Vacanze? Sogno il Salento…

Autorevoli indagini come quella realizzata da SWG e ora anche servizi di importanti testate giornalistiche nazionali come quella del tg5.

mareLa Puglia e il Salento in particolare sono sulla cresta dell’onda per quanto riguarda l’attrattività turistica, secondo l’importante istituto demoscopico si trovano in testa alla classifica quale meta più appetibile per le vacanze per i turisti italiani e con un’ottima capacità attrattiva anche per i turisti europei tanto da risultare coinvolgente per oltre il 50% dei tedeschi, svizzeri e austriaci e per oltre il 40% dei francesi, britannici, belgi e olandesi.

Fattori di appeal sono gli eventi tradizionali, culturali, musicali e folkloristici, nonché spirituali; ma anche l’offerta enogastronomica e la varietà delle proposte di soggiorno, valutate adatte alle famiglie e capaci di unire qualità e convenienza.

A generare e sostenere la notorietà e l’immagine turistica della Puglia è anche l’attività di comunicazione svolta in questi ultimi anni, che ha toccato circa il 30% dell’opinione pubblica nazionale, con un bacino pari a oltre 14 milioni di contatti e il 10% dell’opinione pubblica europea, con un bacino tra i 26 e i 28 milioni di contatti.

A celebrare la Puglia anche le classifiche di Tripadvisor che registrano il boom di interesse dei turisti, 5 volte tanti quelli che visitano la Sardegna, con l’8,5% di stranieri in più rispetto all’anno scorso, ormai un quinto del totale. Persino il New York Times la cita fra i 15 posti da visitare prima che diventino famosi. 

Come spiega il servizio andato in onda lo scorso 16 febbraio nel tg5 delle ore 13, un’accelerata al processo di notorietà è stato senz’altro offerto dai circa 300 film girati in Puglia negli ultimi anni. Una manna per far conoscere la regione nel mondo é stato spiegato alla Bit, la Borsa Internazionale del Turismo che si è appena conclusa.

Vaste di Poggiardo

Vaste di Poggiardo

Non sono mancate le citazioni per il mare imperdibile di Castro, Otranto, o Santa Cesarea sull’Adriatico o quello di Leuca o Gallipoli sullo Ionio, ma i riflettori sono stati puntati in generale su una terra da esperienze ritenute uniche per la sua realtà rurale e moderna, i castelli e le cattedrali, l’enogastronomia. E poi l’arte, la cultura, il trionfo del barocco ed i borghi sorprendenti come quello medioevale di Vaste di Poggiardo ritenuto di un’atmosfera da Italia anni ’60 con la sua piazza con un museo e parco archeologico messapico di venti ettari.

Carlo Quaranta

Tags:


Commenti

commenti