Connect with us

Scorrano

Scorrano, Schola Chantorum: applausi… vaticani!

La Schola Cantorum Francescana di Scorrano ha scritto una pagina importante sul proprio curriculum. Il 3 giugno scorso, nella Basilica vaticana e sulla Cattedra di San Pietro ha animato la Santa Messa.

Pubblicato

il

La Schola Cantorum Francescana di Scorrano ha scritto una pagina importante sul proprio curriculum. Il 3 giugno scorso, nella Basilica vaticana e sulla Cattedra di San Pietro ha animato la Santa Messa.
“È stata un’emozione indescrivibile”, racconta Il presidente della Schola Cantorum, Lucio Balzano, “specialmente quando, nel corso della Santa Messa, dall’Altare son partiti elogio e ringraziamento nei confronti della Schola Cantorum da parte del Decano della Cappella Sistina concelebrante, insieme al nostro padre spirituale padre Vittorio Nardomarino. Mai in Vaticano, al termine di una Santa Messa si era verificato che i numerosi fedeli presenti in San Pietro indirizzassero un applauso all’indirizzo del coro! Applauso che ha acquisito ancor più significato perché è partito dai commessi della Basilica, che di cori ne sentono sempre. Senza presunzione posso dire che siamo riusciti a trasmettere qualcosa.
Come presidente, e assieme al direttore artistico Florindo Pizzole
ed al pianista Antonio Calabrese, ne sono profondamente onorato”.

Continua a Leggere

Cronaca

Scorrano: sequestrato impianto sportivo abusivo

Campo di calcetto, spogliatoi, bar, magazzini: tutto senza alcuna autorizzazione

Pubblicato

il

Aveva realizzato un impianto sportivo con campo di calcetto, munito di ogni locale occorrente ma privo di ogni autorizzazione.

R. A. G., di Scorrano, è stato deferito dai carabinieri di Maglie a conclusione di accertamenti avviati sul sospetto di reato di “esecuzione di opere edili abusive”.

Nel dettaglio, le opere abusive sono così composte: un campo da calcetto in erba sintetica di 160 metri quadrati circa munito di panchine, impianto di illuminazione, recinzione metallica e rete di copertura;
locale spogliatoio diviso in due ambienti di complessivi di 57 metri quadrati, munito di arredi, locali docce e servizi igienici;
un locale bar munito di bancone, con copertura in legno a tetto spiovente delle dimensioni di 93 metri quadrati circa;
due locali magazzino in legno e muratura di complessivi 22 metri quadrati circa;
locale deposito acqua in muratura delle dimensioni di mq.9 circa;
due gradinate con base in muratura e sedute in cemento delle dimensioni rispettive di mt.1.10 x 2.10 ciascuna.

I militari stanno effettuando ulteriori accertamenti per verificare la regolarità di altri impianti presenti nel circolo sportivo. Le opere abusive sono state sottoposte a sequestro.

Continua a Leggere

Cronaca

Incidente stradale sulla Supersano-Scorrano

Pubblicato

il

Schianto in auto in mattinata sulla strada provinciale che da Supersano porta a Scorrano. Il sinistro è avvenuto dopo le 10e30, sull’asfalto bagnato dalla pioggerellina mattutina che ha preceduto i forti acquazzoni odierni.

Soccorso conducente della vettura incidentata, non in gravi condizioni. Sul posto, come si vede dalle foto pubblicate dalla pagina Facebook “Protezione Civile Salento”, si è immediatamente recato un carro attrezzi per rimuovere i mezzi coinvolti.

Il sinistro è uno dei tanti registrati oggi, anche a causa delle avverse condizioni meteo che hanno portato alla caduta di alberi e, in un caso, anche all’allaggamento di strade con vetture sommerse.

Continua a Leggere

Cronaca

Operazione “Tornado”: revocata licenza a Donato Mega

Intrecci con Padreterno ed il sodalizio mafioso per il nuoto fuochista, Intanto si sono costituiti i tre ragazzi di “Padreterno” ancora latitanti. Interrogato il sindaco Stefanelli, ipotesi scioglimento per il Comune di Scorrano

Pubblicato

il

Colpiti da ordine custodia cautelare nell’ambito dell’Operazione Tornado, si sono presentati presso la caserma di Maglie, accompagnati dai propri difensori di fiducia, gli ultimi tre ricercati a cui i carabinieri non erano ancora riusciti a notificare il provvedimento restrittivo

Si tratta di:  Marco Cananiello, detto “Bravo”, 21enne magliese, Gianpiero Gallone, 28 anni di Scorrano, e Luca Rosato, 24 anni, anche lui di Scorrano.

I primi due sono stati associati presso la Casa Circondariale di Lecce, mentre Rosato è agli arresti domiciliari.

I tre facevano capo al leader Giuseppe Amato, detto Padreterno e Bravo, al secolo Marco Cananiello avrebbe anche partecipato al raid punitivo scaturito con l’omicidio di Mattia consumatosi a Maglie nella notte tra il 24 e il 25 aprile.

I carabinieri di Maglie intanto hanno anche notificato un’informazione interdittiva antimafia e un provvedimento di revoca della licenza di deposito e vendita di esplosivi, disposti dal Prefetto di Lecce, nei confronti di Donato Mega, 37 anni, amministratore unico della nota società “Francesco Mega S.R.L.” di Scorrano, arrestato nell’ambito dell’operazione “Tornado” per concorso esterno in associazione mafiosa.

Mega, secondo le accuse avrebbe messo a disposizione del sodalizio criminale il materiale esplosivo e le proprie competenze  tecniche. Comprovata anche la sussistenza di un intreccio di relazioni tra Mega e  Padreterno Amato.

Questa mattina il sindaco di Scorrano, Guido Nicola Stefanelli, indagato a piede libero per concorso esterno in associazione mafiosa è stato ascoltato dai pubblici ministeri. Un interrogatorio durato circa un’ora e mezza, nel corso del  quale il Sindaco ha risposto alle domande dei giudici per chiarire la propria posizione.

Massimo riserbo sul contenuto dell’interrogatorio.

Resta da valutare ora se il sindaco deciderà o meno di dimettersi.

Intanto il prefetto Maria Teresa Cucinotta dovrebbe nominare a breve i funzionari della commissione d’indagine, che avrà i poteri di accesso agli atti dell’inchiesta e per valutare se sia il caso o meno di sciogliere il Comune di Scorrano per infiltrazioni mafiose.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus