico Vieste e farà da cornice al cerimoniale di gemellaggio fra le due associazioni sportive.

Appuntamenti

“Tre donne e un Vescovo” a Montesano

Appuntamento a Palazzo Bitonti col giornalista Zavattaro

Pubblicato

il

Decimo appuntamento con Palazzo d’autore a Montesano Salentino, sabato 24 agosto, ore 21.00, con Fabio Zavattaro, autore del libro “Tre donne e un Vescovo”.
Giornalista Vaticanista, Zavattaro è stato il giornalista italiano (Avvenire – RAI) più a contatto con la Santa Sede durante gli ultimi anni di pontificato di Papa Giovanni Paolo II, così come per il conclave successivo, che nel 2005 ha visto l’elezione al soglio di Pietro del Cardinale Joseph Ratzinger (Benedetto XVI); tutt’ora impegnato nel pontificato di Papa Francesco. Autore e regista di molti documentari e di saggi letterari.
Interverranno il Nunzio Apostolico nella Repubblica Araba d’Egitto, nonché delegato presso l’Organizzazione della Lega degli Stati Arabi, Mons. Bruno Musarò, e il Vescovo della Diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca, Mons. Vito Angiuli.

L’appuntamento si terrà in piazza IV novembre presso palazzo Bitonti.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Una Rock Room per i ragazzi in ospedale

Una serata in memoria di Fabrizio Aspromonte, il dj tricasino prematuramente scomparso nel gennaio 2018. L’incasso sarà totalmente utilizzato per la realizzazione di una Rock Room, una stanza musicale in ospedale per adolescenti e giovanissimi che affrontano cure oncologiche

Pubblicato

il

Al Mamma Li Turchi di Tricase Porto, una serata in memoria di Fabrizio Aspromonte, il dj tricasino prematuramente scomparso nel gennaio 2018. Suoneranno tutti i Dj (non solo) del Salento.

Un motivo in più per partecipare alla serata di domani mercoledì 21 agosto: l’incasso sarà totalmente utilizzato per la realizzazione di una Rock Room, una stanza musicale in ospedale per adolescenti e giovanissimi che affrontano cure oncologiche.

L’iniziativa è in collaborazione con l’Associazione Lorenzo Risolo con in testa la presidente Sonia Chetta che ha accettato con entusiasmo la proposta dell’Associazione Fabrizio Aspromonte.

Domani sera, al Mamma Li Turchi, si alterneranno alla consolle: Frank Di Rienzo, Marcello Melica, Steven The Prince, Giuseppe Scarlino, Elvix Dj, Julian Mc Cain e Diego Riveira.

Presteranno la loro voce Marco Abati, Sandro Cosi, Gianty, Andrew The Voice e Gianfranco Frakatame.

«Per ricordare un grande amico e un grande Dj»

Continua a Leggere

Appuntamenti

Vent’anni senza Roberta

Corteo a Torre San Giovanni in occasione dell’anniversario della misteriosa scomparsa della ragazza di Ugento

Pubblicato

il

Non è mai tornata, ma non è mai stata dimenticata.

Compie 20 anni l’incredibile storia della scomparsa di Roberta Martucci, uscita di casa la sera del 19 agosto 1999, a bordo di una Fiat Uno bianca per raggiungere una comitiva di amiche a Gallipoli.

La ragazza, di Ugento, all’epoca 28enne, non fece più ritorno. Le sue amiche quella sera non la videro arrivare. E, allo stesso modo, i familiari non la videro rientrare.

Qualche giorno dopo l’auto riapparve a Gallipoli. Abbandonata senza chiavi, senza libretto di circolazione e, soprattutto, senza più Roberta.

Il corteo

Due decenni di mistero e ricordi che oggi confluiranno in una fiaccolata in sua memoria. Un corteo, alle 19, si snoderà per le strade di Torre San Giovanni e, passando per le vie Monte Everest, Colleoni, Doria, Giusti e corso Annibale, raggiungerà Piazza del Porto. Hanno già annunciato la loro presenza la criminologa Isabel Martina, che sta seguendo il caso; l’avvocato Fabrizio Ferilli e le sorelle di Roberta, Sabrina e Lorella.

Domani alle 9, invece, Roberta verrà nuovamente omaggiata con la deposizione di una corona floreale presso la sua gigantografia ad Ugento, in piazza Colosso.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus