Autoriparatore abusivo con discarica abusiva

Nei guai, a San Donato di Lecce, un uomo che esercitava abusivamente l’attività di autoriparatore ed il proprietario dell’area dove l’uomo lavorava.

Nelle scorse settimane, la Procura di Lecce aveva avviato delle indagini attorno all’officina, conclusesi con l’intervento dei carabinieri del Noe e della stazione di San Cesareo. I militari, giunti sul posto, hanno subito individuato una vasca interrata delle dimensioni di circa 60mq utilizzata come discarica abusiva di rifiuti speciali, anche pericolosi.

noeIn particolare, si trattava di rifiuti in ferro, in legno ed in plastica parzialmente interrati, nonché soluzioni acquose ed oleose derivanti da lavaggio, pulizia e sgrassaggio di pezzi meccanici. Immediato il sequestro preventivo di questa sorta di cisterna assieme ad un altro deposito incontrollato di rifiuti speciali come bombole di gas, carcasse di frigoriferi privi delle componenti elettriche ed un ulteriore contenitore in plastica pieno di rifiuti non identificabili perché parzialmente combusti.
Al termine del controllo, il proprietario dell’area e l’autoriparatore, che come detto svolgeva l’attività abusivamente, sono stati deferiti, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Lecce, per aver realizzato un attività di gestione ed una discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

Tags:


Commenti

commenti