Connect with us

Attualità

Trivellazioni: tutti a Leuca per dire “no”

Manifestazione in mattinata con sindaci ed esponenti politici tanto di destra quanto di sinistra. Anche il PD locale si oppone alle scelte del Governo

Pubblicato

il

Il lungomare di Santa Maria di Leuca ha accolto, questa mattina, la manifestazione del Movimento Regionale Salento contro il progetto di trivellazione della Global Med.

Centinaia di cittadini si sono uniti liberamente a numerosi sindaci del Capo di Leuca ed a Francesco Zecca, responsabile del movimento No Triv.

no triv3La protesta pacifica dice “no” al progetto di ricerca subacqueo che andrebbe a interessare un’area di 2.207 km quadrati, toccando i Comuni di Tricase, Gagliano del Capo, Ugento, Racale, Alessano, Castrignano del Capo, Taviano, Andrano, Diso, Morciano di Leuca, Patù, Tiggiano, Alliste, Salve, Santa Cesarea Terme, Castro, Corsano, Gallipoli e Otranto.

Presenta a Leuca anche Roberto Tundo, dirigente nazionale di Fratelli d’Italia, che orgoglioso della partecipazione all’evento, si dichiara preoccupato dai possibili risvolti cui porterebbe la trivellazione: “Hanno ragione i sindaci ed i cittadini salentini a preoccuparsi per le prospezioni finalizzate alla ricerca di idrocarburi. L’eventuale estrazione del petrolio metterebbe a rischio, oltre all’ecosistema, anche la vocazione turistica del territorio. Ma il rischio non proviene solo dalle trivelle sulle coste salentine”, continua Tundo, Sappiamo che il Mediterraneo, è un mare intercontinentale, un bacino semichiuso. Il ricambio completo dell’acqua avviene all’incirca in 90 anni. Pur rappresentando meno dell’1% della superficie complessiva di tutti i mari del pianeta, accoglie oltre il 20% del traffico mondiale marittimo di prodotti petroliferi. Già oggi è soggetto ad un forte inquinamento delle acque a causa dell’elevata immissione di idrocarburi. Cosa accadrà quando Croazia, Montenegro e Grecia, oltre all’Italia, daranno via libera alle multinazionali petrolifere per la ricerca e per l’estrazione degli idrocarburi?“.

Interviene anche Luigi Mazzei, per il gruppo Forza Italia, dichiarando di voler esser vicino a “ai sindaci ed ai cittadini di quei comuni che vedono sorgere al largo delle proprie spiagge impianti che hanno l’unica finalità di cercare l’oro nero senza condividere con le comunità ogni necessaria strategia di crescita e sviluppo.

no trivMa la voce del dissenso non viene solo da destra. Anche una delegazione pugliese del PD, stamattina, ha manifestato a Leuca la contrarietà al progetto, protestando contro il Governo e contro le scelte del loro stesso partito che, con il decreto Sblocca Italia, hanno di fatto sottoscritto la messa in atto delle trivellazioni.

Sergio Blasi, consigliere regionale PD in Puglia, si fa portavoce del pensiero di quanti nel suo partito hanno preso parte alla manifestazione. “Non sento nessun imbarazzo, nessuna difficoltà, né alcun peso sulla coscienza nello scendere in piazza per il nostro mare, contro l’ipotesi di ricerca di petrolio”, afferma, “Oggi a Santa Maria di Leuca ha sfilato proprio l’indignazione per lo Sblocca Italia. Bisogna comprendere che le persone che nel Salento vivono di mare, col mare e lavorano grazie al mare nel turismo, nella pesca, in quella nuova economia che faticosamente abbiamo cercato di costruire negli ultimi dieci anni, non si rassegneranno. La politica deve rappresentarli a tutti i livelli, a Leuca come a Bari, come a Roma, uscendo dall’ambiguità e dalle momentanee tentazioni di campagna elettorale”.

Lorenzo Zito

Foto gentilmente concesse da Luigi Greco

Attualità

Tricase: “La maggioranza non esiste più”

“Se la minoranza si fosse allontanata il Consiglio sarebbe saltato ed addio a rotatoria…”

Pubblicato

il

“La maggioranza non ha i numeri per deliberare”, attacca Nunzio Dell’Abate, consigliere di minoranza al Comune di Tricase, “in pratica non esiste più. Nel lungo Consiglio di ieri sera ha dato prova concreta che non è più in grado di governare Tricase, pur con tutta la stampella pentastellata.

All’ordine del giorno c’erano delibere di vitale importanza per la comunità che andavano approvate entro il termine perentorio del 30 novembre: la variazione dell’elenco annuale dei lavori pubblici e di bilancio per consentire la realizzazione di opere come la rotatoria all’ingresso di Lucugnano o l’asfalto di diverse strade; il riconoscimento di debiti fuori bilancio la cui mancata approvazione avrebbe esposto le casse comunali ad ulteriori esborsi; la richiesta alla Regione dei contributi in materia di diritto allo studio.

Se la minoranza si fosse allontanata”, rincara la dose dell’Abate, “il Consiglio sarebbe saltato ed addio a rotatoria, asfalto, pagamento di debiti e contributi regionali. Eppure la contrapposizione dei ruoli (chi governa deve essere autosufficiente) avrebbe più che giustificato l’abbandono della seduta. Invece no, siamo tutti rimasti dentro.

Se tutto questo da una parte esalta il senso civico dei consiglieri di minoranza che vanno ringraziati uno ad uno” chiude il consigliere, “dall’altra certifica inesorabilmente il fallimento di questa amministrazione”.

Continua a Leggere

Attualità

Io sto bene… a Tricase

In corso le riprese del film di Donato Rotunno, con Renato Carpentieri e Sara Serraiocco

Pubblicato

il

In corso a Tricase le riprese del film“Io sto bene“ di Donato Rotunno, prodotto da Vivo Film e con il supporto di Apulia Film Commission.

La prima parte del film, con protagonisti Renato Carpentieri e Sara Serraiocco, è stata girata in Lussemburgo.

Il resto sarà interamente girato tra Santa Maria di Leuca e Tricase.

La trama: in lutto per sua moglie, Antonio è ossessionato dalle immagini della sua terra natale, l’Italia. Leo, in cerca di un futuro fuori dal suo paese, incrocia il suo cammino. Un gioco di specchi tra il vecchio e la giovane donna ci permette di viaggiare indietro nel tempo e immaginare un futuro più sereno per entrambi.

Le foto in alto e sotto sono state “rubate” sul set allestito all’interno del Bavaria Pub a Tricase.

Continua a Leggere

Attualità

L’Ospedale di Tricase in diretta mondiale

Tra le “dirette” al 30° Congresso di chirurgia dell’apparato dirigent,e anche gli interventi al colon retto e al pancreas del dottor Massimo Giuseppe Viola del “Card. Panico”.

Pubblicato

il

L’ospedale Card. Panico di Tricase protagonista al 30º congresso di Chirurgia dell’apparato digerente in corso oggi e domani a Roma.

La Chirurgia in diretta sarà, come di consuetudine, il fiore all’occhiello dell’evento: una vera e propria maratona di video chirurgia sviluppata in 2 giornate di dirette dalle sale operatorie dei 5 continenti.

Interventi di Chirurgia saranno trasmessi in diretta dalle Sale Operatorie d’Italia e del Mondo in contemporanea su multischermo.

Grazie alle più moderne ed efficienti tecnologie alcune trasmissioni video saranno effettuate con l’innovativa tecnica HD – High Definition.

Ci saranno collegamenti con le Sale Operatorie del mondo: Stati Uniti, Giappone, Francia, Inghilterra, Belgio, Olanda, Svezia, Spagna, Portogallo, Australia, Cina, Corea, Singapore, Sud Africa, Argentina, ecc. Previsti circa 100 collegamenti con i più affermati chirurghi.

Tra questi anche i collegamenti con la sala operatoria di Tricase da dove verranno trasmessi e saranno visibili in diretta sul web, quindi in tutto il mondo, gli interventi  al colon retto (oggi) e al pancreas (domani) dal dottor Massimo Viola dell’ospedale “Card. Panico” di Tricase con la sua équipe.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus