Connect with us

Tuglie

La Madonna del Grappa a Tuglie

Pubblicato

il

Come ogni anno ai primi di agosto, si festeggia a Tuglie la Madonna del Grappa. L’appuntamento è da lunedì 3 a mercoledì 5 agosto.

“E’ una festa molto sentita dai tugliesi”, spiega il presidente del Comitato, Osvaldo Gnoni, “i quali partecipano numerosi, così come i turisti. Nonostante la crisi abbia colpito anche gli sponsor che ci hanno sempre aiutato con un consistente contributo, siamo riusciti ancora una volta ad organizzare i festeggiamenti perché il paese partecipa in maniera energica ed a noi l’entusiasmo non manca”.

Da onorare c’è la sacra effige di Maria Ausiliatrice, che durante la Prima Guerra Mondiale divenne spettatrice dei sacrifici e degli eroismi delle azioni dell’Esercito Italiano. Per questo, i combattenti tugliesi decisero di dare il nome di Montegrappa alla collinetta che sovrasta il paese, costruendovi in cima una Chiesetta dedicata alla Madonna e un sacello in memoria dei Caduti.

Riguardo al programma, da sottolineare il corteo di lunedì 3, alle 19,30, che partirà dal Municipio diretto a Montegrappa, dove si terrà il rito solenne dell’Alzabandiera e la deposizione della corona di alloro presso il sacello.

“Da nove anni a questa festa è stata associata la partecipazione dei militari e dei politici per rendere omaggio ai Caduti della Prima Guerra Mondiale”, aggiunge Gnoni. Nel corso della “tre giorni” si esibiranno le Bande Città di Taviano e Città di Nardò. Non mancheranno, naturalmente, gli spari pirotecnici. La serata di mercoledì 5 sarà allietata dal gruppo “Riviera Salentina”, con musica italiana, pizzica e latino-americana.

Fiorella Mastria

Continua a Leggere

Appuntamenti

Coldiretti in… Tour dell’ascolto

Prima tappa a Tricase ed a seguire Lecce, Leverano, Maglie, Galatina, Casarano, Nardò e Ugento

Pubblicato

il

Giovani, motivati e “green”. E’ dedicato ai giovani agricoltori salentini il “Tour dell’ascolto” con la regia di Coldiretti Lecce: una serie di visite didattiche nelle aziende d’eccellenza pugliesi e di incontri nei comuni a maggiore vocazione agricola del Salento per incontrare i giovani agricoltori e immaginare insieme a loro il futuro dell’agricoltura del Tacco d’Italia.

La prima iniziativa si è svoltacon un tutorial-tour in due realtà olivicole d’eccellenza della provincia di Bari, per una lezione in campo di tecniche colturali e marketing.

I giovani agricoltori leccesi, accompagnati dai dirigenti di Coldiretti, hanno visitato a Trani il frantoio oleario Ferrara con gli annessi 160 ettari di oliveto condotto con tecniche colturali innovative, tra cui anche 50 ettari di ulivi di varietà Favolosa, resistenti a xylella fastidiosa.

Visita poi nell’azienda del presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia, il Frantoio Muraglia ad Andria, specializzato nella produzione di olio extravergine in cui il valore aggiunto è anche il packaging di artigianato artistico tipico pugliese, orci e bottiglie di grande appeal commercializzati in tutto il mondo.

Prossimamente (il calendario non è stato ancora ufficializzato), il “Tour dell’ascolto” entrerà nel vivo con un ciclo di otto incontri nelle sedi di zona di Coldiretti. Prima tappa Tricase e, a seguire, Lecce, Leverano, Maglie, Galatina, Casarano, Nardò e Ugento.

Vogliamo ascoltare idee, progetti e nello stesso tempo stimolare i giovani imprenditori, soprattutto alla luce del disastro causato da xylella fastidiosa, per provare a guardare oltre la catastrofe dei disseccamenti, e insieme a loro disegnare il futuro dell’agroalimentare salentino”,  dice il presidente di Coldiretti Lecce Gianni Cantele, “un futuro che rispetti la tradizione olivicola del territorio ma che preveda anche nuove attività colturali nell’ottica della qualità produttiva, dell’innovazione e della multifunzionalità.  Se xyella fastidiosa ha creato in questi anni desolazione e scoramento tra gli imprenditori rurali, è soprattutto dai giovani che può nascere ora la voglia e la motivazione per ricostruire il paesaggio agricolo”.

Continua a Leggere

Andrano

I nuovi sindaci nel Salento

I risultati delle amministrative in tutti i Comuni del Salento chiamati alle urne

Pubblicato

il

Iniziato alle 14 lo spoglio per le elezioni comunali, arrivano i primi risultati.

Innanzitutto hanno raggiunto il quorum i candidati di Sternatia e Giuggianello che hanno fatto corsa in solitario: Massimo Manera a Sternatia ha ottenuto 1.253; Luca Benegiamo a Giuggianello 714 voti. Ovviamente entrambi avranno tutta l’assise comunale formata da 10 consiglieri a proprio favore.

Risultato finale anche a Tiggiano con Giacomo Cazzato “erede” dell’uscente Ippazio Morciano (segretario provinciale del Pd) che ha avuto la meglio sul rivale Ippazio Simone. Cazzato ha incassato 1.242 voti (65,16%) contro i 664 di Simone.

A Botrugno dopo 10 anni torna ad essere sindaco Silvano Macculi. Per lui 1.131 voti contro gli 881 di Nino De Mitri.

Maggioranza bulgara per Lorenzo Ricchiuti a Morciano di Leuca: Il candidato di “Avanti Uniti per Morciano” ha ottenuto 1.820 voti (93,72%) contro i 122 (6,28%) di Carmen Zichella.

C’è molta curiosità per il risultato di Parabita dopo i recenti avvenimenti ed il commissariamento per infiltrazioni mafiose. Confermata la vittoria di Stefano Prete così come era evidente già dallo spoglio delle prime schede elettorali. Il candidato di Agorà ha ottenuto 3.736 voti (78,11%) contro i 1.047 di Tiziano Laterza (Rinascita).

Giorno storico per Specchia che ha il suo primo sindaco donna: ha vinto Alessandra Martinucci a capo della lista “Fare” con 1.469 voti (45,42%); 1.133 per Emanuele Giangreco (35,03%); 632 (19,54%) per Francesco Biasco.

A Carpignano Salentino, Mario Bruno Caputo si prende la rivincita rispetto a 5 anni fa e spodesta l’uscente Paolo Fiorillo: il nuovo sindaco ha vinto per 26 preferenza: 1.307 voti (50,50%) contro i 1.281 del suo avversario.

Confermato a Miggiano: Michele Sperti è il nuovo sindaco, ha battuto Santo Marzano di appena 9 voti: 1.244 (50,18%) contro 1.235.

Martignano conferma l’uscente Luciano Aprile: il candidato di Insieme per Crescere è stato suffragato da 645 elettori (51,81%); 600 voti per Orazio Corianò (Martignano Futura).

A Lecce trionfo (al primo turno!) di Carlo Salvemini ed il centrosinistra unito: 26.909 voti per il 50,87% delle preferenze. Una vera debacle per i suoi avversari del centrodestra, la cui strategia di arrivare separati al primo turno non ha portato fortuna: Erio Congedo non è andato oltre il 33,10% (17.508 voti) e Adriana Poli Bortone si è fermata al 9,61% (5.084).

Definitivo il clamoroso ribaltone ad Andrano. Contro ogni previsione della vigilia ha vinto Salvatore Musarò (Unione Popolare) con 1.669 voti (52,52%) contro i 1.509 dell’uscente Mario Accoto.

A Palmariggi conferma per Franco Zezza con 647 voti (58,93%) contro i 451 di Anna Elisa Stifani.

Conferma anche a Supersano dove l’uscente Bruno Corrado ha ottenuto 1.389 voti (52,34%) contro i 1.265 di Lucia Brocca.

Risultato definitivo anche a Corsano dove  l’odontoiatra Biagio Raona torna a fare il sindaco. per il candidato della lista Corsano Futura 1.702 voti (49,87%). Paola Orlando (Bene Comune) ha preso 1.314 voti (38,50%), Ippazio Antonio Orlando (M5S) 350 (10,25%) e, infine, Luigi Russo che con la sua Alternativa Proletaria ha ottenuto 47 voti (1,38%)

Netta conferma per Lorenzo Antonio Donno a Muro Leccese: il candidato di Uniti per Muro ha sbaragliato la concorrenza con 2.403 voti (76%) contro i 651 di Laura Lubelli (Muro Città Futura) e i 108 di Antonio Russo (L’Altra Italia).

Conferma anche per Antonio Melcore, sindaco uscente di Cursi: ha ottenuto 1.565 voti (57,41%) contro i 1.161 dello sfidante Gino Chilla.

Ribaltone anche a Zollino dove il consigliere di opposizione uscente Edoardo Calò con Zollino per Tutti ha spodestato Pamè il gruppo che ha amministrato negli ultimi cinque anni: il nuovo sindaco ha ottenuto 745 voti (53,95%) contro i 636 di Francesco Ferente.

A Bagnolo del Salento trionfa Irene Chilla con 1.006 voti (75,02%) contro i 335 di Gaetano Giovanni Leone.

È Salvatore Fernando Puce il nuovo sindaco di Surano: il candidato di Ripartiamo Insieme ha ottenuto 619 voti (53,59%) contro i 536 di Francesco Rizzo (46,41%).

Quando tutto sembrava ormai perso nel corso dello spoglio, con una spettacolare rimonta Ettore Caroppo (L’Alveare) ha vinto al corsa a Minervino di Lecce ed è diventato (di nuovo) sindaco. Caroppo è stato suffragato da 974 elettori (37,90%) ed per 18 voti ha spodestato il sindaco uscente Fausto De Giuseppe (Insieme) che si è fermato a 956.  Per Angelo De Guglielmo (La Locomotiva), infine,  650 preferenze.

Tuglie conferma Massimo Stamerra e la lista Insieme con 1.909 voti (53,79%), contro i 1.641 di Alessandra Moscatello e della sua civica Bene Comune.

Quello di Soleto infine l’ultimo dato a ricevere i crismi dell’ufficialità: come anticipato viene riconfermato Graziano Vantaggiato (Per Soleto) con 2.429 voti ed il 65,42% che ha respinto l’attacco di Remo Cagnazzo (Insieme) fermatosi a 1.284.

Continua a Leggere

Alezio

Olimpiadi dell’amicizia 2019

Dal 1° al 30 aprile migliaia di giovanissimi salentini  si sfidano in 14 eventi a tema. Si parte da Tricase

Pubblicato

il

Lunedì 1° aprile, a Tricase, è in programma l’apertura delle Olimpiadi dell’Amicizia 2019.

Dal 1° al 30 aprile torna, infatti, nel Salento la manifestazione promossa con successo, ormai da otto anni, da Provincia di Lecce e Unicef – Comitato provinciale Lecce.

Quest’anno l’evento è organizzato insieme a 14 consigli comunali dei ragazzi e delle ragazze (CCRR), ai  consigli comunali degli adulti e alle scuole di Alezio, Carpignano Salentino, Castrignano dei Greci, Copertino, Galatone, Gallipoli, Lecce, Matino, Otranto, Salice Salentino, Soleto, Taviano, Tricase, Tuglie.

Come nelle precedenti edizioni sono, dunque, numerosi i comuni, le scuole e i consigli comunali dei ragazzi ed delle ragazze che hanno voluto organizzare sul proprio territorio delle attività ludiche, sportive e creative, a beneficio dei ragazzi e delle ragazze delle scuole primarie e secondarie di 1° grado di tutta la provincia di Lecce.

Le Olimpiadi dell’Amicizia vengono, infatti, immaginate dai promotori e dagli organizzatori come una grande occasione per far incontrare i giovanissimi dei Comuni del Salento in diversi paesi della provincia. E in tali luoghi consentire loro di esercitare sani momenti di partecipazione attiva e creativa, senza alcuna forma di competizione. L’obiettivo è quello di alimentare in ogni partecipante i sentimenti dell’amicizia, della pace, dell’accoglienza e dell’inclusione, in tutte le declinazioni e sfumature.

Le attività previste sono cinque, così come cinque sono i cerchi olimpici:  Espressione Musicale, Grafica Creativa, Sport-Orienteering, Giochi all’aperto e Giochi da tavolo.

Quest’anno le  tappe delle Olimpiadi saranno 14, la prima a Tricase, in piazza Pisanelli (lunedì 1 aprile) e l’ultima a  Lecce, nella villa Comunale, martedì 30 aprile.

Il calendario delle 14 giornate

1 aprile – Tricase, (Musica), piazza Pisanelli

3 aprile – Carpignano Salentino(Giochi), area San Giovanni Paolo II (Serrano)

5 aprile – Taviano (Orienteering),  Parco Ricchiello

6 aprile – Gallipoli (Musica), sala Ennagonale Castello

9 aprile – Otranto (Giochi da tavolo), centro storico

9 aprile – Castrignano dei Greci (Orienteering), centro storico

10 aprile – Copertino (Grafica creativa), zona Gelsi

10 aprile – Salice Salentino (Musica), Piazze Caduti del lavoro e Plebiscito

11 aprile – Galatone (Musica), Piazza Padre Pio

15 aprile – Alezio (Orienteering), Parco Don Tonino Bello

17aprile – Tuglie (Giochi), Palazzetto dello sport “Io gioco legale”

17 aprile – Matino (Orienteering), Piazza S. Giorgio

29 aprile – Soleto (Giochi), centro storico

30 aprile – Lecce (Giochi), Villa Comunale

Le attività inizieranno alle ore 9.30 e termineranno alle 12.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus