Connect with us

Attualità

Dal Salento al Vaticano, “Il Bene che ti Voglio” conquista Papa Francesco

Il Pontefice invita l’associazione Strada Facendo e le sue operatrici a “continuare a lavorare al fianco e per i giovani, per la promozione del rispetto e contro qualsiasi forma di violenza”

Pubblicato

il

“Il bene che ti voglio è uno sguardo d’amore, una parola di speranza, un abbraccio di pace, un gesto di bontà. È un viaggio nella vita di chi non vuol più vivere, è un sorriso lì dove le lacrime sono l’unico segno di vita, è un cuore che sa donarsi e condividere”.

La consegna della maglietta gialla a Papa Francesco

La consegna della maglietta gialla a Papa Francesco

Dalla presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini al cantante Claudio Baglioni, passando per Luciano Melchionna, Carlo Verdone, Alessio Boni, Edoardo Leo, Le Iene Pio e Amedeo, Daniele Greco, Alessandro Haber, Ficarra e Picone sino a raggiungere il cuore di Papa Francesco. In Vaticano il Pontefice ha, infatti, “sposato” il progetto leccese Il Bene che Ti Voglio. Solo pochi minuti di conversazione con la presidente dell’associazione Strada Facendo, Alessandra Lezzi, promotrice dell’iniziativa, sono bastati per Papa Francesco per invitare l’associazione e le sue operatrici a “continuare a lavorare al fianco e per i giovani, per la promozione del rispetto e contro qualsiasi forma di violenza”. Poi la consegna, un momento indimenticabile, della maglietta simbolo de Il Bene che Ti Voglio al Santo Padre, naturalmente di colore giallo. Da qui si ricomincia e si riparte in un percorso pieno di ostacoli nel segno dell’amore e della condivisione sociale.

Sono state due settimane intense quelle appena trascorse per l’Associazione Strada Facendo impegnata a tempo pieno nella promozione del Progetto Il Bene che Ti Voglio per la prevenzione delle forme di violenze e di cyberbullismo.

A distanza di un anno dalla presentazione del Progetto in piazza Mazzini a Lecce, con la campagna mediatica lanciata da testimonial del mondo dello spettacolo e sportivi, tanto è stato fatto. Tanti sono i testimonial che a livello nazionale continuano ad aderire al progetto indossando la maglietta simbolo della lotta alla violenza.  Attualmente il progetto si sta sviluppando nelle scuole della Puglia attraverso il coinvolgimento di genitori, educatori e soprattutto degli adolescenti delle scuole medie e degli istituti superiori.

L’obiettivo era quello di creare una grande rete per prevenire e contrastare la violenza su donne e minori e giorno dopo giorno Il bene che ti voglio è sempre più al fianco dei più deboli per aiutarli a crescere al sicuro dalla violenza e dalle discriminazioni.

La scorsa settimana Alessandra Lezzi, la presidente di Strada Facendo, insieme ad alcuni operatori  sono arrivati in Moldavia per trascorrere alcuni giorni con i bambini di strada della Fondazione Regina Pacis di Chisinau. Il Bene che ti Voglio ha portato sorrisi e calore ai bimbi accolti dalla Fondazione grazie all’ammirevole opera  di Don Cesare Lodeserto. Venti bambini senza mamma né papà con alle spalle un passato di miseria e violenza.

Tra questi bimbi vi era Vasile, un bimbo di dieci anni, autore di una bellissima lettera inviata al Papa e contenuta nel libro ‘I bambini d’Europa scrivono a Papa Francesco’ presentato a Verona lo scorso 13 maggio, occasione nella quale è stato presentato il Progetto Il Bene che Ti Voglio che ha riscontrato la benevolenza  di tutti gli intervenuti.

Attualità

Una scuola come nuova per Otranto

Per primaria e secondaria un edificio più sicuro, funzionale e bello

Pubblicato

il

Negli ultimi mesi, sono stati eseguiti interventi che hanno riconsegnato a ragazzi e docenti un edificio più sicuro, funzionale e bello.

La struttura è stata messa in sicurezza negli elementi strutturali e impiantistici, adeguata sismicamente e rinnovata funzionalmente nella palestra, negli spazi esterni e nei due ingressi (oggi un percorso coperto protegge i ragazzi fino ai cancelli).

L’inserimento di un ascensore ha reso fruibile il primo piano anche ai diversamente abili.

La scuola secondaria

La palestra

Continua a Leggere

Attualità

Taviano senz’acqua martedì 15 ottobre

Sospensione dell’erogazione idrica dalle 8 alle 16: Aqp raccomanda ai residenti della cittadina di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dall’interruzione idrica

Pubblicato

il

Giornata di possibili disagi quella del prossimo 15 ottobre (martedì) a Taviano.

L’acquedotto Pugliese ha infatti annunciato attraverso il proprio sito che sarà sospesa l’erogazione dell’acqua per otto ore dalle 8 del mattino alle 16.

L’interruzione sarà necessaria per permettere ad Acquedotto Pugliese di effettuare alcuni interventi per il miglioramento del servizio nell’abitato tavianese.

Per consentire l’esecuzione di tali opere, dunque, sarà sospesa temporaneamente la normale erogazione idrica.

I disagi, naturalmente, riguarderanno quegli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Aqp raccomanda ai residenti della cittadina di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dall’interruzione idrica.

I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi.

Per maggiori informazioni: numero verde 800.735.735; www.aqp.it (sezione “Che acqua fa?”).

Continua a Leggere

Attualità

Bellanova: “Consulta per crisi climatica e priorità agricole”

L’annuncio della ministra salentina: «Coinvolgeremo anche Enti, Università, imprenditori, organizzazioni agricole e industriali, sindacati, parlamento, regole, cittadini, in un processo partecipativo di scrittura del futuro agricolo, alimentare e ambientale del Paese»

Pubblicato

il

«È  mia intenzione dare vita al Ministero a una Consulta permanente per la crisi climatica e le priorità agricole per costruire insieme il piano strategico nazionale, coinvolgendo anche Enti, Università, imprenditori, organizzazioni agricole e industriali, sindacati, parlamento, regole, cittadini, in un processo partecipativo di scrittura del futuro agricolo, alimentare e ambientale del Paese».

Lo ha annunciato la ministra delle politiche agricole alimentari e forestali  tera Bellnova che ha aggiunto: «Il nostro faro sono gli Obiettivi sostenibili dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, all’interno dei quali l’Italia e la sua agricoltura devono ritrovare un ruolo guida».

«La nostra priorità assoluta è tutelare il reddito degli agricoltori», ha sottolineato l’ex sindacalista di Ceglie Messapica, «la via primaria è garantire competitività alle imprese, a partire dall’utilizzo della leva fiscale».

Presentando le linee programmatiche del dicastero in un’audizione alle commissioni dell’Agricoltura riunite di Camera e Senato la Bellanova ha concluso: «Anche in questa sede voglio ribadire che, come concordato con il ministro dell’Economia Gualtieri escludo un taglio delle agevolazioni per il gasolio agricolo. La missione complessiva del governo è quella di garantire una diminuzione della pressione fiscale e in questo contesto credo vada assicurata attenzione alle esigenze del comparto agricolo».

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus