NOE Lecce: sequestri a Scorrano e Casarano

(22 gennaio) – I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Lecce, diretti dal Capitano Nicola Candido, coadiuvati dalle Stazioni di Scorrano e di Casarano, hanno effettuato due sequestri. Il primo è avvenuto in località “Favorita” a Scorrano, dov’è ieri pomeriggio è stata sottoposta a sequestro un’area di circa 1000 metri quadrati, di proprietà del Comune di Scorrano, sulla quale erano stati collocati 13 cassoni scarrabili colmi di rifiuti, che comprendevano carta, vetro, pneumatici, elettrodomestici e legno.

HPIM1563Nella stessa area, all’interno di un capannone di circa 200 mq., è stata scoperta la presenza di un cumulo di rifiuti di circa 2 mc., costituito da medicinali scaduti, pile esauste e bombolette spray. Il rappresentante legale della Ditta che utilizzava l’area, la Progetto Ambiente Menhir di Diso, che opera nel settore della raccolta dei rifiuti dell’Ato Lecce/2, è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce con ipotesi di reato che comprendono la realizzazione di un centro di stoccaggio di rifiuti senza autorizzazione e l’esercizio della discarica abusiva.

 

 

Il secondo sequestro nella zona industriale di Casarano, lungo il viale antistante il deposito di un’altra azienda operante nel settore della raccolta dei rifiuti. Qui i militari del NOE di Lecce hanno sequestrato altri 8 cassoni contenenti rifiuti non pericolosi (vetro, ingombranti, legno), temporaneamente collocati su di un’area pubblica in assenza di autorizzazioni.

Tags:


Commenti

commenti