Salvati 18 migranti nel Canale d’Otranto

Powered by WP Bannerize

Ancora un tentativo di sbarco di cittadini extracomunitari lungo le coste pugliesi bloccato dalla Guardia di Finanza.

Durante il continuo pattugliamento al largo delle coste pugliesi, un aereo della Gurdia di Finanza impiegato nell’ambito dell’Operazione internazionale “AENEAS 2012” – promossa dall’Agenzia Europea Frontex per il contrasto dei flussi migratori nel Mar Ionio e nell’Adriatico Meridionale – sotto il coordinamento del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto -, poco prima dell’una di notte tra domenica 7 e  lunedì 8 ottobre intercettava, a 30 miglia al largo di Santa Maria di Leuca, una imbarcazione di circa cinque metri in navigazione in acque internazionali, verosimilmente con clandestini a bordo e provenienti dalla Grecia.

Iniziava quindi un continuo e prolungato monitoraggio occulto da parte di unità aeree e navali della Guardia di Finanza, sino alle 5.10 di questa mattina, quando, a causa delle cattive condizioni meteo-marine, l’equipaggio del guardacoste “G. 92 Alberti” del Gruppo Aeronavale di Taranto era costretto ad intervenire prendendo a bordo i 18 migranti clandestini. In cooperazione con la V.1696 della Sezione Operativa Navale di Otranto, i Finanzieri provvedevano a rimorchiare l’imbarcazione, a lento moto, verso il porto di Otranto.

A bordo i Finanzieri hanno trovato complessivamente 18 clandestini, tutti maschi, presumibilmente: 14 pakistani, 2 cingalesi e 2 afgani.

Giunti alle ore 5,30 nel porto di Otranto, dopo i primi soccorsi di rito, iniziavano da parte dei Finanzieri del comparto aeronavale, in collaborazione con le pattuglie della Compagnia della Guardia di Finanza di Otranto, le operazioni di identificazione dei migranti e di individuazione degli scafisti, verosimilmente nascosti tra i clandestini.

Dall’inizio dell’anno, le unità aeronavali della Guardia di Finanza di Puglia, nel corso di complesse operazioni aeronavali condotte anche con l’applicazione di innovativi istituti di diritto internazionale, hanno già fermato 26 imbarcazioni dirette verso le coste pugliesi, arrestando 28 scafisti ed individuando 1.531 migranti.

Powered by WP Bannerize


Commenti

commenti