Otranto: 81enne scomparso

In attuazione delle disposizioni nazionali sulla Ricerca coordinata delle Persone Scomparse e del Piano Provinciale, nella giornata odierna, 11 marzo in relazione della scomparsa del signor Giovanni Nutricato, 81 anni, di Otranto, località “La Fraula”, , questa Prefettura ha avviato con le Forze dell’Ordine, l’ente locale interessato ed i rappresentanti del sistema di protezione civile locale, gli interventi coordinati per la ricerca.

È stato attivato il P.C.A.- Posto di Comando Avanzato in località Porto Miggiano di Santa Cesarea Terme e sono stati ampliati gli ambiti cui indirizzare i tentativi per un eventuale ritrovamento anche se l’ipotesi più probabile è connessa al rischio di una caduta in mare durante l’attività di pesca.

Infatti, mentre nella giornata di ieri le ricerche sono state indirizzate soprattutto nello specchio di mare antistante il luogo del ritrovamento delle canne da pesca e degli effetti personali dello scomparso, con l’impiego di  unità navali e subacquee, senza peraltro tralasciare la perlustrazione del tratto costiero a cura del nucleo cinofilo dei Vigili del Fuoco, si è ritenuto di rafforzare le attività sulla terraferma con l’impiego di ulteriori risorse, del sistema di ricerche T.A.S. e degli speleologi.

I Vigili del Fuoco utilizzeranno, previa autorizzazione, i mezzi tecnologici idonei a estendere le ricerche oltre i 35 metri di profondità (Side Scan Sonar – Sonar a scansione laterale per la scansione del fondale marino).

L’azione coordinata e sinergica ha consentito, dunque, di definire l’area delle ricerche e di impegnare, con il supporto dei Vigili del Fuoco, della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Polizia Municipale, di Circomare Otranto, tutte le unità disponibili, umane e strumentali, anche grazie alla collaborazione del volontariato di protezione civile (tempestivamente autorizzato nelle vie brevi dalla Regione), delle unità cinofile dei Vigili del Fuoco ed all’intervento di elicottero che ha perlustrato la zona.

Inoltre, l’Aeronautica Militare ha assicurato l’allertamento di tutti gli equipaggi, mentre la Guardia Costiera di Otranto prenderà contatti con i corrispondenti uffici marittimi degli stati frontisti (Albania e Grecia) per eventuali segnalazioni di ritrovamento.

Tags:


Commenti

commenti