Connect with us

Cronaca

In campagna la casa… dello spaccio

47enne di Nardò colto in flagranza dai Carabinieri che avevano notato intorno al casolare un andirivieni di tossicodipendenti e pregiudicati del posto

Pubblicato

il

I Carabinieri di Nardò hanno tratto in arresto, nella tarda serata di ieri, in flagranza di reato, Giuseppe Casaluce, 47enne di Nardò, già noto, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

DSC04008I Carabinieri di Nardò tenevano sotto osservazione l’abitazione dell’uomo da qualche settimana, da quando avevano notato sempre più tossicodipendenti e pregiudicati del posto, aggirarsi nei pressi o addirittura entrare all’interno della casa, nonostante la stessa si trovasse in un luogo particolarmente isolato in mezzo alle campagne. I Carabinieri, vedendo Casaluce uscire di casa, hanno deciso di bloccarlo. L’uomo, a bordo del proprio scooter, alla vista dei Carabinieri ha gettato a terra un involucro cercando di non essere visto.

La mossa, fulminea, è stata comunque notata dall’equipaggio che, dopo aver proceduto a fermarlo ha recuperato l’involucro: conteneva 5 dosi di eroina già confezionata. Addosso Casaluce aveva anche un rotolo di nastro adesivo perfettamente compatibile con quello usato per chiudere le dosi e la somma contante di € 450. Il 47enne è stato dichiarato in stato di arresto e, su disposizione del P.M. di turno, Dott.ssa Roberta Licci, posto in regime di arresti domiciliari.

Alessano

Furto a scuola: ripuliti distributori

Furto ad Alessano nella notte. Ignoti fuggono da istituto superiore con magro bottino

Pubblicato

il

A pochi minuti (e non troppi chilometri) di distanza dal furto fallito stanotte a Castro, un altro colpo è andato invece a segno ad Alessano. Seppur, in fin dei conti, per pochi spicci.

Una scuola superiore è stata presa di mira da ladri che, nel buio ed entrando da una finestra, hanno puntato e manomesso i distributori automatici di snack e bevande per sottrarvi l’incasso.

Il bottino non supera qualche manciata di euro e i responsabili sono tutt’ora ignoti: messi in fuga dall’allarme, sono riusciti a scappare prima dell’arrivo dei carabinieri. I quali, ora, cercano di individuarli mediante le immagini riprese dalle videocamere di sorveglianza della zona.

Continua a Leggere

Castro

Castro, tentato furto al bar nella notte

Pubblicato

il

Ignoti si sono introdotti nella notte appena trascorsa nel bar delle Querce di Castro, sulla via che porta a Marittima di Diso.

I vigilanti della privata Folgore si sono accorti dell’accaduto proprio nelle scorse ore quando, recatisi sul posto, hanno notato una serie di anomalie.

I rilevatori dell’impianto di sorveglianza e di quello fumogeno erano stati manomessi. I ladri si sono intrufolati nel locale forzando due porte e poi hanno preso di mira una slot machine, dinanzi la quale è stato trovato uno sgabello.

Bottino più che magro però per i “visitatori” che sono dovuti fuggire a mani vuote.

Continua a Leggere

Cronaca

Positivo ad alcol: arrestato 44enne che ha travolto e ucciso infermiera

Ai domiciliari con accusa di omicidio stradale l’uomo che ha investito Tatiana, la giovane infermiera di Poggiardo

Pubblicato

il

È ai domiciliari l’uomo che nella serata di oggi, venerdì 29 novembre, ha travolto ed ucciso la 32enne infermiera di Poggiardo con la sua auto.

Fabian Palma, 44enne del posto, è risultato positivo al test alcolemico cui è stato sottoposto subito dopo la tragedia. Il tasso di alcol rilevato nel sangue era di 3.1, ben oltre lo 0,5 massimo previsto dalla legge per mettersi alla guida.

L’uomo, rimasto illeso nell’impatto, al momento è in arresto per omicidio stradale, come detto, ai domiciliari.

L’incidente

Il fatale incidente è avvenuto a Poggiardo, sulla via per Maglie, attorno alle 19.

La vittima, Tatiana Renna (nelle foto), era in sella alla sua bicicletta quando l’Opel Corsa condotta da Fabian Palma, 44enne del posto, l’ha travolta inesorabilmente.

Vani i soccorsi: la 32enne, sbalzata dalla sella della sua bicicletta 10 metri più in là sull’asfalto, non è sopravvissuta all’impatto.

Il dolore

Immediati i messaggi di cordoglio e dolore di chi conosceva la ragazza si sono susseguiti sui social.

La notizia, arrivata come un fulmine a ciel sereno, ha sconvolto anche chi non aveva mai incontrato Tatiana, infermiera del 118 per il locale presidio ASL, originaria di Cellino San Marco ma da qualche tempo a Poggiardo, dopo aver vinto un concorso.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus