Connect with us

Castro

Sbarco di migranti a Castro

In 21 hanno raggiunto all’alba le coste salentine su uno scafo poi allontanatosi velocemente

Pubblicato

il

In 21, 16 uomini e 5 donne, sono sbarcati in Salento all’alba, a margine dell’ultimo (in ordine di tempo) viaggio della speranza.

Si tratta di migranti giunti in Italia su un gommone e scesi a terra a Castro, dove un cittadino li ha notati ed ha allertato le forze dell’ordine.

Immediato l’intervento via terra e via mare, da un lato dei carabinieri di Tricase, dall’altro della guardia costiera e della finanza. In poco tempo, una imbarcazione sospetta è stata fermata a poche miglia dalla scogliera di Marina Serra (Tricase). Sul natante lungo 7 metri, un greco ed un albanese, al momento i pricipali sospettati nella ricerca agli scafisti.

I migranti nel frattempo, di origine iraniana, siriana e somala, sono stati trasferiti al centro d’accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto. Le indagini riguardanti il loro arrivo passano ora in mano al pool anti-immigrazione che, oltre a stabilire se i due fermati in mare possano essere degli scafisti, proverà a contestualizzare lo sbarco di stamattina. Si teme infatti che si possa trattare di un segnale di riapertura della rotta del canale d’Otranto in seguito all’esponenziale aumento di migranti fermi in Grecia, bloccati dalla chiusura delle frontiere del nord Europa.

Castro

Giornata di incendi lungo la costa adriatica

Tra Castro e Santa Cesarea intervenuti 2 fireboss

Pubblicato

il

Un incendio di grosse dimensioni ha colpito nel pomeriggio di domenica la macchia di Santa Cesarea Terme e Castro.

Per domare le fiamme, sul posto due squadre della protezione civile, con 10 operatori, hanno supportato il lavoro dei Vigili del Fuoco.

L’area interessata è tale da aver reso necessario il decollo, attorno alle 15, di due fireboss.

L’intervento tra Castro e Santa Cesarea non è l’unico di giornata. Tutto il litorale è stato flaggellato da piccoli e grandi roghi in vari punti. Uno di questi a Tricase Porto, nell’entroterra di Borgo Pescatori. Anche qui uomini al lavoro nel pomeriggio per domare le fiamme.

(foto di Protezione Civile Marittima)

Continua a Leggere

Appuntamenti

Premio Castrum Minervae

A Castro, la XIV edizione: domenica, 4 agosto 2019, ore 21, Piazza Vittoria

Pubblicato

il

La Perla del Salento dischiude il “cuore” del suo borgo per offrire ai turisti, ospiti, visitatori, e agli stessi residenti, una nuova tornata della prestigiosa manifestazione di cui all’oggetto, che si colloca in posizione indubbiamente apicale, vero e proprio fiore all’occhiello, nel novero degli eventi promossi e organizzati per la stagione estiva.

Si scrive “cuore”, nel caso specifico, con riferimento al sito dell’ambientazione, già che non può trovarsi un’accezione maggiormente adatta da abbinare al prezioso slargo, pregno di storia e d’armonia, delimitato, su un versante, dalla facciata nord della ex cattedrale, inclusi i resti dell’antichissima cripta bizantina.

Al riaffacciarsi di ogni edizione, mette in primis conto di rimarcare l’illuminata e lungimirante scelta compiuta nel 2006 dagli amministratori cittadini pro tempore che idearono e decisero di dar vita all’iniziativa e, insieme, di ricordare e porre in risalto le finalità e gli obiettivi del Premio,  scritti nella carta istitutiva: dare un riconoscimento a tutti coloro che, con il loro amore, il loro impegno, la loro professionalità, hanno permesso di far conoscere meglio Castro, il Salento e il nostro bellissimo territorio regionale.

Il “Castrum Minervae”, nel fedele rispetto degli anzidetti principi, è andato progressivamente crescendo in  spessore e qualità; fra i tanti che ne sono stati di volta in volta destinatari, si citato il compianto Giovanni Semeraro, ex patron dell’Unione Sportiva Lecce, il Prof. Ernesto Sticchi Damiani (professore emerito dell’Università del Salento), l’attore Franco Nero e il Prof. Francesco D’Andria, che ha diretto tutte le ricerche archeologiche sul territorio di Castro.

L’edizione di quest’anno, che prevede la consegna ai prescelti di un’opera raffigurante la dea Minerva, realizzata a mano in ceramica maiolica con doppia cottura da un’artista di Copertino, Mariagrazia Strafella, consterà delle seguenti categorie: per il social; per lo sport; per la TV; per l’imprenditoria; per la cultura.

L’edizione sarà, infine, integrata da un Premio Speciale.

La scaletta della manifestazione sarà inframmezzata e arricchita dagli interventi musicali di un Ensemble, costituito ad hoc per il Premio, formato da docenti – solisti di viola, violoncello, violino e percussioni, abbinati a letture e recitazioni.

I nominativi dei premiati riecheggeranno direttamente dal palco di Piazza Vittoria.

Rocco Boccadamo

Continua a Leggere

Appuntamenti

Cammariere in concerto a Castro

Giovedì 1 agosto (ore 21,30 – ingresso libero, posti a sedere fino a esaurimento) in Piazza Dante nella Marina

Pubblicato

il

Giovedì 1 agosto (ore 21,30 – ingresso libero, posti a sedere fino a esaurimento) in Piazza Dante a Castro Marina il cantautore Sergio Cammariere aprirà “Approdi Sonori“, rassegna promossa dal Comune di Castro.

Il concerto è organizzato in collaborazione con il festival Sud Est Indipendente, ideato, organizzato e promosso da Coolclub con la direzione artistica di Cesare Liaci, sostenuto da MibacRegione Puglia e altri partner pubblici e privati.

Musicista, compositore e interprete di rara e raffinata intensità espressiva, Cammariere ha nella sua anima l’eco delle note dei grandi maestri del jazz, i ritmi latini e sudamericani, la musica classica e lo stile della grande scuola cantautoriale italiana.

Soprattutto, una innata predisposizione per la composizione musicale e l’improvvisazione. Nella storica piazzetta de “La perla del Salento” il cantautore calabrese proporrà, oltre ai pezzi più celebri della sua lunga carriera, anche i brani del decimo disco La fine di tutti i guai, prodotto da Giandomenico Ciaramella per Jando Music, dallo stesso Cammariere per Grandeangelo SRL e da Aldo Mercurio in coproduzione con Parco della Musica Records e distribuito da Egea.

Undici tracce che compongono un grande viaggio musicale nei generi e nelle citazioni, seguendo il tema dell’amore come sentimento al quale non si può resistere, disperato e piacevole. Una svolta pop dell’artista calabrese che, senza tradire il jazz, racconta l’amore in tutte le sue declinazioni musicali, nel solco di una grande tradizione che va dalla musica latino–americana e brasiliana, fino al blues e al jazz.

A dare leggerezza al tutto, i testi semplici, poetici e riflessivi dell’amico Roberto Kunstler.

“La fine di tutti i guai è quel momento che tutti vorremmo raggiungere, potrebbe sembrare un’utopia vivere una vita senza problemi, ma in questo disco racconto l’amore perché l’amore è quello stato mentale, quel sentimento che aiuta a dimenticare e che ti fa scoprire la bellezza”, spiega Cammariere. Nel disco hanno suonato i musicisti che da sempre accompagnano Sergio nei live: Amedeo Ariano alla batteria, Luca Bulgarelli al contrabbasso, Daniele Tittarelli al sax soprano e Bruno Marcozzi alle percussioni.

Tra gli ospiti dell’album, il violinista albanese Olen Cesari, il chitarrista brasiliano Roberto Taufic e l’organetto di Alessandro D’Alessandro. Chiudono la sessione di registrazione Alfredo Golino alla batteria e Maurizio Fiordiliso alle chitarre elettriche.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus