Raffaele Baldassarre morto d’infarto a 62 anni

Addio a Raffaele Baldassarre, è morto d’infarto a 62 anni. La salma  è nella sala consiliare di Cavallino, suo paese d’origine dove è stata allestita la camera ardente.
Grande il cordoglio dell’ex presidente della Provincia e coordinatore provinciale di Direzione Italia Antonio Gabellone: «Non ho parole per descrivere i miei sentimenti e il mio cuore spezzato. Ciao Raffaele».

La Storia e la carriera

Inizia la carriera politica nel 1982 quando diventa responsabile del movimento giovanile della Democrazia Cristiana del comune di Cavallino. Nel 1988 viene eletto consigliere comunale, carica ricoperta fino al 2002.

Dal 1991 al 1994 Baldassarre è vicesegretario della sezione provinciale di Lecce del Partito Popolare Italiano, dal 1998 al 1999 è segretario provinciale dei Cristiani Democratici Uniti (CDU).

Nel 1999 diventa segretario provinciale dei Cristiani Democratici per la Libertà (CDL), con Raffaele Fitto confluito poi in Forza Italia, di cui diventa segretario provinciale nel 2001, rieletto per acclamazione nel 2004.

Consigliere regionale di maggioranza della regione Puglia nelle file di Forza Italia dal 2001, viene poi rieletto all’opposizione nelle elezioni regionali del 2005.

Nel 2004 è candidato del centrodestra a presidente della provincia di Lecce; raccoglie il 47,8% dei voti perdendo nel confronto con il candidato del centrosinistra, Giovanni Pellegrino, eletto con il 51,8% dei voti al primo turno. Alle elezioni europee del 2009 in Italia è eletto deputato europeo per il Popolo della Libertà.

Ricandidato alle Elezioni europee del 2014 (Italia) nella Circoscrizione Italia meridionale per Forza Italia con 59.186 preferenze non viene rieletto. Il 24 marzo 2014 diventa membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia.

Tags:


Commenti

commenti