Contraffazione e spaccio a Tricase e dintorni

Continua senza soluzione di continuità la dura lotta alla contraffazione e alla vendita itinerante senza autorizzazioni da parte dei carabinieri di Tricase.

Negli ultimi giorni sono stati eseguiti una fitta serie di controlli nel territorio di competenza, che comprende oltre 12 località marittime, mirati al contrasto dell’abusivismo commerciale e della vendita di prodotti con griffe false, fenomeno che con l’estate aumenta a dismisura.

unnamed (6)Attraverso l’impiego massiccio di uomini sono stati numerosi i controlli eseguiti soprattutto nelle spiagge del sud salento. A Torre Vado, agro della marina di Morciano di Leuca, sono stati denunciati 3 cittadini extracomunitari (I.M. pakistano, F.A. e K.S. entrambi senegalesi) poiché esercitavano attività ambulante di prodotti  palesemente contraffatti. La merce consistente in oltre 1000 pezzi di bigiotteria per un valore superiore ai 3mila euro è stata sequestrata dai militari in attesa di essere versata presso l’ufficio corpi di reato.

Giro di vite anche nei confronti di chi con l’arrivo dell’estate tenta di far proliferare il fenomeno della vendita di sostanze stupefacenti, infatti i militari hanno denunciato per l’art. 73 del D.P.R. 309/90 O.A. 24 enne da Tricase poiché trovato in possesso di 4 grammi di marijuana, 3 grammi di hashish, 4  grammi di eroina nonché di un bilancino di precisione. Segnalati alla Prefettura di Lecce per uso di sostanze stupefacenti anche due giovani, appena maggiorenni, di Tricase poiché sorpresi dai militari con pochi grammi di marijuana.

Nella medesima operazione ottenuti anche i sottonotati risultati mirati a far rispettare il codice della strada, atteso che soprattutto in questo periodo di vacanze il numero di veicoli in circolazione cresce a dismisura e l’impegno dell’Arma dei Carabinieri aumenta al fine di garantire la sicurezza di chi in questo periodo cerca un po’ di meritato riposo e divertimento. Sono stati infatti contravvenzionati e/o deferiti all’Autorità Giudiziaria alcuni automobilisti per guida senza patente, in stato di ebbrezza ed omssione di soccorso.

All’attività di controllo hanno partecipato complessivamente 22 militari, 12 automezzi e nel complesso oltre ai risultati precedenti sono state controllati 96 autoveicoli, identificate 124 persone di cui 3 sottoposte a misure di sicurezza e prevenzione, 12 agli arresti domiciliari.

Tags:


Commenti

commenti