Droga e inseguimento di polizia e carabinieri, come nei film

A Supersano, i poliziotti del Commissariato di P.S. di Taurisano ed i Carabinieri di Casarano, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di traffico di  sostanze stupefacenti.

Tutto parte da una segnalazione di uno strano andirivieni di persone nei pressi di un garage. Gli investigatori hanno così pensato di articolare uno specifico servizio ponendo sotto osservazione il garage segnalato, come probabile luogo di spaccio e/o occultamento di droga, attraverso un classico appostamento dei poliziotti di Taurisano e prevedendo anche, ad ampio raggio, un dispositivo di controllo del territorio da parte dei militari Carabinieri di Casarano sulle strade utilizzate dai probabili spacciatori e/o assuntori di droga, una volta usciti dal garage.

Il servizio coordinato è stato vincente. Dall’interno del garage, i poliziotti, in appostamento, hanno notato uscire due giovani di cui uno riconosciuto, perché già noto alle forze dell’ordine, per Grecuccio Giulio, successivamente salito a bordo di un’autovettura.

I carabinieri, a quel punto, hanno seguito l’auto segnalata, i cui occupanti, appena notata la loro presenza, hanno accelerato la marcia tentando la fuga. I militari, nonostante il passeggero si fosse lanciato fuori dall’abitacolo della macchina per tentare la fuga a piedi, mentre il conducente continuava la corsa con l’auto, sono riusciti a bloccarlo ed a condurlo presso il garage del quale l’uomo, pur non essendone proprietario, ne aveva l’uso.

I poliziotti, facendosi consegnare le chiavi del garage, hanno effettuato una perquisizione domiciliare rinvenendo e sequestrando:

  • circa 600 grammi di eroina;
  • 19 cartucce calibro 12;
  • 235,00 euro in banconote di vario taglio;
  • un coltellino di 20 cm e con lama da 10 cm, intriso di eroina e pertanto utilizzato per il taglio della stessa.

Nel frattempo, i carabinieri hanno ripreso la ricerca del complice, fuggito con l’auto, che dopo poco è stato rintracciato per strada e sottoposto a perquisizione personale, veicolare e domiciliare, senza rinvenire nulla.

I poliziotti ed i militari hanno, così, tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, detenzione abusiva di armi e resistenza a pubblico ufficiale il Grecuccio Giulio del 1988, successivamente condotto in carcere.

Il complice invece è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanza stupefacente.

Tags:


Commenti

commenti