A Castro il turismo è giovane

È appena nata una stretta collaborazione tra l’ATOC –Associazioni Operatori Turistici Castro e cinque giovani responsabili dell’area “Turismo” di Pro Salento, una collaborazione che punta a generare e realizzare tante piccole e grandi buone pratiche e buone idee con un solo obiettivo: accendere e puntare i riflettori del turismo primavera – estate – autunno 2014 su una delle più belle, suggestive e rinomate località della costa adriatica pugliese, Castro, conosciuta universalmente come la “Perla del Salento”.

castroL’idea è scaturita dal nuovo direttivo dell’associazione castrense, con a capo il neo presidente Angelo Ciriolo, il quale ha le idee piuttosto chiare sul da farsi e sugli strumenti da utilizzare: creatività, comunicazione, nuovi media, marketing mirato e “smart” per mettere in atto l’ambizioso progetto di Castro come “città-borgo ospitale”, capace di offrire al turista moderno una serie di servizi coordinati da un unico polo organizzativo che gestirà il soggiorno a 360 gradi, dalla ricettività, all’informazione, all’intrattenimento.  E’ stata proprio questa idea-progetto che ha portato ATOC a contattare i giovani promotori del gruppo Pro_Salento, i quali da diversi anni con il progetto “Repubblica Salentina” si occupano di promozione innovativa del territorio.

I giovani, appena diciottenni, che hanno preso in carico il delicato ma stimolante compito sono Chiara Blè, Giorgia Carpinello, Mattia Iuliano, Marco Perrone ePaola Vergine. Hanno già molte idee in cantiere e nei prossimi giorni le esporranno al direttivo dell’ATOC. Confidano di poter dare in poco tempo, grazie all’uso delle tecnologie innovative di comunicazione di cui sono ottimi conoscitori, la giusta luce e notorietà che Castro sicuramente merita.

Sono anni che seguiamo le attività e l’inventiva di questi giovani”, afferma il presidente Ciriolo, “e le loro idee, le loro azioni, insomma il loro stile ci piace molto. Anche da parte nostra, nel nostro staff, ci sono delle ottime risorse creative e l’idea che i due gruppi possano cooperare ci dà una sorta di garanzia di successo. L’ATOC è decisa ad innovarsi e a presentare le grandi ricchezze che Castro ha di suo, culturali, storiche, naturalistiche e di tradizioni, sotto una nuova luce, una luce capace di comunicare in termini moderni “la grande bellezza” di questo splendido angolo d’Italia”.

Tags:


Commenti

commenti