Connect with us

Cronaca

Fisco: società evade imposte per 4 milioni

Scoperta dalla Guardia di Finanza di Lecce una società della provincia che, pur avendo presentato le dichiarazioni dei redditi, aveva omesso di dichiarare al Fi-sco ricavi per oltre 3,3 milioni di euro ed evaso imposte per circa 500 mila euro.

Pubblicato

il

Scoperta dalla Guardia di Finanza di Lecce una società della provincia che, pur avendo presentato le dichiarazioni dei redditi, aveva omesso di dichiarare al Fisco ricavi per oltre 3,3 milioni di euro ed evaso imposte per circa 500 mila euro.

All’esito di una verifica fiscale, infatti, le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria del capoluogo salentino hanno accertato che una società leccese operante nel settore della compravendita di beni immobili, negli anni 2009/2011 aveva sottofatturato gli appartamenti ceduti per oltre un milione di euro e, quindi, evaso l’IVA per circa 100 mila euro, nonché sottostimato il valore degli immobili non ancora venduti (le cd. rimanenze finali) per oltre 2,1 milioni di euro.

I Finanzieri hanno altresì rilevato che il legale rappresentante di detta impresa aveva corrisposto compensi in nero ad un architetto della provincia per più di 220 mila euro, evitando, così, il pagamento di ritenute fiscali per 45 mila euro; analogamente si era regolato, poi, con riferimento ai versamenti periodici dell’I.V.A., per i quali ha evaso un’imposta complessiva di oltre 350 mila euro.

Continua a Leggere

Cronaca

Morte Tatiana: “Non era ubriaco, assume farmaci”

I legali del 44enne fermato per omicidio stradale lavorano per dimostrare che l’alcol test è stato alterato da terapia farmacologica

Pubblicato

il

È finito in arresto ai domiciliari (foto di repertorio) l’uomo che ieri ha investito ed ucciso l’infermiera di Poggiardo. Ma per i suoi legali non era ubriaco quando si è messo alla guida.

Fabian Palma, 44 anni, stando a quanto sostenuto dall’avvocato Luigi Corvaglia, “è affetto da una grave patologia per la quale prende dei farmaci che avrebbero potuto alterare l’alcol test”.

L’udienza di convalida è attesa per lunedì. Intanto, gli avvocati del 44enne, accusato di omicidio stradale, lavorano per ottenere una perizia tecnica che possa confermare la loro tesi.

L’incidente

Il fatale incidente è avvenuto a Poggiardo, sulla via per Maglie, attorno alle 19.

La vittima, Tatiana Renna, era in sella alla sua bicicletta quando l’Opel Corsa condotta da Fabian Palma, 44enne del posto, l’ha travolta inesorabilmente.

Vani i soccorsi: la 32enne, sbalzata dalla sella della sua bicicletta 10 metri più in là sull’asfalto, non è sopravvissuta all’impatto.

Quello che resta…

Tatiana era una grande amante di gatti. Ne aveva tanti, tutti oggi rimasti senza qualcuno che se ne prenda cura.

Si vede chiaramente anche dal suo profilo Facebook: in quasi ogni foto, tra un sorriso e l’altro, quei batuffoli di pelo che le riempivano la vita.

La comunità di Poggiardo si è subito attivata per prendersene cura e gli amici della ragazza cercano adozioni.

Continua a Leggere

Alezio

Cade mentre pota alberi: muore 49enne

Volo di oltre 8 metri in una villa privata e schianto al suolo. Perde la vita uomo di Alezio

Pubblicato

il

Stava effettuando dei lavori di potatura che gli sono costati la vita.

E’ morto così, poco dopo mezzogiorno, Romeo Reho, 49enne di Alezio, caduto dal cestello di un camion elevatore che aveva preso in affitto per tagliare gli alberi di una villa privata sulla strada provinciale che collega Gallipoli proprio ad Alezio.

La vittima pare sia stata colpita da un ramo e, quindi, sia precipitata nel vuoto. Un volo di 8 metri circa e lo schianto al suolo.

Il trauma cranico non gli ha lasciato scampo: il 49enne è morto sul colpo.

Continua a Leggere

Alessano

Furto a scuola: ripuliti distributori

Furto ad Alessano nella notte. Ignoti fuggono da istituto superiore con magro bottino

Pubblicato

il

A pochi minuti (e non troppi chilometri) di distanza dal furto fallito stanotte a Castro, un altro colpo è andato invece a segno ad Alessano. Seppur, in fin dei conti, per pochi spicci.

Una scuola superiore è stata presa di mira da ladri che, nel buio ed entrando da una finestra, hanno puntato e manomesso i distributori automatici di snack e bevande per sottrarvi l’incasso.

Il bottino non supera qualche manciata di euro e i responsabili sono tutt’ora ignoti: messi in fuga dall’allarme, sono riusciti a scappare prima dell’arrivo dei carabinieri. I quali, ora, cercano di individuarli mediante le immagini riprese dalle videocamere di sorveglianza della zona.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus