Connect with us

Copertino

Prostituzione: retata dei Carabinieri

Bloccate ed identificate otto extracomunitarie dedite alla prostituzione. Numerose le persone identificate: ragazzi e signori di età compresa tra i 23 e i 56 anni.

Pubblicato

il

I Carabinieri della Compagnia di Gallipoli, hanno bloccato ed identificato otto cittadine extracomunitarie dedite alla prostituzione, tutte di origine nigeriana e una del Ruanda, età compresa tra 20 e 32 anni, sono state bloccate e identificate. Molte  di loro erano già state fermate e identificate, per lo stesso motivo, in altre parti d’Italia: Caserta, Bari, Torino, Catania. Per sei di loro è stato proposto il “foglio di via obbligatorio”. Le altre due, entrambe nigeriane, sono state denunciate “violazione degli obblighi di rimpatrio”: risultavano infatti inottemperanti al divieto emesso dalla Questura di Lecce mesi addietro, che vietava loro di restare ancora nei Comuni dove erano state pizzicate nella loro attività, cioè a Galatone e a Sannicola. Tutte le cittadine rintracciate risultano domiciliate nella Provincia di Bari e ogni giorno con il treno venivano fino in provincia di Lecce per prostituirsi. All’operazione sono stati interessati i Comandi Stazione di Nardò, Galatone, Galatina e Sannicola, tutti coordinati dal Comando Compagnia di Gallipoli. Tra i più importanti tratti di strada interessati al controllo: strada complanare parallela alla S.P. Copertino-San Donato, strada complanare parallela alla S.S. 101 Lecce-Gallipoli, agro di Galatina e Sannicola. Numerose le persone identificate nei pressi delle zone dove le ragazze nigeriane erano solite sostare e dove venivano avvicinate dai vari clienti. In totale 19 persone, in poche ore, sono state controllate in tali aree dai Carabinieri operanti: ragazzi e signori di età compresa tra i 23 e i 56 anni.

Continua a Leggere

Attualità

Consiglio provinciale: assegnate le deleghe

Alla tricasina Federica Esposito vice presidenza, welfare, terzo settore e pari opportunità

Pubblicato

il

Chiuso il processo di aggiornamento funzionalizzato della Provincia di Lecce con l’approvazione della Macrostruttura e il conferimento dei nuovi incarichi dirigenziali, il presidente Stefano Minerva ha provveduto ad assegnare ufficialmente le deleghe ai consiglieri provinciali eletti il 7 aprile scorso.

Secondo il Presidente, “le deleghe assegnate oggi sono il frutto di un percorso di allargamento istituzionale voluto sin dal momento dell’insediamento”.

Si completa così la riorganizzazione politica e amministrativa dell’Ente, dopo aver proposto a tutti i gruppi consiliari di contribuire fattivamente alla realizzazione degli indirizzi programmatici.

Al momento si prende atto della mancata adesione del gruppo Insieme per il Salento, nei confronti del quale la mia proposta rimane valida” ha proseguito Minerva.

Ritengo che il coinvolgimento di tutti i gruppi consiliari sia presupposto imprescindibile per il governo del territorio, stante il fatto che esiste una maggioranza di centrosinistra in seno al Consiglio Provinciale” chiarisce il Presidente.

Di seguito le deleghe.

Federica Esposito

Vice Presidente della Provincia di Lecce è stata nominata la consigliera tricasina Federica Esposito.

Alla consigliera, inoltre, il Presidente ha assegnato la delega al Welfare, Terzo Settore e Pari Opportunità.

Al consigliere Ippazio Antonio Morciano (Tiggiano) la delega ai Lavori Pubblici ed Appalti, Energia, Edilizia Scolastica, Patrimonio, Edilizia Sismica, Sistemi Informatici.

Al consigliere Nunzio Antonio Dell’Abate (Tricase) la delega al Bilancio, Partecipate, Contenzioso, Polizia Provinciale, Enti Locali.

Al consigliere Fabio Tarantino (sindaco di Martano) la delega alla Tutela e Valorizzazione Ambientale.

Al consigliere Germano Santacroce (Taviano) la delega alla Viabilità ed Espropri, Innovazione Tecnologica, Trasparenza.

Al consigliere Daniele Piccione (Nardò) la delega alla Tutela e Valorizzazione dei Parchi, Agricoltura, Personale.

Alla consigliera Dina Manti (sindaco di Corigliano d’Otranto) la delega alle Politiche Culturali, Promozione Turistica e del Territorio, Marketing, Sviluppo Economico, Rete Scolastica, Attuazione dell’intesa interistituzionale Regione UPI e Anci per la valorizzazione delle istituzioni culturali delle Province.

Al consigliere Massimiliano Romano (Matino) la delega alla Rappresentanza, Cerimoniale, Sport ed Impiantistica Sportiva, Politiche e finanziamenti Comunitari, Assistenza alla Pubblica Amministrazione, Associazioni.

Al consigliere Antonio Tondo (Copertino) la delega ai Trasporti.

Al consigliere Fernando Leone (Guagnano) la delega alle Politiche Sociali.

Continua a Leggere

Copertino

Vino adulterato: arresti e sequestri

Ghost Wine: avevano ideato un sistema di sofisticazione del vino, mediante zuccheraggio o importando vino spagnolo. Il vino veniva poi spacciato per biologico a basso prezzo, Doc o Igt italiano

Pubblicato

il

Una vasta operazione relativa alla fase conclusiva dell’indagine denominata “Ghost Wine”, che prevede l’esecuzione di ordinanze di misure cautelari restrittive e di sequestri preventivi, con l’impiego di oltre 200 militari del Gruppo Carabinieri per la Tutela della Salute di Napoli, di unità dell’Arma territoriale e circa 90 appartenenti all’Unità Centrale Investigativa dell’ICQRF. L’operazione, condotta dal NAS di Lecce e dall’ICQRF e coordinata dalla Procura della Repubblica del medesimo capoluogo, ha portato all’arresto di 11 persone, nonché al sequestro di 6 aziende vinicole.

Secondo le accuse era stato messo in atto un sistema di sofisticazione del vino, sia mediante zuccheraggio (pratica vietata) che importando  vino spagnolo. In entrambi i casi, il vino veniva spacciato per biologico a basso prezzo, Doc o Igt italiano, sia sul mercato italiano che su quello estero.

Arrestati e già in carcere: Antonello Calò, 63enne di CopertinoGiuseppe Caragnulo, 58enne di San Donaci (BR); Vincenzo Laera, 38enne di Mesagne; Rocco Antonio Chetta, 65enne di TavianoAntonio Domenico Barletta, 56enne di LecceLuigi Ricco, 55enne di San Ferdinando di Puglia (BT).

Sono invece ai domiciliari: Pietro Calò, 26enne di CopertinoGiovanni Luca Calò, 50enne di CopertinoCristina Calò, 55enne di CopertinoSimone Caragnulo, 23enne di San Donaci (BR); Antonio Ilario De Pirro, 51enne di Nardò.

Sequestrate le seguenti aziende: Agrisalento Srl di CopertinoEnosystem Srl di CopertinoMegale Hellas Srl di San Pietro Vernotico; Ccib Food Industry Srl di Roma. Sono quaranta gli indagati complessivi.

Indagati a piede libero: Tommaso Vantaggiato, 40enne residente a RacaleSusanna Calò, 34enne di CopertinoVincenzo Morrone, 31enne di Sant’Antimo (Napoli); Santo Aimone, 65enne di Sant’Antimo (NA); Giovanni Aimone, 34enne di Sant’Antimo (NA); Vincenzo Bevilacqua, 40enne di Capaccio (Salerno); Rosario Aurigemma, 58enne di Pontecagnano Faiano (Salerno); Giuseppe De Bari, 55enne di Molfetta (Ba); Nicola Suglia, 55enne di Noicattaro (Ba); Giovanni Tornese, 29enne di CopertinoStefano Troncone, 39enne di NovoliDaniela Gravili, 42enne di Cellino San Marco (Br); Antonio Caragnulo, 56enne di San Pancrazio SalentinoSalvatore Mazzotta, 54enne di TrepuzziRenato D’Auria, 53enne di Ortona (Chieti); Cosimo Campanella, 36enne di Martina Franca (Ta); Dario Bardi, 31enne di Cellino San Marco (Br); Oronzo Pezzuto, 36enne di SurboAntonio De Iaco, 63enne di Felline; Michele Brattoli, 68enne di Trinitapoli (Fg); Bruno Lucio Damiani, 62enne di Trinitapoli (Fg); Fabio De Pirro, 55enne di Collemeto di GalatinaFrancesco Libertini, 55enne di Lizzanello; Roberta Elisabetta Trande, 50enne nata a Maglie e residente a LecceSimone Nestola, 34enne di CopertinoGiacomina Tavani, 41enne di Altamura (Ba); Marta Abbracciavento, 38enne di CopertinoFrancesco Ciotola, 62enne nato a Napoli e residente a CutrofianoAntonio D’Oro, 49enne di Bonito (Avellino); Giuseppe Dell’Aversana, 40enne di Orta di Acella (Caserta).

Continua a Leggere

Attualità

Unisalento: è BricKid il Miglior Progetto Innovativo

BricKid non è solo un gioco ma ha anche risvolti educativi e formativi: grazie alle sue caratteristiche il bambino potrà infatti imparare a comprendere spazio, quantità, dimensioni, proporzioni e simmetria. Adatto ai bambini con disturbo dello spettro dell’autismo, aventi deficit nella comunicazione e nell’interazione sociale

Pubblicato

il

Premiate all’Università del Salento le migliori idee imprenditoriali messe a punto da studenti e dottorandi nell’ambito della manifestazione Contamination Lab, il laboratorio, ormai noto in tutta Italia, per diffondere la cultura imprenditoriale e la capacità d’innovazione

Due brillanti menti salentine, Giulia Cerfeda (studentessa di Ingegneria dell’Informazione di Lecce) ed Enrica Leo (studentessa di Ingegneria Gestionale di Copertino), insieme ad altri tre studenti pugliesi si sono aggiudicati il premio per il Miglior Progetto Innovativo.

Insieme al loro Mentor l’ingegnere Vito Urso (CLab Ambassador di Ceglie Messapica), hanno progettato con BricKid, un gioco pensante (prototipo di un gioco innovativo) indicato, anche, per chi è affetto da disturbo dello spettro autistico o da problemi cognitivo-sensoriale.

BricKid è un innovativo giocattolo costituito da una serie di mattoncini luminosi e intelligenti facilmente assemblabili.

Ciò che rende unico BricKid è il fatto che i mattoncini, in cui sono inserite delle schede circuitali integrate con un set di sensoristica, siano collegati ad un’applicazione scaricabile su smartphone e/o tablet.

Tramite tale applicazione il bambino potrà seguire tutorial di costruzione guidata di diversa difficoltà e mettersi alla prova con sfide logiche e motorie.

Il bambino, durante il gioco, riceverà costantemente dei feedback visivi e sonori e grazie alla modalità multiplayer potrà sfidare altri bambini.

BricKid è un gioco al passo con la tecnologia ma facile da usare, sicuro e resistente, realizzato con materiale di alta qualità e studiato per resistere agli inevitabili urti.

Un prodotto versatile ideale per tutti i bambini dai 3 anni in su, è un giocattolo in grado di svolgere un importante ruolo nello sviluppo cognitivo-sensoriale e sociologico del bambino.

Non è solo un gioco ma ha anche risvolti educativi e formativi: grazie alle sue caratteristiche il bambino potrà infatti imparare a comprendere lo spazio, le quantità, le dimensioni, le proporzioni, la simmetria.

Per le sue caratteristiche, risulta un gioco particolarmente adatto ai bambini con disturbo dello spettro dell’autismo, aventi deficit nella comunicazione e nell’interazione sociale.

I bambini affetti da disturbo dell’autismo rispondono in maniera diversa agli stimoli luminosi e sonori e se per Andrea il colore rosso è sinonimo di errore, Davide lo interpreta come rinforzo positivo.

BricKid, grazie alla possibilità di personalizzare le impostazioni iniziali, è un giocattolo adatto sia ad Andrea che a Davide.

Gli ideatori hanno anche messo online un questionario per capire come migliorare lo sviluppo del prodotto (CLICCA QUI).

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus