Connect with us

Cronaca

Altri guai per l’imprenditore usuraio Domenico Giancane

Tassi d’interesse al 120%! I Carabinieri hanno notificato una nuova ordinanza di custodia cautelare all’imprenditore edile di Monteroni

Pubblicato

il

I Carabinieri della Compagnia di Lecce hanno notificato una nuova ordinanza di custodia cautelare all’imprenditore edile Domenico Giancane, già detenuto presso il Carcere leccese di “Borgo San Nicola”. Anche questo provvedimento, emesso dal GIP Ines Casciaro e su richiesta del PM DDA, Alessio Coccioli, formula accuse di usura pluriaggravata continuata ed esercizio abusivo di attività finanziaria, compendiando una parte della complessa indagine dei Carabinieri della Compagnia di Lecce, ormai nota. In particolare il Giudice contesta a Giancane un’intensa attività usuraria posta in essere nei confronti di un altro imprenditore edile monteronese il quale avendo avuto cognizione degli arresti eseguiti a carico dell’usuraio ha poi formalizzato una dettagliata denuncia di usura contro l’aguzzino. Questo è un particolare non di poco conto giacché la vittima ha testualmente affermato “solo dopo avere letto del suo secondo arresto ho preso coraggio!!!”, dettaglio che la dice lunga sul clima di omertà che si respira intorno a questa articolata inchiesta. In particolare l’imprenditore ha verbalizzato almeno due “operazioni” usurarie, avviate nell’ambito del rapporto di collaborazione tra la sua azienda e quella di Giancane, con tassi di interesse che hanno toccato il 120% annuo. Il debito è maturato inizialmente nel contesto dell’attività professionale dell’imprenditore che, in un momento di difficoltà, ha ceduto alle lusinghe di Giancane che si è offerto di ripianare “amichevolmente” sostituendosi alle banche. Complessivamente si parla di operazioni usurarie per un valore approssimativo di circa 150.000 euro pagati dalla vittima che, allo stato attuale, non vanta alcun debito con l’usuraio, altro dettaglio che ha dato sostanza al già grave inquadramento probatorio. L’importante risultato odierno conferma le crepe al muro di omertà iniziate a comparire all’indomani dell’arresto del Giancane: infatti, poche ore dopo il suo fermo, sotto la statua di Sant’Antonio a Monteroni era comparsa una scritta di un’anonima vittima in cui si leggeva “per grazia ricevuta ringrazio tutti per l’arresto dell’usuraio Giancane”. Le perquisizioni dei Carabinieri della Compagnia del capoluogo, coordinati da  Alessio Coccioli, all’indirizzo di alcune delle vittime hanno poi permesso non solo di trovare altri riscontri presso le abitazioni di alcune vittime, ma hanno indotto alcune di esse a rimettersi fiduciose nelle mani della Giustizia, denunciando soprusi subiti da anni. Tuttavia non si escludono altre importanti novità a breve.

Cronaca

Ambulante entra con una pietra in un ristorante e minaccia di scagliarla

I tanti avventori del locale, allibiti e preoccupati del gesto insano, si sono difesi

Pubblicato

il

Attimi di paura in un ristorante di Santa Maria al Bagno. Un giovane migrante, dopo essere entrato  in un ristorante con l’intento di vendere la sua merce è stato allontanato dai clienti dei tavoli.

Poco dopo, si è ripresentato nel locale con in mano una pietra ed ha minacciato di scagliarla contro qualcuno se non gli avessero acquistato qualcosa.

I tanti avventori del locale, allibiti e preoccupati del gesto insano, si sono difesi minacciando il ragazzo, che ha pensato bene di darsela a gambe.

Allertati i carabinieri di Nardò sono intervenuti poco dopo, ma del ragazzo non c’era  più traccia.

Continua a Leggere

Cronaca

Terremoto in Albania, la terra trema anche in Salento

Alle 16,04, la scossa con epicentro sulla costa settentrionale albanese a 6 km da Durazzo e chiaramente avvertita anche nella nostra provincia

Pubblicato

il

L’onda unga di un terremoto con epicentro a 6 km da Durazzo (20 km di profondità) in Albania ha fatto tremare anche il Salento.

Tanta la paura avvertita da milioni di persone nell’area, anche nella vicina capitale Tirana:

La scossa, registrata alle 16,04, è stata chiaramente avvertita in molte zone del Sud Italia soprattutto del Salento e del Capo di Leuca e in modo particolare da chi abita su piani rialzati.

Il sisma che ha avuto origine sulla costa settentrionale albanese ha interessato diversi Paesi: Bulgaria, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Kosovo, Montenegro, Serbia, Macedonia del Nord e Albania.

Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma.

Continua a Leggere

Cronaca

Scontro all’alba sulla Montesano-Lucugnano

Vigilantes perde il controllo della sua Panda sbatte su un palo e sul muretto, va in testacoda e si scontra con auto che sopraggiungeva…

Pubblicato

il

Incidente stradale alle 6,30 di questa mattina sulla Montesano – Lucugnano, all’uscita di Montesano.

Un vigilantes della BCS ha perso il controllo della sua vettura di servizio, una Fiat Panda, ed è andato a sbattere su un palo e su un muretto.

Dopo che la sua auto è andata in testacoda si è scontrato con una Renault Kadjar che sopraggiungeva.

Il vigilantes è stato sbalzato fuori ed è finito in un canale di raccolta dell’acqua piovana.

Necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Tricase per tirarlo fuori.

Trasportato in codice rosso presso l’ospedale di Lecce è comunque fuori pericolo.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus