La solita truffa dello specchietto

Il metodo è ormai noto a tutti ma c’è ancora chi ci capita e, ovviamente, chi ci prova.

Questa volta è andata male ad Umberto Amico, 34enne di Noto (Siracusa), che ha tentato di estorcere denaro ad un 62enne pensionato di Castrì di Lecce.

Ha finto il danneggiamento della propria autovettura chiedendo un risarcimento di 350 euro.

Ha dovuto desistere, però, davanti alle resistenze del pensionato che subito ha allertato il 112.

Il malfattore è stato rintracciato poco dopo, sempre a Castrì, a bordo di una Alfa Romeo Giulietta.

A bordo con lui anche il figlio di 13 anni.

La perquisizione dell’auto ha consentito di rinvenire l’attrezzo smonta pneumatici utilizzato per simulare, durante la marcia, contatto con autovettura della vittima.

Il siciliano è stato così arrestato in flagranza per tentata truffa e condotto in carcere.

Il minore è stato affidato alla madre.

Tags:


Commenti

commenti