La salma di Fabrizio arriverà domani sabato 27, alle 9. Alle 10 i funerali in Chiesa Madre a Tricase

In Trentino per la settimana bianca, perde la vita tragicamente su una pista di sci Fabrizio, prof e Dj amato da tutti. La salma arriverà a Tricase alle prime ore di sabato 27, i funerali si terranno lo stesso giorno alle 10, presso la Chiesa Madre. Numerose le iniziative degli amici, tra cui una raccolta fondi ed una pagina fb dedicata. Per il funerale, fuori dalla Chiesa, verrà suonata la canzona che Fabrizio soleva mettere alla fine di ogni nottata: L’ultima della sera: che figata di serata.

Bastano pochi sciagurati istanti e una vacanza si trasforma in un dramma. È successo a Fabrizio Aspromonte, 32enne tricasino rimasto vittima di una infausta discesa con gli sci sulla neve del Trentino. Fabrizio, docente presso l’istituto superiore alberghiero di Rimini, era a Folgarida per la settimana bianca. Lontano da casa, dagli affetti e dalle centinaia di amicizie che nel tempo aveva stretto grazie alla sua gioia di vivere. Il pomeriggio dello scorso martedì 23 gennaio, quella distanza da casa è stata coperta in un attimo dalla tragica notizia, rimbalzata dal Trentino a Rimini ed al Salento. Fabrizio non c’è più. Nel giro di pochi minuti tutta Tricase è scossa da un senso di tristezza e smarrimento. Mentre amici e parenti si raccolgono attorno alla famiglia, l’accaduto viene ricostruito pezzo dopo pezzo, ma la dinamica è chiara sin da subito: lui, sciatore esperto con la passione per la neve, stava scendendo da una pista classificata come “nera” per la sua difficoltà. È bastato un attimo per perdere il controllo, uscire dal tracciato ed impattare violentemente un albero del limitrofo bosco.

I soccorritori, giunti in elicottero, hanno colto da subito la gravità dell’accaduto. Vani i tentativi di rianimazione: i medici non hanno potuto che constatare il decesso dopo il trasporto a Dimaro. Sempre felice, sempre sorridente, sempre tra la gente, Fabrizio amava la musica. In tanti lo conoscevano anche come dj, animatore di decine e decine di notti salentine. Dopo il diploma al Liceo “Comi” di Tricase si era laureato al Dams di Bologna. Dopo aver insegnato a Verona quest’anno lavorava al “Malatesta” di Rimini. A breve avrebbe sposato la sua fidanzata, Daniela: le nozze erano già in programma per il prossimo 31 agosto.

Lorenzo Zito

Tags:


Commenti

commenti