Pescoluse: altro sequestro del Noe

Nel prosieguo delle verifiche e delle attività ispettive, disposte dal comando carabinieri per la tutela ambientale di Roma con la direttiva operativa 2018, nei confronti di attività ricettive (lidi, stabilimenti balneari, pizzerie e ristoranti, b&b, hotel, villaggi ecc ecc) situati in località turistiche balneari, militari del Noe di Lecce, comandati dal maggiore Dario Campanella, hanno effettuato il controllo del chioscobar – lido e noleggio ombrelloni denominato “La Liama” sito in località Pescoluse nella Marina di Salve.

Al termine dell’attività vertente sulla verifica di eventuali violazioni alle prescrizioni impartite dagli organi competenti in materia di edilizia, paesaggio e demanio marittimo, regolarità dei sistemi e procedure per lo smaltimento dei rifiuti e degli scarichi, è stata sottoposta a sequestro preventivo d’urgenza un’area di circa 100 mq con struttura in legno costituita da travi, pilastri e copertura con incannucciato, adibita a zona ombreggiante di somministrazione di alimenti e bevande, realizzata in assenza di titolo edilizio e paesaggistico, in ampliamento a quella già autorizzata e che, comunque, non preclude il regolare funzionamento dell’attività.

Intanto, lo stabilimento Sunrise, sequestrato dai carabinieri del Noe il 18 maggio scorso, dopo aver ottemperato alle prescrizioni imposte dalla autorità giudiziaria, a seguito delle verifiche tese al ripristino dello stato dei luoghi, ha ottenuto il dissequestro dell’intera struttura, salvando così la stagione estiva che vedrà l’apertura dei battenti il prossimo fine settimana. Verosimilmente medesimo felice obiettivo sarà raggiunto anche dallo stabilimento Bossanova che nella giornata di domani dovrebbe ultimare i lavori di rimozione degli abusi.

I controllo sono tuttora in corso nelle tre province (Lecce, Brindisi e Taranto) di competenza del comando.

Tags:


Commenti

commenti