Connect with us

Appuntamenti

Martignano: Insalata grika e salsiccia

La sagra: continua la proposta di specialità gastronomiche tipiche, rafforzando il legame con il territorio che le produce ed offrendo ai propri utenti qualità e simpatia

Pubblicato

il

Torna puntuale come sempre a Martignano la Sagra dell’Insalata Grika e della Salsiccia giunta alla XXI edizione e organizzata dalla Pro Loco “A. Martano” con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale e di Assoimpresa Martignano, la collaborazione del Parco Turistico Culturale Palmieri, del Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Martignano e del Club Salento Giallorosso di Martignano. La Sagra del piccolo comune griko continua il suo percorso nella proposta di specialità gastronomiche tipiche, rafforzando il legame con il territorio che le produce ed offrendo ai propri utenti, turisti e non, qualità e simpatia. Come non essere rapiti dalla profumatissima e fresca insalata, che esalta il sapore della carne cotta alla brace, nella maniera più semplice possibile.
L’insalata grika, ottenuta grazie ad un perfetto dosaggio di ingredienti, in realtà è la padrona di casa ed è il piatto principe. Gli ingredienti dell’Insalata Grika sono di provenienza esclusiva della Grecìa Salentina da produttori di assoluta garanzia, nel rispetto della tipicità dei prodotti della terra, della filiera corta e della coltivazione sana.
La “Sagra della salsiccia e insalata grika” è organizzata dalla Pro Loco di Martignano con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale, la collaborazione del Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Martignano e del Club Salento Giallorosso di Martignano.

Ingredienti Insalata Grica:

– pomodori per insalate
– minunceddhe (cetrioli/cocomeri)
– peperoni
– cipolla bianca
– peperoncino piccante
– rucola selvatica
– olive nere alla capasa
– capperi, origano e cacioricotta conditi con olio d’oliva
extravergine

Questi ingredienti, nel giusto dosaggio che solo pochi “esperti dell’insalata” conoscono, emanano una varietà di profumi e di sapori mediterranei che riconducono la memoria ai pasti frugali dei contadini a termine di una lunga e faticosa giornata di lavoro nei campi, dopo la mietitura o dopo la raccolta del tabacco che, a Martignano, un tempo era un’importante fonte di reddito.
L’insalata Grika è un piatto fresco e tipico della tradizioni culinaria popolare gricanica che accompagna egregiamente tutte le carni alla brace. L’Insalata Grika, con l’aggiunta di una fetta di formaggio fresco e una fetta di puccia (pane casereccio), rappresenta un piatto completo ed equilibrato tipico della così detta “dieta mediterranea”.
A tale proposito uno studio realizzato dall’Associazione Salento Griko all’interno dei servizi del Parco Turistico Palmieri di Martignano, ha evidenziato la straordinaria ricchezza in termini nutrizionali dell’insalata. Non mancano le classiche “pittule”, i “minchiareddhi” (tipica pasta fresca) e i “pezzetti di cavallo alla salentina” conditi con salsa di pomodoro, le bruschette con sarde e ricotta schianta,  (piatto forte “te lu Paulinu” insieme ai “muersi fritti”), le purpette allu sugu, i panzarotti e naturalmente le classiche “friseddhe”.
Altre specialità gastronomiche proposte dalle Associazioni Salento Giallo Rosso e Gruppo Fratres di Martignano che partecipano alla sagra sono: la “mussakà” a base di patate, la trippa con patate, i pizzi, le patatine fritte e gli spumoni.
Come al solito variegato il programma e le iniziative della Sagra che anche quest’anno punta sulla proposta ed il rilancio di tematiche importanti quali la filiera corta, la genuinità dei prodotti, il legame forte con il patrimonio culturale legato alle produzioni agroalimentari e gli antichi mestieri.
Ricco anche il cartellone musicale che vedrà artisti e gruppi della tradizione musicale popolare salentina impegnati a far ballare i migliaia di avventori: Rewind (venerdì 6 luglio); Briganti di Terra d’Otranto (sabato 7); Gruppo Folk 2000 (domenica 8)
Durante la Sagra, fino alle 24.00, saranno aperti e visitabili gli spazi del Parco Turistico Culturale Palmieri, alla scoperta del frantoio semi-ipogeo, di Palazzo Palmieri e della Cappella affrescata di San Giovanni Battista.
Per informazioni visitare la pagina facebook “Sagra dell’insalata grika”. Tel.. 328/4116584

Continua a Leggere

Appuntamenti

Otranto in Marcia per la Pace

Tutti uniti per manifestare il “NO” alla violenza, alla guerra, allo spirito di divisione, all’odio, e il “SI” alla fratellanza, alla solidarietà, alla convivenza pacifica fra i popoli, all’amore.

Pubblicato

il

Tutto pronto per la diciannovesima edizione della Marcia per la Pace che colorerà le strade cittadine di sfumature iridate cariche di speranza.

In programma per venerdì 6 dicembre, l’iniziativa ricorda l’anniversario della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia (ratificata da 192 Paesi nel 1989).

I ragazzi delle scuole di Otranto, gli insegnanti, le famiglie, l’amministrazione comunale e l’UNICEF, tutti uniti per manifestare il “NO” alla violenza, alla guerra, allo spirito di divisione, all’odio, e il “SI” alla fratellanza, alla solidarietà, alla convivenza pacifica fra i popoli, all’amore.

Il corteo partirà alle ore 9,30 da via Nettario di Casole.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Scura Maje, aspettanto l’Amoreamaro di Maria Mazzota

Esce oggi il primo singolo del nuovo album della cantante salentina, tra le voci più importanti del panorama folk italiano e della world music internazionale

Pubblicato

il

Esce oggi “Scura maje”, il primo singolo del nuovo album di Maria Mazzotta, una tra le voci più importanti del panorama folk italiano e della world music internazionale; il disco si intitolerà “Amoreamaro” (Agualoca Records) e vedrà la luce all’inizio del 2020. Il primo brano estratto esce accompagnato da un video live in studio realizzato da Giuseppe Pezzulla presso la “Corrado Productions” di Supersano.

Diventato famoso grazie a Nino Rota che lo utilizzò nel film “D’amore e d’anarchia”, “Scura maje” è un brano tradizionale abruzzese conosciuto anche come Il canto della vedova.

All’interno del prossimo disco dell’artista pugliese, un’intensa e appassionata riflessione sui vari volti dell’amore, rappresenterà la parte più drammatica di questo sentimento: il dolore pietrificante della perdita. Attraverso dieci brani, di cui due inediti, il nuovo album della Mazzotta attraverserà senza timore tutte le emozioni che l’amore può suscitare, trovando nel canto, come tradizione popolare vuole, la catarsi, la consolazione, la forza e la “cura“.

Amoreamaro” sarà presentato live, in anteprimagiovedì 12 dicembre al Teatro Koreja di Lecce. Sul palco, con Maria Mazzotta, il fisarmonicista Bruno Galeone e alcuni ospiti speciali che saranno annunciati nei prossimi giorni. Nel foyer del teatro ci saranno alcuni volontari di Save The Children, organizzazione umanitaria che Maria Mazzotta vuole sostenere attraverso campagna di raccolta fondi.

Un’intensa e appassionata riflessione, da un punto di vista femminile, sui vari volti dell’amore: da quello grande, disperato e tenerissimo a quello malato, possessivo e abusato. È “Amoreamaro”, il nuovo album di Maria Mazzotta, una delle personalità musicali tra le più emblematiche del Sud Italia. Già nel ‘Canzoniere Grecanico Salentino’, la Mazzotta è arrivata ad essere una delle voci più apprezzate del panorama della world music europea.

Dieci brani in tutto, di cui due inediti, che attraversano senza timore tutte le emozioni che questo sentimento può suscitare, trovando nel canto, come da tradizione popolare, la catarsi, la consolazione, la forza e la “cura”.

Si va dagli stornelli ai brani di tradizione riarrangiati ed arricchiti con nuove sonorità e parole, sino alle pietre miliari che hanno lastricato la strada della grande canzone Italiana come “Lu pisci Spada” di Domenico Modugno, “Tu non mi piaci più” portata al successo da Gabriella Ferri e “Rosa canta e cunta” della grande cantautrice siciliana Rosa Balistreri.

Ma il cuore del disco alberga nei due inediti in lingua salentina: “Nu me lassare”, una dolorosa ballata d’amore, un’invocazione a chi non c’è più, e la title track “Amoreamaro”, una pizzica, tradizionalmente ritmo risanatore per le “tarantolate”, che idealmente si prefigge di guarire un mondo malato.

A guidare musicalmente il tutto ci sono la fisarmonica ed il pianoforte del malgascio Bruno Galeone, al quale talvolta si uniscono i tamburi etnici e le percussioni dell’iraniano Bijan Chemirani (in “Tore Tore Tore”) e il  didgeridoo di Andrea Presa (in “Amoreamaro”).

L’album sarà pubblicato il 10 gennaio 2020 da Agualoca Records. L’illustrazione in copertina è un lavoro esclusivo di Simone LomartireGrafica di Giulio Rugge.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Novità sull’Artrosi, il convegno

“Terapia infiltrativa o protesi nelle Artrosi Distrettuali?”. Sabato 7 Dicembre al Palazzo Marchesale di Melpignano

Pubblicato

il

Il convegno “Terapia o protesi nelle artrosi distrettuali?”, promosso da Medinforma in collaborazione con SIMG – Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, con il patrociniol dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Lecce, Comune di Melpignano, Provincia di Lecce – Salento d’Amare, dell’Assessore all’Industria Turistica e Culturale – Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali della Regione Puglia, riunirà sabato 7 dicembre al Palazzo Marchesale di Melpignano  specialisti delle più importanti stutture sanitarie italiane. Al centro dei lavori l’artrosi, fra le malattie croniche più frequenti nella popolazione italiana e principale causa di disabilità dell’anziano in Puglia.

Quella italiana è una popolazione che invecchia, in cui le patologie croniche sono sempre più diffuse. Tra queste l’artrosi, fra le malattie croniche più frequenti nella popolazione e principale causa di disabilità dell’anziano. Secondo i dati ISTAT trasmessi dall’Ufficio Statistiche della Regione Puglia, la malattia cronica più diffusa in Puglia è l’artrosi-artrite (179,6 ogni 1.000 residenti).

In Italia sono colpiti oltre 5 milioni di cittadini con proiezioni che indicano una crescita esponenziale della malattia nei prossimi anni e della spesa socio-sanitaria. Di conseguenza, saranno in crescita un numero già altissimo di protesi impiantate: l’Italia difatti si attesta tra i primi paesi in Europa con oltre 200 mila interventi l’anno.

Quali le terapie più sicure e i rimedi più efficaci per i pazienti? Se da un lato la sostituzione dell’articolazione con una protesi parziale o totale può essere la soluzione ad una limitazione funzionale grave e invalidante, la possibilità di trattare efficacemente la sintomatologia doloroso mediante adeguate terapie farmacologiche e/o fisioterapiche coadiuvate da infiltrazioni articolari potrebbe permettere un minor ricorso alla chirurgia protesica, contribuendo a contenere i notevoli costi sopportati dal SSN.

Oggi, oltre al noto e pur valido acido ialuronico, vengono proposte innovative infiltrazioni con gel piastrinico e cellule staminali prelevate dal tessuto adiposo del paziente stesso. A discuterne al convegno saranno chirurghi ortopedici (Maurizio Fontana, Lucio Catamo e Giuseppe Rollo), medici sportivi (Giuseppe Palaia), fisiatri (Gianna Tondi), e per la SIMG, Società Italiana di Medicina Generale, Antonio Metrucci e Donato Zocchi.

Il Convegno si svolgerà sabato 7 dicembre presso il Palazzo Marchesale di Melpignano con i saluti del sindaco Ivan Stomeo all’apertura dei lavori.

Durante il convegno verrà presentato il programma “Salute e Turismo nel Salento“, che propone l’integrazione fra assistenza sanitaria e turismo attraverso la realizzazione di un network a livello regionale che coniughi un’avanza assistenza sanitaria specialistica con offerte turistiche aperte ad una utenza con “bisogni speciali” (anziani, disabili, persone con difficoltà alimentari o che necessitano di trattamenti illness/wellness), ma compatibili con il percorso sanitario.

Di questo programma fa parte anche il progetto “Regala un Sorriso” per la prevenzione e i trattamenti odontoiatrici, tesi di laurea in Management e Marketing per Gioia Catamo all’Università di Bologna.

A confronto, coordinati da Pietro Siciliano e Maria Rosaria De Lumè,  il ministro Teresa Bellanova, l’assessore al Turismo della Regione Puglia Loredana Capone e il consigliere regionale Sergio Blasi, il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, il presidente dell’Ordine dei Medici Donato De Giorgi, il vice sindaco di Melpignano Valentina Avantaggiato, gli imprenditori Marco Maiello e Giovanni Melone.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus