Connect with us

Alliste

Dalla ricettazione alla contraffazione: weekend di denunce

Controlli accentuati in prossimità della festività del 1 novembre dai carabinieri della compagnia di Casarano

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Casarano nel fine settimana appena trascorso hanno posto in essere in tutti i Comuni di loro competenza una serie di controlli. Sotto i riflettori la circolazione stradale, il contrasto del fenomeno dell’abusivismo ambulante, la prevenzione dei reati contro il patrimonio, il controllo delle persone sottoposte a misure alternative alla detenzione in carcere e il consumo sostanze stupefacenti.

Di seguito i risultati principali dell’attività dei militari:

Ritrovata una Renault Twingo rubata a Spongano il 12 ottobre scorso e denunciato il conducente L.P. 37enne, per ricettazione.

Sempre a Spongano, gli uomini dell’Arma hanno raccolto sufficienti elementi di reità anche nei confronti di B.C. 36enne, per aver acquistato in una gioielleria della zona una collana d’oro mediante l’emissione di un assegno collegato ad un conto bancario privo di fondi.

A Matino è stato denunciato per evasione C.V., di anni 52, in regime di detenzione domiciliare, colto fuori dall’abitazione senza autorizzazione.

A Parabita, la locale Arma ha identificato un uomo autore di maltrattamenti e lesioni nei confronti di un cane meticcio custodito all’interno del giardino di un’abitazione. L’animale è ora in cura, affidato ai volontari dell’associazione SPES.

Nel corso dei festeggiamenti della locale festa Patronale i militari della Stazione di Racale, sono stati poi sequestrate 13 paia di scarpe, di marca Nike e Adidas contraffatte, ad un cittadino senegalese che alla vista degli operanti ha abbandonato la merce e si è dileguava tra i presenti.

Sempre a Racale, e sempre per contraffazione, sono stati denunciati due campani, B.M. e F.F., fermati a bordo di una Toyota Yaris con 41 confezioni di profumo di varie marche contraffatti. 

In entrambi i casi è scattata dunque la denuncia per introduzione nello Stato di prodotti falsificati.

Riguardo alla circolazione stradale sono stati denunciati: un uomo di Racale per guida senza patente, un automobilista di Casarano per guida in stato in stato di ebbrezza, 4 soggetti rispettivamente di Ugento, Taviano e 2 di Alliste per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Infine nel corso del medesimo servizio sono state inoltrate sei proposte di foglio di via obbligatorio.

Alliste

Richiami acustici per fauna selvatica: record di sequestri

Il CABS, l’associazione di volontari esperti in antibracconaggio, dopo gli interventi dei Forestali nei pressi di Ugento e Sannicola, chiede una norma più certa in tema di caccia illegale e che vengano introdotti i reati-delitti come per gli animali di affezione

Pubblicato

il

Un elenco fin troppo aggiornato che evidenzia come in Italia sia frequente l’uso di richiami acustici per fini venatori, nonostante il divieto di legge.

In Puglia, però, sembra registrarsi una sorta di record.

Ad affermarlo è il CABS, l’associazione di volontari esperti in antibracconaggio, a seguito degli ultimi interventi dei Carabinieri Forestali in provincia di Lecce, nei pressi di Ugento e Sannicola.

A finire denunciate sono state due persone che hanno usato i famigerati richiami.

Ad entrambi sono stati sequestrati, oltre al fucile da caccia ed i tordi uccisi, i marchingegni elettronici che riproducevano il canto del tordo.

In tutto sette uccelli migratori che hanno in tal maniera interrotto per sempre il viaggio verso le aree di svernamento africane.

Il richiamo acustico”, ha commentato il CABS, “rappresenta un vero e proprio inganno per la fauna selvatica. Riproducendo nottetempo il verso dei migratori attira l’avifauna selvatica la quale, di mattina presto, verrà centrata dalla rosa di pallini di piombo”.

Il CABS ricorda come già nel mese di ottobre, sempre in tema di richiami acustici in provincia di Lecce, i Carabinieri Forestali sono intervenuti nei pressi di Copertino, Taviano, Alliste, Nardò e Galatina.

Più o meno contemporaneamente i volontari del CABS hanno poi rinvenuto decine di altri richiami in un’area della provincia di Foggia compresa tra Manfredonia e Margherita di Savoia.

Il CABS torna a chiedere una norma più certa in tema di caccia illegale ed in modo particolare che vengano introdotti reati-delitti, così come già avviene per gli animali d’affezione, al posto di quelli di contravvenzione che contraddistinguono, invece, tutti i reati venatori.

Continua a Leggere

Alliste

Alberi in fiamme: incendio domato tra Alliste e Racale

Sospettato dolo: individuati più roghi in più punti separati

Pubblicato

il

Un incendio a macchia di leopardo ed un Ferragosto di lavoro per i volontari della protezione civile di Alliste e Matino che sono intervenuti per domarlo.

È trascorso cosi il pomeriggio di ieri nelle campagne tra Alliste e Racale. Più alberi d’ulivo dati alle fiamme hanno ridotto in fumo centinaia di metri quadri di terreni.

Il tutto è iniziato attorno a mezzogiorno quando il cielo ha iniziato a tingersi di nero. Ci sono volute quasi 5 ore per domare le fiamme. E ad intervento concluso la sensazione è stata quella di aver domato un incendio doloso. I roghi infatti sono divampati in più punti. Ravvicinati sì, ma separati tra loro. Come se qualcuno avesse deciso di dare alle fiamme più alberi.

La ricostruzione dell’accaduto è ancora in fase di studio per risalire ad eventuali responsabili.

Foto di Protezione Civile Alliste Felline

Continua a Leggere

Alliste

Spintona e minaccia i Carabinieri: arrestato

L’uomo, resosi conto dell’arrivo dei militari per un controllo, aveva gettato…

Pubblicato

il

I Carabinieri di Casarano hanno arrestato per minaccia, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e detenzione abusiva di armi Santoro Alessandro, classe ’82, residente ad Alliste.

L’uomo, resosi conto dell’arrivo dei militari per un controllo, aveva gettato, nella speranza di farla franca, una pistola tipo revolver, calibro 11 priva di marca e matricola, all’interno del giardino adiacente alla propria abitazione.

Il trentasettenne di Alliste, convinto di poter eludere o far desistere i militari dal controllo ha minacciato e spintonato i militari.

L’arma recuperata è stata sottoposta a sequestro. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato  accompagnato presso la casa circondariale di Lecce su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus