Truffe e guida pericolosa: denunce e sequestri

I Carabinieri della Compagnia di Casarano, nel weekend appena trascorso, hanno predisposto una serie di servizi finalizzati alla repressione dei reati contro il patrimonio, soprattutto furti e truffe lungo la fascia costiera, al contrasto dell’uso e dello  spaccio di sostanze stupefacenti nonché ad evitare il tanto noto fenomeno delle stragi del sabato sera. I servizi hanno interessato i Comuni di Taviano, Racale, Ugento e marine, Casarano, Matino interessando oltre 20 pattuglie e più di 40 militari.

Un giovane di Racale, P.D., 24enne, è stato denunciato dai carabinieri di Matino perché sorpreso a rubare un decespugliatore nell’agro dello stesso Centro. La refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario;

Ad Ugento, una donna, M.C., 43 anni, è stata denunciata per truffa, in quanto, fingendosi ospite di una struttura alberghiera della marina, usufruiva in modo truffaldino dei servizi riservati ai clienti (pranzo, cena, ecc.). Il suo comportamento non è passato inosservato ai dipendenti della struttura i quali hanno allertato i Carabinieri. I militari della Stazione di Ugento, dopo velocissime indagini condotte direttamente sul posto, hanno accertato che la signora effettivamente aveva fruito di alcuni servizi ma di fatto, non era cliente della struttura: segnalata all’AG per il reato di truffa.

Sono state controllate circa 250 persone, 180 tra autovetture, motocicli e ciclomotori, procedendo al sequestro e/o fermo di  20 autovetture e 12 moto/ciclomotori poiché non in regola con le norme del Codice della Strada. Nell’ambito degli stessi accertamenti sono stati denunciati:

per guida in stato di ebrezza alcolica un 30enne di Casarano risultato positivo all’etilometro;

per guida in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di stupefacenti quattro giovani rispettivamente di Casarano, Matino, Taurisano e Taviano.

Infine sono stati segnalati alla Questura di Lecce, cinque giovani per l’adozione del provvedimento di foglio di via obbligatorio.


Commenti

commenti