Connect with us

Cronaca

Hashish e cocaina: doppio arresto a Taurisano

Beccati spacciatori, di 36 e 40 anni, già noti alle forze dell’ordine

Pubblicato

il

Un 40enne ed un 36enne nei guai a Taurisano per spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta rispettivamente di I.S. e A.I., già noti alle forze dell’ordine e finiti in carcere dopo essere stati sorpresi dagli agenti di polizia a vendere droga ad un cliente.

Nella tarda serata di ieri, infatti, i due erano in piazza La Pira a bordo di una Alfa Romeo 159, vicino ad un furgone-fast food, venditore di panini. Si è avvicinato ai finestrini della loro vettura un giovane che, alla vista degli agenti, si è immediatamente allontanato, mentre la stessa Alfa provava a dileguarsi.

Raggiunta dalla polizia, l’auto è stata sottoposta a controllo: gli occupanti hanno subito palesato un evidente nervosismo, giustificato dalla presenza nell’abitacolo di quasi 300 grammi di hashish nascosti tra il sedile e lo schienale e suddivisi in tre panetti, cui si aggiungono 0,48 grammi di cocaina custoditi nel poggiabraccio anteriore e 670 euro, da sommare agli 840 che I.S. aveva nel portafogli, per un totale di oltre mille e 500 euro in contanti.

Dall’abitazione del 40enne è stato poi recuperata altra droga: in un borsone, erano nascosti altri 30 grammi circa di hashish.

Sequestrata la sostanza stupefacente ed il denaro, i due sono finiti in manette ed accompagnati in carcere per detenzione ai fini di spaccio di droga.

Castrignano del Capo

Salvati 56 migranti in balìa dalle onde al largo di Leuca

Sono di di nazionalità curda, siriana e irachena: erano in balia delle onde e del maltempo a bordo di una barca a vela in mare da giorni

Pubblicato

il

Intercettati dalla Capitaneria di Porto a 6 miglia al largo di Santa Maria di Leuca, sono stati tratti in salvo 56 migranti di nazionalità kurda, siriana e irachena, che in balia delle onde e del maltempo erano a bordo di una barca a vela in mare da giorni.

A darne notizia la Croce Rossa Italiana Comitato di Lecce.

A causa della situazione metereologica le operazioni di sbarco si sono presentate assai difficoltose, ma il trasbordo e lo sbarco sono volti a termine senza alcun imprevisto.

A bordo anche cinque  bambini e una donna.

Due persone sono state accompagnate in ospedale a causa di lievi malori dovuti alla traversata e mal di denti, mentre tutti gli altri pur visibilmente stremati, erano in discrete condizioni di salute.

I due bambini più piccoli“, hanno raccontato gli operatori della Croce Rossa, “hanno subito stretto amicizia con i nostri volontari che dal nulla hanno fatto comparire palloncini fatti con i guanti di lattice e aeorplanini di carta facendo tornare il sorriso ai piccoli inizialmente molto spaventati“.

Dopo i controlli sanitari, così come previsti dalla prassi, saranno a breve trasferiti al centro di prima accoglienza.

Continua a Leggere

Cronaca

Schianto in serata, soccorsi sulla statale

Pubblicato

il

Incidente in serata sulla strada statale 101 che da Lecce porta a Gallipoli.

Alle 21.30 circa una Clio è finita contro (e poi letteralmente sopra) il guardrail per motivi ancora da chiarire. Forse più d’una le auto coinvolte.

L’incidente è avvenuto in direzione Lecce nei pressi dello svincolo per il porto gallipolino.

Necessari soccorsi sul posto. L’ambulanza si è diretta a sirene spiegate verso l’ospedale mentre le forze dell’ordine si sono occupate di gestire il traffico congestionato.

Foto di Protezione Civile Salento.

Continua a Leggere

Cronaca

Terremoto: l’Albania ringrazia i nostri vigili del fuoco

“Grazie a nome di tutta l’Albania”. Lo stato Maggiore del PAese delle Aquile ringrazia i soccorritori italiani. Tra loro anche gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce che si sono imbracati per far ritorno a casa

Pubblicato

il

Ufficialmente chiusa la prima fase dell’emergenza in Albania i nostri Vigli del fuoco dopo una cinque giorni (e notti) di duro lavoro passata a scavare tra le macerie e ad aiutare dove possibile si apprestano a tornare a casa.

Un funzionario dello Stato Maggiore albanese (Ministero della Difesa) si è intanto recato sul posto per ringraziare personalmente a nome di tutto il Paese delle Aquile i soccorritori italiani sottolineando come i “nel momento del bisogno si vedono i Paesi amici“.

Questa sera anche gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce (foto in alto) con i loro mezzi si sono imbarcati per fare ritorno in Italia. Sbarcheranno a Bari da dfaranno ritorno ognuno nella sua sede di appartenenza.

Nel frattempo dal Belpaese è arrivato il cambio: forze fresche che parteciperanno alle operazioni di sopralluogo e verifica statica degli edifici danneggiati ma rimasti in piedi.

Confermato che sono terminate le ricerche di eventuali superstiti o corpi senza vita tra le macerie, il bilancio al momento è di 50 morti, circa 2mila feriti e, secondo i dati preliminari, circa 900 edifici a Durazzo e oltre 1.465 nella capitale Tirana con gravi danni strutturali.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus