Mano pesante per chi non differenzia a Casarano

Powered by WP Bannerize

La raccolta differenziata “spinta” a Casarano c’è ormai da qualche mese; all’inizio, come ogni novità, fu accolta con perplessità e con qualche riserva ma alla fine, il scopo encomiabile di far bene all’ecologia del pianeta ed il fine più prosaico di riuscire ad ottenere un po’ di sconto in bolletta, sta portando i casaranesi ad abituarsi a questa pratica di alta valenza civile (tra l’altro già realtà in molti altre città.

Purtroppo però non sono tutti ben motivati o tutti diligenti nell’attuare queste semplici e banali abitudini e gli operatori, ogni mattina al passaggio per il ritiro o quelli che, in fase di smistamento controllano il contenuto dei vari sacchetti, notano una certa confusione nella tipologia dei rifiuti smaltiti e di conseguenza l’impossibilità di poterli avviare al ricliclo o al compostaggio.

Di conseguenza, così come si fa con i bimbi monelli che non voglio ascoltare i consigli, ora si passa alle maniere forti. Per tale motivo, a partire dalla prossima settimana, si intensificherà l’attività dei controlli sulla correttezza nel conferimento dei rifiuti. Lo ha fatto sapere l’Amministrazione Comunale in una nota in cui informa che gli operatori provvederanno ad apporre delle etichette sui sacchetti non conformi e da ciò ne deriverà l’applicazione delle sanzioni previste dalla legge nei confronti di quanti non effettuano a dovere sia la differenziata e sia il conferimento nel rispetto del calendario e delle modalità.

Come si vede dalla foto, l’avviso che verrà apposto sui sacchetti e contenitori irregolari riporterà la dicitura: “Rifiuto non conforme. La mancata selezione dei rifiuti, il conferimento nel giorno errato o fuori orario è sanzionabile”. “Le impurità presenti nella frazione organica sono ancora molto elevate” – afferma il sindaco Gianni Stefàno  “così come nell’indifferenziato si trovano molti rifiuti che potrebbero essere facilmente differenziati a beneficio dell’ambiente e dei costi di smaltimento. Per questo si esortano i cittadini ad una maggiore attenzione perché il rifiuto non conforme non sarà più ritirato ma verrà etichettato per poi passare all’applicazione delle sanzioni”. “L’obiettivo dell’Amministrazione Comunale è quello di raggiungere almeno il 65% di raccolta differenziata” – afferma invece l’Assessore all’Ambiente Ottavio De Nuzzo – “ciò consentirà di pagare al minimo l’Ecotassa Regionale. La media attuale è del 50% ma con la collaborazione di tutti ci sono le premesse per migliorare e far bene l’interesse della collettività”.

Antonio Memmi

Tags:

Powered by WP Bannerize


Commenti

commenti