Connect with us

Attualità

W frutta e verdura! Meglio se a Km 0

Il 64% dei consumatori pugliesi ritiene che la freschezza sia l’elemento principale nell’acquisto delle verdure, seguito dalla stagionalità (51,4%) e dal prezzo conveniente (31,7%)

Pubblicato

il

Svolta salutista della famiglia pugliese (2/3 componenti) che è passata negli ultimi 5 anni da 74 euro spesi al mese per l’ortofrutta a 96 euro, secondo un sondaggio condotto da Coldiretti Puglia all’interno di Mercati e Botteghe di Campagna Amica.

“Il successo dell’iniziativa odierna nel Mercati di Campagna Amica di Lecce con le spremute di arancia contro l’influenza – afferma il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – testimonia la grande attenzione dei consumatori verso il cibo sano e le proprietà salutistiche di frutta e verdura a km0, considerate indiscutibilmente essenziali per garantire una buona salute e un importante elemento di crescita delle giovani generazioni. Vanno letteralmente a ruba melanzane, zucchine, pomodori, insalate croccante e lattuga, aglio a trecce e cipolla rossa, arance e mele tutto l’anno, albicocche, pesche e nettarine durante l’estate, i pomodorini da utilizzare in casa o fuori. Grande diffusione delle vaschette di frutta già tagliata e sbucciata, pronta all’uso senza doversi “sporcare le mani” e da gustare come snack rompi-digiuno durante la giornata o come risparmia-tempo”.

Una tendenza che, però, cambia anche i criteri di scelta degli acquisti.  Secondo lo studio del Crea, Alimenti e Nutrizione – riferisce la Coldiretti -, il 64% dei consumatori ritiene che la freschezza sia l’elemento principale nell’acquisto delle verdure, seguito dalla stagionalità (51,4%) e dal prezzo conveniente (31,7%).

“Sono scresciuti del 18% i consumi di prodotti bio – commenta il direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti – e il settore biologico può diventare uno strumento di valorizzazione e un bacino di approvvigionamento di prodotti di alta qualità al prezzo giusto e un valore aggiunto per gli enti pubblici sensibili alla corretta alimentazione di adulti e bambini. La continua richiesta di prodotti freschi e di stagione stimola l’imprenditore biologico a ricercare ulteriori forme di contatto commerciale con il consumatore. I timori dei consumatori, innescati dagli scandali alimentari, si sono tradotti – conclude Corsetti – in una seria preoccupazione per la sicurezza alimentare e in una domanda crescente di garanzie di qualità e maggiori informazioni sui metodi di produzione. La percentuale di pugliesi che acquista prodotti a denominazione, bio o dagli agricoltori tiene rispetto allo scorso anno, a conferma del fatto che la crisi non incide sul bisogno di sicurezza alimentare dei cittadini che continuano ad esprimere un forte interesse per le produzioni ad elevato contenuto salutistico, identitario e ambientale”.

Le pratiche bio – aggiunge Coldiretti Puglia – interessano tutti i comparti agricoli olivo (32%), cereali (22%), vite (6%), frutta (2%). Anche rispetto al segmento dell’acquacoltura biologica 3 impianti sono pugliesi.

Sul commercio di frutta e verdura continuano a pesare molto gli sprechi dovuti soprattutto alla deperibilità del prodotto, con una stima di quasi 1 frutto su 4 che finisce nel bidone nel percorso dal campo alla tavola. In Puglia il cibo buttato supera – sottolinea Coldiretti Puglia – le 310mila tonnellate all’anno. Gli sprechi alimentari si rivelano per il 54 per cento al consumo, per il 21 per cento nella ristorazione, per il 15 per cento nella distribuzione commerciale, per l’8 per cento nell’agricoltura e il 2 per cento nella trasformazione.

Alessano

La Grande Fabbrica delle Parole

24 bibliotechine per la promozione e diffusione della lettura. Progetto, ideato e promosso dai Comuni di Corsano (capofila), Alessano e Presicce-Acquarica, realizzato dall’Associazione Narrazioni

Pubblicato

il

Dalla “Grande fabbrica delle parole” alla creazione di una biblioteca diffusa attraverso l’installazione di 24 Bibliopoint per consultare e prendere in prestito i libri della biblioteca comunale anche in luoghi inconsueti come studi medici e pediatrici, bar e pub, esercizi commerciali.

Sono state già effettuate alcune inaugurazioni, altre avverranno in collaborazione con la Redazione della Rivista Andersen, la più importante rivista nazionale di letteratura per bambini.

Grande l’entusiasmo della sindaca di Alessano Francesca Torsello: «La nostra sfida deve essere quella di appassionare alla lettura i bambini sin dalla prima fase dello sviluppo, perché diventino cittadini sensibili ed aperti ad ogni forma di incontro con l’altro».

Il progetto, ideato e promosso dai Comuni di Corsano (capofila), Alessano e Presicce-Acquarica, realizzato a cura all’Associazione Narrazioni di Alessano, è finanziato dal Centro per il Libro e la Lettura (Cepell) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo (MIBACT) nell’ambito dell’Avviso Pubblico “Città che Legge” 2018 per l’importo di € 19.900 con un cofinanziamento dei Comuni partner  e dell’Associazione Narrazioni. Questo progetto si è classificato primo in Italia nella categoria dei Comuni con popolazione compresa fra 5.001 e 15mila abitanti.

LETTURE A VOCE ALTA

Sotto il profilo editoriale,  sono state coinvolte a titolo preferenziale le case editrici pugliesi, con particolare attenzione alla produzione letteraria per bambini e ragazzi. Ne “La Grande Fabbrica delle Parole” sono previsti cicli mensili di incontri di lettura a voce alta, con il coinvolgimento degli istituti comprensivi organizzati nelle biblioteche comunali.

CANALE YOUTUBE E ALBUM DI FIGURINE

Durante le attività verranno realizzati videoclip, messinscene, recensioni e dialoghi fra bambini che convoglieranno in un canale YouTube tematico, dedicato alla narrazione e al libro per ragazzi dai 3 ai 14 anni.

Gli alunni coinvolti saranno guidati alla scoperta dei meccanismi della narrazione e dei personaggi delle storie. Successivamente saranno invitati a rappresentarle con disegni, collages e altre tecniche figurative. Una selezione di questa produzione verrà riprodotta su un album di figurine, su cui i bambini potranno applicare stickers tratti dai loro stessi disegni e che li porterà a ripercorrere le storie già lette e a poter collocare esattamente lo sticker solo se si conosce approfonditamente la vicenda (romanzo, fiaba, favola, ecc.) a cui si riferisce. Le figurine saranno distribuite gratuitamente nelle biblioteche comunali, ogni volta che sarà preso in prestito un libro.

Continua a Leggere

Attualità

Cisterna di Tricase Porto: iniziati i lavori

Il sindaco Chiuri: “Sarà un nuovo attrattore turistico a beneficio della città e di chi vorrà venire a trovarci”

Pubblicato

il

Sono iniziati lavori di recupero, valorizzazione e fruizione dell’antica cisterna risalente ai primi anni del 1900 a servizio del Porto di Tricase.

Lo ha annunciato il sindaco Carlo Chiuri sulla sua pagina facebook: “Sarà bellissimo accedere all’interno della cisterna dalla piazzetta soprastante per poi giungere sulla banchina del Porto. Un nuovo attrattore turistico“, ha concluso il primo cittadino, “a beneficio della città e di chi vorrà venire a trovarci“.

Continua a Leggere

Attualità

Unisalento: i nuovi Delegati

Presentati questa mattina all’Università del Salento i Delegati che lavoreranno al fianco del professor Fabio Pollice nel corso del suo mandato a Rettore dell’Ateneo

Pubblicato

il

«Se saremo uniti e determinati ogni obiettivo diventerà raggiungibile», ha detto il rettore Fabio Pollice, «dobbiamo recuperare la fiducia in noi stessi, e questo lo dico in particolare a tutti coloro che aspirano a crescere in UniSalento. C’è una comunità accademica che attende un segnale positivo, le difficoltà del bilancio di Ateneo non devono diventare un limite: sta a noi determinare il futuro, il passato non è una condizione che deve interferire sul presente.

Da oggi immagino che si possa aprire un percorso espansivo per la nostra Istituzione, un percorso che ci porterà a ritrovarci al centro di un progetto di crescita. Sono certo che i delegati che mi affiancheranno saranno determinanti a raggiungere questo obiettivo, ma più in generale mi piacerebbe che ciascun componente della comunità accademica si facesse protagonista e promotore di un’idea, di un progetto che ritiene foriero di sviluppo per l’Ateneo. Lo porteremo avanti insieme».

Il Rettore ha poi annunciato alcune novità e prossime iniziative: «Chiederò a ogni delegato di nominare un referente del personale tecnico amministrativo per l’area di competenza, in un tandem che sono certo costituirà un valore aggiunto.

Inoltre è mia intenzione rintracciare fondi per la realizzazione, ogni anno, di un progetto internazionale con un paese in via di sviluppo, con l’obiettivo di stimolare un percorso di crescita congiunto dal punto di vista sia accademico che umano.

Infine, da gennaio partiremo con un Premio da assegnare alla scuola superiore di secondo grado che maggiormente contribuirà alla crescita di UniSalento in termini di iscritti: vogliamo così ricostruire la filiera formativa con la città di Lecce e con tutto il Salento».

«Ringrazio il Rettore Pollice per la stima e la fiducia accordatemi», ha detto il Direttore Generale Donato De Benedetto, «conosco la macchina universitaria per averci lavorato molti anni, e per questo sono convinto che anche nel prossimo sessennio riusciremo, con l’impegno e la competenza che sempre hanno contraddistinto il personale tecnico amministrativo, a portare avanti gli obiettivi che ci saranno posti.

Perché ciò accada, sarà fondamentale sviluppare maggiore interazione tra i delegati e gli uffici competenti per materia».

Accanto al Rettore la Prorettrice vicaria Manolita Francesca, docente di Diritto privato. I delegati presentati:

  • alla Ricerca: Alessandro Sannino, docente di Scienze e tecnologie dei materiali
  • all’Offerta formativa: Attilio Pisanò, docente di Filosofia del diritto
  • alla Valorizzazione del territorio: Manuela De Giorgi, docente di Storia dell’arte medievale
  • alle Risorse umane: Rossano Ivan Adorno, docente di Diritto processuale penale
  • alla Proiezione internazionale: Rosita D’Amora, docente di Armenistica, caucasologia, mongolistica e turcologia
  • al Diritto allo studio: Giuseppe Gioffredi, docente di Diritto internazionale
  • a Rapporti con imprese e partecipate: Valeria Stefanelli, docente di Economia degli intermediari finanziari
  • alle Politiche di genere: Anna Maria Cherubini, docente di Fisica matematica
  • alle Politiche di integrazione: Flavia Lecciso, docente di Psicologia dello sviluppo e psicologia dell’educazione
  • a Bilancio e politiche finanziarie: Giuseppe Grassi, docente di Elettrotecnica
  • alla Comunicazione: Stefano Cristante, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi
  • alla Sostenibilità: Alberto Basset, docente di Ecologia
  • a Patrimonio edilizio e sicurezza: Maria Antonietta Aiello, docente di Tecnica delle costruzioni
  • al Patrimonio bibliotecario: Paola Davoli, docente di Egittologia e civiltà copta
  • alle Tecnologie digitali: Luigi Patrono, docente di Sistemi di elaborazione delle informazioni
  • all’Orientamento in entrata e uscita: Amedeo Maizza, docente di Economia e gestione delle imprese
  • alla Gestione degli spazi e degli eventi: Luisa Siculella, docente di Biologia molecolare
  • agli Affari legali: Francesco Tuccari, docente di Diritto amministrativo
  • all’Attuazione del piano strategico: Claudia Sunna, docente di Storia del pensiero economico
  • alla Performance di Ateneo: Andrea Ventura, docente di Fisica nucleare e subnucleare
Creato anche un gruppo di gruppo di supporto per l’attuazione del “Piano per il Sud”, costituito dai professori Pier Luigi Portaluri, docente di Diritto amministrativo; Gianpaolo Ghiani, docente di Ricerca operativa; Maria Antonietta Aiello, docente di Tecnica delle costruzioni.
Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus