Salve, due arresti per furto aggravato

I Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato, per furto aggravato, Pasquale Dell’Acqua e Antonella Massaro, rispettivamente 50enne e 45enne, entrambi del posto e gravati da precedenti di polizia. Nella serata di ieri il proprietario di un supermercato di Salve ha chiamato, sul numero unico di emergenza europeo 112, la Centrale Operativa della Compagnia di Tricase chiedendo di inviare sul posto una pattuglia dell’Arma poiché era in atto un furto all’interno del proprio esercizio commerciale. Nel volgere di pochi minuti sono arrivati i militari della Stazione di Salve ai quali il negoziante ha riferito di aver notato una coppia che, mentre si aggirava fra gli scaffali fingendo di fare la spesa, si era appropriata di una consolle “Nintendo” e, dopo averla nascosta sotto gli abiti della donna, aveva guadagnato l’uscita senza passare dalle casse. I due si erano allontanati alcuni istanti prima dell’arrivo dei Carabinieri. Il racconto fatto dalla vittima trovava riscontro nei filmati delle telecamere di sorveglianza presenti all’interno del locale che avevano immortalato tutta la scena. Ai militari operanti è apparso subito evidente che gli autori del furto erano due soggetti ben noti alle forze dell’ordine per i loro numerosi precedenti, anche specifici. La pattuglia si è recata presso l’abitazione dei due dove, dopo alcuni attimi di esitazione, la donna ha restituito quanto poco prima sottratto dall’interno del supermercato. I due sono stati quindi prelevati ed accompagnati in caserma dove sono stati dichiarati in arresto per furto aggravato. Dell’avvenuto provvedimento di polizia è stata data notizia al P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, dr. Coccioli, il quale ha disposto che la coppia venisse riaccompagnata presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari.


Commenti

commenti