Connect with us

Miggiano

Miggiano è pronta. Ecco la nuova giunta

Varata la nuova amministrazione cittadina del Comune di Miggiano. Oltre al sindaco, Michele Sperti

Pubblicato

il

Varata la nuova amministrazione cittadina del Comune di Miggiano. Oltre al sindaco, Michele Sperti, che ha trattenuto per se la delega di turismo e qualità della vita, la giunta sarà così composta: Giovanni Damiano (sindaco uscente), ora Vice sindaco e assessore con delega all’urbanistica e ai lavori pubblici.

Giuseppe Barbieri, assessore, con delega alla  Tutela, valorizzazione e recupero ambientale, Agricoltura, Patrimonio comunale, Randagismo e territorio, Edilizia abitativa.

Alessandra Surano, assessore, con delega al Bilancio, Tributi, Programmazione comunitaria, Valorizzazione dei beni di interesse storico.

Maria Antonietta Mancarella, assessore, con delega al Personale, Contenzioso, Eventi fieristici, Attività produttive, Politiche del commercio.

Angelo Mancarella (capogruppo) Cultura, Sport, Rapporti con le associazioni e volontariato, Cittadinanza attiva.

Paolo Cacciatore, Smart City, Innovazione tecnologica e competitività. Politiche energetiche. Eventi e attività dello spettacolo.

Mario Orsi, Protezione civile, Sistema integrato di sicurezza urbana, Politiche giovanili, Cittadinanza europea.

Maria Rosaria De Pascalis, Politiche sociali: Infanzia, Terza età, Famiglia, Prevenzione sanitaria. Politiche scolastiche, Pari opportunità.

Il sindaco, Michele Sperti, dopo aver firmato le deleghe, chiosa: “Le deleghe sono state assegnate in coerenza con le linee programmatiche e con le sensibilità degli eletti. Ognuno, sostenuto dalla propria esperienza, sarà in grado di rispondere alle esigenze di tutti i miggianesi che saranno destinatari dell’impegno attento e scrupoloso che questa amministrazione profonderà nel voler raggiungere gli obiettivi racchiusi nel programma elettorale“.

Continua a Leggere

Alessano

Maltempo, allerta arancione e scuole chiuse a Tricase

Quasi tutti gli altri Comuni in continuo contatto con la Prefettura seguono l’evoluzione e si riservano di decidere in serata. Ha già deciso il sindaco di Miggiano: “Le scuole resteranno aperte, non ci sono i presupposti per decidere altrimenti”

Pubblicato

il

L’allerta meteo per domani diventa arancione e molti Comuni stanno decidendo se tenere le scuole chiuse.

Ancora fresco soprattutto nel Capo di Leuca il ricordo della tromba d’aria del 25 novembre di un anno fa. Anche per questo, forse, a Tricase il sindaco Carlo Chiuri ha deciso di non correre rischi: domani niente scuole per ragioni di sicurezza.

Molti altri Comuni come Alessano, Corsano e Montesano Salentino sono in  C.O.C. (Centro Operativo Comunale a supporto del Sindaco, autorità di protezione civile, per la direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione in caso di calamità) ed in continuo contatto con la Prefettura.

A Miggiano, invece, scuole aperte.

Il sindaco Michele Sperti ha già deciso: “Non dovesse precipitare la situazione non mi pare ci siano i presupposti. Scuole aperte con la massima serenità, non è il caso di farsi prendere dal panico”.

Le previsione per la prima parte della giornata di domani parlano ti tempo fortemente instabile con rischio di temporali intensi  intensi con accumuli importanti soprattutto dalle zone interne verso il versante Adriatico.

Venti di forte intensità da Sud Est con raffiche oltre i 100 km orari.

Mari: molto agitato l’Adriatico, in burrasca lo Ionio con onde oltre i 5 metri!

Continua a Leggere

Cronaca

Miggiano, asfalto cede al passaggio di food truck

Pubblicato

il

Attimi di paura nella giornata di ieri a Miggiano a margine di Expo2000.

Uno dei food truck che ha preso parte alla fiera, un fast-food ambulante, è improvvisamente affondato nell’asfalto. Al suo passaggio infatti il manto stradale, nei pressi di alcuni tombini, ha ceduto aprendosi in un piccolo cratere.

Per fortuna nessuna conseguenza per i presenti. Forze dell’ordine e guardie ambientali già sul posto sono intervenuti per coadiuvare i vigili del fuoco nelle operazione di sollevamento del mezzo per poi recintare la zona interessata.

Foto dalla pagina Facebook di Guardie Ambientali d’Italia Coordinamento Territoriale Provincia di Lecce.

Continua a Leggere

Alessano

SS 275: la Regione approva il tracciato del secondo lotto

Definitivo: 2° lotto a due corsie che si potrà anche imboccare proseguendo dritti una volta arrivati a Surano (fino alla mega rotatoria tra Lucugnano, Miggiano e Specchia per poi reindirizzarsi verso Leuca

Pubblicato

il

La Giunta regionale ha condiviso, ai fini della localizzazione dell’opera, la soluzione “3”, ovvero l’adeguamento della sede attuale della S.S. 275 in variante alla frazione di Lucugnano, rappresentando  la posizione prevalentemente  espressa dalle amministrazioni territoriali interessate.

In pratica come già anticipato dalle nostre colonne già cinque mesi fa (clicca qui) il primo lotto resterà come prima e dalla zona compresa tra DFV e Mercatone Uno di Surano si arriverà fino alla prima rotatoria della tangenziale di Tricase provenendo da nord. Chi è diretto nel Capo di Leuca potrà procedere sulla “Cosimina” utilizzando la vecchia rete viaria oppure dalla Zona Industriale di Tricase potrà collegarsi alla strada del secondo lotto. Secondo lotto a due corsie che si potrà anche imboccare proseguendo dritti una volta arrivati a Surano (con ogni probabilità si studierà il modo per evitare di passare dall’abitato di Montesano) fino alla mega rotatoria tra Lucugnano, Miggiano e Specchia per poi reindirizzarsi verso de fininbus terrae seguendo quello che era il vecchio progetto dell’Anas. In questo modo l’arteria, disegnata tra Lucugnano e Specchia, come una sorta di tangenziale si lascerebbe a sinistra la frazione di Tricase per poi ricongiungersi a quello che era il percorso originario nei pressi di Alessano (nei pressi del Ristorante da Enzo).

Il territorio di Tricase, quindi, non sarà tagliato in due come prevedeva il primo progetto.

Progetto che aveva anche innescato l’ipotesi-provocazione lanciata dal sindaco di Tricase Carlo Chiuri di passare dalla Cosimina con un avveniristico (e costosissimo oltre che di enorme impatto ambientale) ponte alle porte di Tiggiano.

La Giunta ha inoltre dato  mandato al dirigente della Sezione Infrastrutture per la Mobilità perché avvii le necessarie interlocuzioni con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti perché tale infrastruttura venga inserita nel prossimo contratto di programma MIT-ANAS al fine dello stanziamento delle necessarie risorse finanziarie.

«La SS 275 Maglie-Leuca verrà completata», ha annunciato l’assessore regionale alle infrastrutture Giovanni Giannini, «la Giunta ha individuato la localizzazione del tratto relativo al secondo lotto (zona industriale Tricase-Montesano Salentino fino a Santa Maria di Leuca). La soluzione, su proposta di Anas, prevede l’adeguamento della sede attuale della SS 275 in variante alla frazione di Lucugnano».

La Regione è intervenuta a seguito della riunione tenutasi il giorno 30 luglio 2019 a Roma presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, tra i rappresentanti di Regione Puglia, Anas, MIT, MIBAC e MATTM. Nel corso dell’incontro, con riferimento al 2° lotto, era stato chiesto alla Regione di esprimersi, sulla localizzazione dell’opera, anche qualora non si fosse giunti ad una condivisione con tutti i Comuni nel cui territorio la stessa andrà realizzata. A seguito di un nuovo incontro tenutosi in Regione il 20 settembre scorso con le amministrazioni territoriali interessate, la posizione prevalente emersa ha individuato il suddetto tracciato proposto da Anas.

La pronuncia della Regione Puglia era condizione necessaria per potere avviare le interlocuzioni con il MIT, al fine dell’iscrizione dell’intervento nel prossimo atto programmatorio MIT-ANAS, con conseguente individuazione delle risorse finanziarie da destinare all’ulteriore sviluppo della progettazione e alla realizzazione dell’opera.
«Allo stato», ha concluso l’assessore Giannini, «Anas potrà intraprendere l’iter della progettazione, prestando particolare attenzione alla salvaguardia e alla tutela delle risorse naturali e ambientali, contenendo l’impatto dell’opera strategica da realizzare».

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus