“I luoghi di Renata” a San Cassiano, ricordando Renata Fonte

Domenica 14 ottobre, nel frantoio ipogeo di San Cassiano, verrà inaugurata la mostra fotografica dedicata a Renata Fonte, l’assessore alla cultura e alla pubblica istruzione di Nardò negli anni ’80, che pagò con la vita la difesa estrema della sua terra e fu uccisa il 31 marzo del 1984.

Dopo Nardò, la mostra girerà il del Salento per sensibilizzare studenti e visitatori sul tema della tutela dell’ambiente. Realizzata nell’ambito del Festival La Notte della Taranta, promossa dall’Associazione ConTatto onlus di San Cassiano, “I Luoghi di Renata” è un viaggio fotografico curato da Palo Laku e la giornalista di Gabriella Della Monaca che esplora la natura e l’intima solitudine di Renata Fonte.

Alla speculazione edilizia e alla minaccia di cementificazione dell’incantevole baia di Porto Selvaggio, Renata Fonte oppose la cultura della bellezza e della salvaguardia dell’ambiente. La mostra sarà aperta sino al 4 novembre.

Tags:


Commenti

commenti