Connect with us

Tricase

Tricase Punto a Capo esce dalla maggioranza

Il gruppo vicino a Mario Turco revoca la fiducia al sindaco che perde un consigliere

Pubblicato

il

La maggioranza perde un pezzo e non godrà più del favore del consigliere Giuseppe Peluso.

Com’era facile prevedere Tricase Punto a Capo, gruppo vicino a Mario Turco, assessore defenestrato dal sindaco Carlo Chiuri ha annunciato di revocare la propria fiducia a sindaco a e maggioranza.

Con riferimento al Suo decreto n. 26 datato 21/06 e notificato in data 22/06 c.a. con all’oggetto revoca dell’assessore comunale Mario Turco”, si legge nella lettera aperta destinata al sindaco, “il gruppo politico Tricase Punto e Capo, considerato il venir meno del rapporto di fiducia con l’assessore Mario Turco e con il consigliere Giuseppe Peluso, decide di revocare tale appoggio fino a quando non venga chiarito, tale provvedimento, nelle sedi opportune“.

Cronaca

Incidente sul lavoro: operaio perde dua dita della mano

L’uomo stava lavorando in una corniceria della zona industriale quando è rimasto ferito dalla tronchese

Pubblicato

il

Stava lavorando ad una troncatrice alla corniceria “Mdl day” della zona industriale di Miggiano quando per motivi ancora da chiarire si è troncato di netto quarto e quinto dito della mano sinistra.

L’episodio è avvenuto poco prima della chiusura, appena dopo le 20,30 di ieri sera.

L’uomo, D.G., 54 anni, di San Cassiano, è stato soccorso immediatamente dai colleghi che hanno chiamato il 118. Così tamponata la ferita l’operaio è stato trasportato d’urgenza al “Card. Panico”  dove è stato operato nella notte.

Sul posto, nella zona industriale di Miggiano, oltre ai sanitari, i carabinieri di Specchia e gli ispettori dello Spesal chiamati a ricostruire l’accaduto e a verificare fossero rispettate le normative relative alla sicurezza sul lavoro.

Continua a Leggere

Attualità

L’Uni Salento vicina alle popolazioni dell’Albania

Numerosi sono stati gli studenti albanesi che si sono formati nel nostro Ateneo: alcuni si sono fermati e integrati

Pubblicato

il

TERREMOTO IN ALBANIA, IL RETTORE FABIO POLLICE: «VICINI ALLA POPOLAZIONE»

Il Rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice esprime la vicinanza della comunità accademica alla popolazione albanese, in questi giorni duramente colpita da una grave catastrofe naturale:

«Desidero che quelle popolazioni colpite dal sisma ci sentano vicini, sentano il nostro affetto. Un rapporto profondo ci lega e, guardando dalle nostre coste verso le vostre montagne, sappiamo che quel rapporto si rafforzerà negli anni a venire a beneficio delle nostre rispettive popolazioni” esordisce il Rettore Fabio Pollice, “nel segno di una comunione d’intenti che è già evidente nei progetti di cooperazione in corso. Con diversi Atenei albanesi abbiamo infatti stretto collaborazioni scientifiche e realizzato scambi accademici, insieme abbiamo contribuito a portare avanti significativi progetti tanto in ambito scientifico-tecnologico, quanto in ambito umanistico.

Numerosi sono stati gli studenti albanesi che si sono formati nel nostro Ateneo: alcuni si sono fermati e integrati, divenendo parte della nostra comunità, altri sono tornati in Albania portando con loro il calore della nostra terra. Confidiamo che altri studenti vengano in futuro a studiare da noi, come i nostri da voi e che si creino progetti formativi congiunti, progetti che rafforzino la coesione tra i nostri due popoli. Come comunità accademica ribadiamo”, chiude il Rettore, “la nostra vicinanza alla popolazione colpita dal sisma e siamo pronti a porre in essere qualsiasi iniziativa di collaborazione ci venga richiesta per aiutarla a rimettersi in piedi e tornare a guardare con fiducia al futuro».

Continua a Leggere

Cronaca

Terremoto: l’Albania ringrazia i nostri vigili del fuoco

“Grazie a nome di tutta l’Albania”. Lo stato Maggiore del PAese delle Aquile ringrazia i soccorritori italiani. Tra loro anche gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce che si sono imbracati per far ritorno a casa

Pubblicato

il

Ufficialmente chiusa la prima fase dell’emergenza in Albania i nostri Vigli del fuoco dopo una cinque giorni (e notti) di duro lavoro passata a scavare tra le macerie e ad aiutare dove possibile si apprestano a tornare a casa.

Un funzionario dello Stato Maggiore albanese (Ministero della Difesa) si è intanto recato sul posto per ringraziare personalmente a nome di tutto il Paese delle Aquile i soccorritori italiani sottolineando come i “nel momento del bisogno si vedono i Paesi amici“.

Questa sera anche gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce (foto in alto) con i loro mezzi si sono imbarcati per fare ritorno in Italia. Sbarcheranno a Bari da dfaranno ritorno ognuno nella sua sede di appartenenza.

Nel frattempo dal Belpaese è arrivato il cambio: forze fresche che parteciperanno alle operazioni di sopralluogo e verifica statica degli edifici danneggiati ma rimasti in piedi.

Confermato che sono terminate le ricerche di eventuali superstiti o corpi senza vita tra le macerie, il bilancio al momento è di 50 morti, circa 2mila feriti e, secondo i dati preliminari, circa 900 edifici a Durazzo e oltre 1.465 nella capitale Tirana con gravi danni strutturali.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus