Quando il mare è di tutti

La giunta regionale ha incluso tra gli “interventi in favore dei diversamente abili” l’assegnazione ai 69 Comuni costieri pugliesi di sedie job, attrezzate per l’accesso al mare dei cittadini diversamente abili in totale sicurezza.

cof

Il Comune di Otranto, sempre più attento alle tematiche di inclusione sociale, ha accolto positivamente tale iniziativa e si è subito attivato per portare avanti correttamente tutte le procedure richieste.

Le spiagge libere del litorale otrantino fornite di sedie job sono:  Madonna dell’Altomare; Molo Via C. Colombo; Zona Punta (nei pressi del lido Fuorirotta); Porto Badisco; Alimini (nei pressi del lido 2 Laghi); Frassanito.

Prende cosi il via l’iniziativa “Il mare è di tutti” che prevede appunto l’utilizzo gratuito di sedie job su tratti di spiagge libere. “Ho pensato e scelto questo nome perchè il mare non deve generare barriere e divisioni”, dichiara l’assessore Cristina de Benedetto che ha seguito personalmente l’intera procedura.

Il servizio nasce con la volontà di assicurare una piena accessibilità al mare e la libera fruizione anche ai disabili. Un’iniziativa che mi auguro possa essere solo la prima di una lunga serie, nell’intento di favorire una maggiore autonomia e partecipazione di tutti alla balneazione. Sarà compito della nostra amministrazione rivolgere uno sguardo sempre costante ai diversi bisogni ed esigenze primarie del cittadino e concentrare le forze”, conclude la de Benedetto, “ laddove tali diritti vengano vessati dalla troppa burocrazia”.

Tags:


Commenti

commenti