No Tap: Prof salentino arrestato in Grecia

Noto a tutti come attivista “no-tap” e sempre in prima linea è finito nei guai in Grecia  Ippazio Luceri, 63 anni di Martano.

Insegnante di Storia al Liceo Scientifico Stampacchia di Tricase, Pati, così come lo chiamano tutti, fermato questa mattina dalla polizia locale in Grecia dove si era unito a degli attivisti del posto impegnati a contrastare il gasdotto dall’altra parte del Mediterraneo.

Ora è in stato di fermo ed aspetta che il suo caso sia esaminato dal Giudice che si occupa della vicenda.

A quanto è dato sapere l’insegnate salentino starebbe anche effettuando lo sciopero della fame insieme al presidente del comitato greco No Tap.

Il fermo è avvenuto a Kavala, vicino al confine con la Turchia, dove un numerosissimo gruppo di contadini della zona si era mobilitato per impedire il passaggio agli operai impegnati nella costruzione delle strutture propedeutiche al gasdotto che partendo dall’Azerbaijan, attraverserà Turchia, Grecia e Albania per giungere fino in Italia, sulla spiaggia di San Foca a Melendugno.

Registriamo anche una nota del segretario nazionale del partito Sinistra italiana, Nicola Fratoianni: “Pati è un insegnante attivista No Tap. Preparatissimo sul tema e giustamente convinto che la lotta contro un’opera poco chiara debba riguardare tutti i Paesi dell’area mediterranea coinvolti. Per questo era in Grecia“.

Ho depositato una interrogazione al governo”, spiega Fratoianni, “per fare in modo che intervengano e tutelino i diritti di Pati, che significa anche difendere le ragioni di una protesta inascoltata“.

Tags:


Commenti

commenti