SS 275: che sia la volta buona?

Il CdA di Anas ha approvato il progetto definitivo del primo tratto dell’itinerario Maglie-Leuca sulla strada statale 275, da Maglie fino alla zona industriale di Tricase, per un’estensione complessiva di circa 23 km ed un costo complessivo di circa 244 milioni di euro.

Il progetto dell’intervento, sviluppato a seguito della revoca della procedura di gara avviata negli scorsi anni  è stato redatto sulla base dei numerosi confronti tenuti presso la Cabina di Regia istituita presso la  Regione Puglia con il duplice intento di condividere con le Istituzioni locali e regionali le scelte progettuali e di velocizzare l’acquisizione delle autorizzazioni normativamente previste.

Anas spiega di aver suddiviso il primo lotto funzionale predisposto per il riappalto dei lavori, in tre stralci funzionali: il primo dal km 0,000 al km 10,500 (da Melpignano a Scorrano); il secondo stralcio dal chilometro 10,500 al chilometro 18 (da Botrugno a Surano); il terzo dal chilometro 18 al chilometro 23,300 (da Surano alla zona industriale di Tricase-Specchia-Miggiano).

I lavori previsti: in primis, l’allargamento della sede stradale da 16 a 22 metri, nel tratto da Melpignano fino a Scorrano e da 8 a 22 metri da Scorrano fino a Montesano Salentino, con l’adeguamento alla sezione stradale al tipo B (strade extraurbane principali), come previsto nel decreto ministeriale 5/11/2001.

Sarà poi realizzata una nuova sede stradale larga 22 metri, da Surano alla Zona Industriale Tricase-Specchia-Miggiano con l’adeguamento alla sezione stradale al tipo B (strade extraurbane principali. Toccherà poi alla realizzazione di un sistema di strade di servizio per consentire l’accesso ai fondi interclusi ed alle aree artigianali-produttive esistenti, il progetto prevede – oltre alla realizzazione dell’asse principale e delle corsie dedicate – anche la realizzazione di  15 svincoli, in parte in adeguamento ed in parte di nuova realizzazione necessari per consentire un adeguato inserimento dell’infrastruttura con la viabilità esistente.

I territori comunali interessati dall’adeguamento saranno: Melpignano, Maglie, Muro Leccese, Scorrano, Botrugno, San Cassiano, Nociglia, Surano, Montesano Salentino, Andrano, Tricase.

Nel contempo, Anas ha delineato anche un’ipotesi progettuale per il secondo tratto, compreso tra la zona industriale di Tricase e Santa Maria di Leuca, proponendo, sempre attraverso il coordinamento della cabina di regia istituita presso la Regione Puglia, tracciati alternativi rispetto a quello previsto dal progetto definitivo già approvato.

Per tale secondo tratto si stanno raccogliendo e recependo le varie indicazioni del territorio al fine di addivenire ad una condivisione del tracciato definitivo da adottare, prima di avviare la progettazione esecutiva e l’acquisizione di tutti i pareri necessari.

Tags:


Commenti

commenti