SS275: da Montesano a Leuca a due corsie?

Powered by WP Bannerize

Meglio tardi che mai e chi si accontenta gode: antichi proverbi, sempre al confine tra i luoghi comuni e la sana sana saggezza popolana, che ben si adattano, però, alla novità che riguarda l’annosa questione della SS 275.

Anas ha proposto un nuovo progetto per i lavori di ampliamento del secondo lotto della Maglie – Leuca, quello che da Montesano Salentino condurrà fino a Santa Maria di Leuca.

In pratica si tratta di una strada completamente nuova, a due corsie, che lambirà ad Ovest Tricase ma, rispetto al progetto del 2011, non interesserà le zone della cave di Tricase ed Alessano, tuttora sotto sequestro per la vicenda dei rifiuti tombati, né insediamenti di rilevanza storica e paesaggistica come la “Casa del Pellegrino”. Tale progetto è stato proposto in alternativa a quello che parte dalla zona industriale di Tricase e passa a est del paese innestandosi per tre chilometri circa sulla cosiddetta “Cosimina”, la tangenziale di Tricase. Quest’ultima ipotesi però verrebbe a costare circa 20 milioni di euro in più e prevede una superficie più ampia di almeno un chilometro da espropriare ai privati.

In attesa del via libera definitivo alle 4 corsie Maglie-Montesano è questa la proposta che i tecnici dell’Anas hanno presentato in Provincia e che ha riscosso consenso quasi unanime.

Già, quasi: se, infatti, il presidente della Provincia Antonio Gabellone e gli altri sindaci dei Comuni interessati dal progetto hanno apprezzato, il primo cittadino di Tricase Carlo Chiuri prima di pornunciarsi definitivamente si è riservato di tornarne a discutere nei prossimi giorni nel corso di un incontro pubblico (“Voglio che una scelta così importante sia condivisa“) che organizzerà a Tricase, invitando anche rappresentanti della Provincia e della Regione.

In attesa di un’eventuale unanimità sulla nuova proposta Anas, resta da sciogliere il nodo della legittimità della gara (aggiudicata nel 2012 e poi annullata in autotutela da Anas nel 2016 su suggerimento dell’Anac, l’Autorità Anticorruzione) e dell’esclusione del Consorzio Integra a Cmc e dell’Ati Coedisal-Matarrese.

Sulla vicenda è attesa a breve giro di posta la sentenza del Consiglio di Stato.

Tags:

Powered by WP Bannerize


Commenti

commenti