Sabir, il Festival delle Culture Mediterranee, si terrà nel Salento

Dopo aver fatto tappa in Sicilia per 4 anni (Lampedusa, Pozzallo, Siracusa e Palermo) la quinta edizione del Festival Sabir, promosso da Arci, Acli, Caritas, Cgil, si terrà a Leccedal 16 al 19 maggio.
Sono mesi e mesi che si sta mettendo a punto un programma ricco di eventi e di incontri.
Un festival che connette cultura e popoli in un’ottica di interazione e di conoscenza e che porterà relatori di tutto il mondo a confrontarsi con l’attuale situazione geopolitica.
Inoltre avremo seminari e workshop su attività svolte e da proporre, laboratori di attività artistiche e artigianali, teatro, concerti, Università di strada, mostre, formazione per target specifici, per coinvolgere tutta la nostra città in questo respiro internazionale che ben si sposa con la vocazione di una terra protesa nel Mediterraneo.
In attesa del programma ufficiale con tutte le numerose iniziative che vedranno Lecce protagonista del Festival dedicato alle culture mediterranee, Anna Caputo (presidente di Arci Lecce) ringrazia “il Comune di Lecce, la Provincia di Lecce, la Regione Puglia, l’Università del Salento e la Curia di Lecce per l’importante collaborazione nella concessione degli spazi dove si svolgeranno tutti gli eventi del Sabir. La disponibilità dimostrata e la grande spinta motivazionale che ha visto le nostre istituzioni facilitare il nostro lavoro di ricerca spazi all’interno delle mura urbiche, ci fa immaginare una grande partecipazione . Inoltre abbiamo stipulato un Patto con il Polo Biblio-museale di Lecce per ottimizzare tutte le iniziative culturali che faremo nei luoghi di competenza regionale“.
In particolare“, conclude Anna Caputo, “vorremmo che questo Festival desse nuovo slancio verso l’utilizzo dei luoghi pubblichi per iniziative culturali e sociali, perché solo frequentandoli i luoghi possono essere salvaguardati da incuria e dimenticanza“.
L’ex Convento dei Teatini, il Convitto Palmieri, il Museo Castromediano, Piazza Duomo, le sale parrocchiali della Curia di Lecce, il Conservatorio di S.Anna, i giardini dell’ex Carlo Pranzo, la sede universitaria “Codacci Pisanelli”, saranno i luoghi principali in cui si svolgeranno le iniziative del Festival, “il cuore della nostra città“.

Tags:


Commenti

commenti