Connect with us

Alliste

Calamità naturale: pubblicato decreto Ministero

I danni ammontano a 180.696.550 milioni, con valori che superano il 30% della produzione lorda vendibile. Coldiretti: “Accesso alle risorse del Fondo di solidarietà nazionale, grazie al pressing di Coldiretti, è stato esteso anche a beneficio delle colture assicurabili”. Tutti i Comuni a cui è stato riconosciuto lo stato di calamità

Pubblicato

il

CALAMITÀ: COLDIRETTI PUGLIA, PUBBLICATA DECLARATORIA MINISTERO PER 180MLN EURO DANNI; ESTESO FONDO SOLIDARIETA’ ANCHE A COLTURE ASSICURABILI

 

Pubblicato oggi il Decreto del Ministero delle Politiche Agricole di declaratoria per eccezionali avversità atmosferiche, in particolare gelate e nevicate, verificatesi nei territori della regione Puglia dal 5 al 12 gennaio scorsi.

L’elemento essenziale ed assolutamente innovativo“, dichiara il presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele ,” è che l’accesso alle risorse del Fondo di solidarietà nazionale, grazie al pressing di Coldiretti, è stato esteso anche a beneficio delle colture assicurabili, che altrimenti sarebbero rimaste fuori dalle misure d’intervento. La straordinaria ondata di maltempo che ha colpito la Puglia con i danni di inusitata gravità a strutture agricole, produzioni arboree e in pieno campo e allevamenti con centinaia di animali morti, ha messo ancor più in evidenza la fragilità del sistema agricolo e ha reso non più differibile l’attivazione di una strategia normativa e tecnica utile all’immediato ripristino produttivo delle imprese colpite. Essere riusciti ad ottonere la declaratoria per tutte le province pugliesi è stato un atto doveroso d parte di tutto il sistema Puglia”.

Dai sopralluoghi effettuati nelle 6 Province, secondo la nota della Regione, i danni ammontano a 180.696.550 milioni, con valori che superano il 30% della produzione lorda vendibile, valore percentuale minimo accertato che consente di accedere al Fondo di Solidarietà nazionale.

L’estensione del fondo di solidarietà nazionale anche a beneficio delle colture assicurabili“, aggiunge Angelo Corsetti, direttore di Coldiretti Puglia, “che, altrimenti sarebbero rimaste fuori dalle misure d’intervento, è sicuramente un primo passo per aiutare gli agricoltori pugliesi che hanno subito ingenti perdite a causa della straordinaria ondata di maltempo del gennaio 2017. L’attivazione del Fondo consente alle imprese agricole danneggiate dagli eventi calamitosi di godere di tutti gli interventi di sostegno previsti a legislazione vigente come, in particolare, l’erogazione di contributi in conto capitale fino all’80% del danno sulla produzione lorda vendibile ordinaria, l’attivazione di prestiti ad ammortamento quinquennale per le maggiori esigenze di conduzione aziendale, la proroga delle rate delle operazioni di credito in scadenza, l’esonero parziale dal pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali propri e dei propri dipendenti e l’ottenimento di contributi in conto capitale per il ripristino delle strutture aziendali danneggiate e per la ricostituzione delle scorte eventualmente compromesse o distrutte”.

In provincia di Lecce lo stato di calamità è stato riconosciuto per i Comuni di  Alliste, Arnesano, Carmiano, Carpignano Salentino, Castrignano De’ Greci, Cavallino, Copertino, Galatina, Galatone, Giuggianello, Guagnano, Lecce, Lequile, Leverano, Martano, Matino, Minervino Di Lecce, Muro Leccese, Nardò, Racale, Salice Salentino, San Pietro In Lama, Sanarica, Taviano, Trepuzzi, Ugento, Veglie.

Alliste

Alberi in fiamme: incendio domato tra Alliste e Racale

Sospettato dolo: individuati più roghi in più punti separati

Pubblicato

il

Un incendio a macchia di leopardo ed un Ferragosto di lavoro per i volontari della protezione civile di Alliste e Matino che sono intervenuti per domarlo.

È trascorso cosi il pomeriggio di ieri nelle campagne tra Alliste e Racale. Più alberi d’ulivo dati alle fiamme hanno ridotto in fumo centinaia di metri quadri di terreni.

Il tutto è iniziato attorno a mezzogiorno quando il cielo ha iniziato a tingersi di nero. Ci sono volute quasi 5 ore per domare le fiamme. E ad intervento concluso la sensazione è stata quella di aver domato un incendio doloso. I roghi infatti sono divampati in più punti. Ravvicinati sì, ma separati tra loro. Come se qualcuno avesse deciso di dare alle fiamme più alberi.

La ricostruzione dell’accaduto è ancora in fase di studio per risalire ad eventuali responsabili.

Foto di Protezione Civile Alliste Felline

Continua a Leggere

Alliste

Spintona e minaccia i Carabinieri: arrestato

L’uomo, resosi conto dell’arrivo dei militari per un controllo, aveva gettato…

Pubblicato

il

I Carabinieri di Casarano hanno arrestato per minaccia, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e detenzione abusiva di armi Santoro Alessandro, classe ’82, residente ad Alliste.

L’uomo, resosi conto dell’arrivo dei militari per un controllo, aveva gettato, nella speranza di farla franca, una pistola tipo revolver, calibro 11 priva di marca e matricola, all’interno del giardino adiacente alla propria abitazione.

Il trentasettenne di Alliste, convinto di poter eludere o far desistere i militari dal controllo ha minacciato e spintonato i militari.

L’arma recuperata è stata sottoposta a sequestro. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato  accompagnato presso la casa circondariale di Lecce su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Continua a Leggere

Alliste

Scuola: Alliste chiama e l’Europa risponde

L’Istituto Comprensivo “Italo Calvino” ha ottenuto il finanziamento per altri due progetti di partenariato europeo che prevedono il coinvolgimento degli alunni e dei docenti, oltre all’intera comunità locale

Pubblicato

il

Alliste chiama e l’Europa risponde non una, non due, ma ben tre volte. Appena di rientro dalla Guyana francese in America Latina (nell’ambito del progetto intercontinentale sul trattamento dei rifiuti domestici e valorizzazione) , il dirigente scolastico Filomena Giannelli fa sapere che l’Istituto Comprensivo “Italo Calvino” di Alliste ha ottenuto il finanziamento per altri due progetti di partenariato europeo che prevedono il coinvolgimento degli alunni e dei docenti dell’Istituto comprensivo di Alliste, oltre all’intera comunità locale. Un progetto si svolgerà tra Italia, Portogallo, Turchia e Romania e Polonia, avrà, quale argomento, la “Consapevolezza e miglioramento dell’uso sicuro e razionale dei Social Media” e sarà coordinato dall’Istituto Comprensivo “Italo Calvino”.

L’altro si svolgerà tra Italia, Romania, Turchia, Spagna, Ungheria e Lituania, verterà su “La robotica contro il bullismo” e sarà coordinato dall’Istituto Rumeno.
«Oggi la nostra vita è strettamente connessa con Internet, tanto che la maggior parte di noi non potrebbe immaginare in modo diverso la propria vita. Inoltre, spesso, i ragazzi sono lasciati soli nelle loro attività online, con la conseguenza che non riescono a percepire la differenza tra il reale ed il virtuale», dichiara soddisfatta la dirigente Giannelli, «il primo progetto si pone l’obiettivo di aiutare i nostri studenti ad affrontare la vita tenendo presente il proprio benessere ed il successo nella vita sociale. Il secondo progetto, invece, si propone di avvicinare i ragazzi allo studio della robotica e sottrarli al branco che spesso li spinge verso comportamenti scorretti nei confronti dei compagni, atteggiamenti che, spesso, sconfinano nel bullismo e nella violenza».

Alliste partecipa così alla crescita della comunità scolastica e dei suoi alunni provenienti anche da paesi vicini come Taviano, Racale, Melissano, Ugento e Taurisano, offrendo l’opportunità di conoscere il mondo che li circonda con viaggi europei e extraeuropei.

Da sempre infatti l’Istituto comprensivo di Alliste è un polo fortemente attrattivo perchè specializzato nella musica, nelle lingue straniere e nei progetti europei.
«Il finanziamento dei due nuovi progetti Erasmus+ corona l’impegno ed il lavoro di un gruppo di docenti motivati a confrontarsi con altre realtà scolastiche per migliorare la nostra scuola. Si tratta di una nuova e grande sfida educativa che consiste nell’utilizzare l’entusiasmo degli adolescenti verso i social media, l’informatica e la robotica per sfruttarlo nell’istruzione», spiega la dirigente, «il progetto aiuterà i giovani a essere consapevoli dei propri bisogni educativi, gli studenti avranno una maggiore familiarità con i processi di apprendimento ed impareranno come organizzare un proprio metodo di studio».

Sono previsti spostamenti degli studenti, accompagnati dai docenti, nei paesi dei partners del progetto e la visita dei partners nel nostro paese.

Donatella Coppola

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus