Connect with us

Cronaca

Mercatone Uno, sciopero e sit-in di protesta

Ben 123 lavoratori interessati tra Surano, Matino e San Cesario. Giovedì braccia incrociate e presidio davanti alla Prefettura. La Shernon Holding, proprietaria dell’azienda, ha avviato il concordato preventivo

Pubblicato

il

Vertenza Mercatone Uno (CLICCA QUI), i dipendenti scioperano e scendono in strada per manifestare il loro disagio.

Giovedì 18 aprile, lavoratrici e lavoratori si riuniranno in presidio davanti all’ingresso della Prefettura di Lecce, in viale XXV Luglio dalle 12.30 alle 14.

Poi, accompagnati dai rappresentanti sindacali di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil, consegneranno al prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta, un documento con le loro rivendicazioni. La tensione è tornata a salire dopo che la Shernon Holding, proprietaria dell’azienda, ha comunicato con una lettera inviata direttamente ai lavoratori la richiesta di concordato preventivo in continuità aziendale al Tribunale di Milano.

Lo sciopero ha carattere nazionale. Proprio giovedì, infatti, a partire dalle 14, è in programma un incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico, al cui tavolo saranno impegnate le strutture nazionali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Ui per cercare una soluzione che salvaguardi il salario e il posto di lavoro anche dei 123 lavoratori e lavoratrici dei punti vendita di Surano, Matino e San Cesario.

La drammatica situazione del Mercatone Uno sul territorio nazionale ha visto la fuoriuscita di centinaia di lavoratori e lavoratrici e la decurtazione dell’orario di lavoro per chi ha conservato il posto di lavoro. L’azienda subentrante a seguito dell’Amministrazione straordinaria ministeriale, Shernon Holding, appena otto mesi dopo l’acquisizione, vista la precaria situazione economico-finanziaria ha deciso di presentare istanza di concordato preventivo in continuità. Pur consapevoli che tale procedura tende al risanamento aziendale attraverso il ripianamento debitorio, siamo altrettanto consapevoli come essa abbia procurato ansia alle famiglie dei lavoratori”, scrivono le segreterie provinciali di Filcams, Fisascat e Uiltucs. “La provincia di Lecce non può tollerare altre espulsioni dal ciclo produttivo. Così come non è tollerabile disperdere competenze, potenzialità di sviluppo e presidi commerciali così importanti”.

Cronaca

Tricase: assolto 34enne accusato di stalking

Pubblicato

il

Era stata richiesta una pena di un anno e mezzo di reclusione per stalking, ma il giudice monocratico ha stabilito che il fatto non sussiste.
Teatro di questa storia è Tricase. Protagonista un uomo di 34 anni, M. B., di professione cuoco, accusato di atti persecutori dalla sua ex.
La vicenda risale a fine 2014 e gli strascichi giudiziari si sono protratti sino ad oggi.

Come racconta nel dettaglio Corriere Salentino, la coppia si lascia e lei, G.C., avvia una relazione con un altro ragazzo. Nonostante i contatti tra i due in causa siano però proseguiti, come testimonia una viaggio insieme nella capitale, la donna decide di querelare il suo ex. L’accusa, condita da un percorso di affiancamento in un centro antiviolenza, non è da poco: stalking. La donna gli rimprovera di usare falsi profili Facebook per diffamarla e sostiene che il suo ex si apposti sotto l’abitazione del suo nuovo ragazzo.
Di quanto sostenuto dall’accusa però non c’è traccia. Serve quindi il supporto di un ingegnere informatico che dimostrerà non solo che le presunte infamazioni non siano mai esistite ma come, piuttosto, tra i due fossero intercorsi, nel periodo in questione, normali conversazioni tramite messaggistica.
L’impianto accusatorio a quel punto si sgretola e l’incubo del 34enne si dissolve quando il giudice, constatando che il fatto non sussiste, lo dichiara innocente.

Continua a Leggere

Cronaca

Controlli stradali: ecco dove e quando nel mese di febbraio

Pubblicato

il

La polizia provinciale rende noti il calendario dei controlli stradale per il mese di febbraio 2020. Eccolo di seguito.

Calendario controlli stradali provincia Lecce

Continua a Leggere

Cronaca

Tap: Striscia torna a San Foca

Pubblicato

il

Nuova capatina in Salento di Pinuccio, l’inviato di Striscia la Notizia.

In un servizio andato in onda stasera, torna a occuparsi della TAP, il gasdotto che porterà in Italia il gas naturale proveniente dall’Azerbaijan, perché pochi giorni fa 18 persone, tra cui alcuni vertici di TAP e la società stessa, sono state citate a giudizio.

Qui il servizio.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus