Connect with us

News & Salento

Spari al Carabiniere: ricostruita la scena del crimine

CASARANO. Era il 23 agosto quando il militare dell’Arma scampò miracolosamente al fuoco aperto dai criminali alle porte della città sulla sua auto privata

Pubblicato

il

Lo scorso 22 settembre i tecnici della SIS (Sezione Investigazioni Scientifiche) di Bari unitamente a quelli del Reparto Operativo di Lecce, hanno ricostruito la scena del crimine verificatosi la notte del 23 agosto scorso alle porte di Casarano.

SONY DSCCome si ricorderà un Carabiniere della Compagnia di Casarano, poco dopo aver finito il proprio turno di servizio si stava dirigendo verso la propria abitazione a bordo di una Renault 4, quando in prossimità di una rotatoria notò due autovetture di cui una di grossa cilindrata in sosta sul margine della carreggiata. Il militare notò soprattutto l’atteggiamento degli occupanti, ritenendoli sospetti. Probabilmente la stessa percezione di minaccia la ebbero gli occupanti le due autovetture. Dopo pochi secondi il militare, fermatosi per chiedere l’intervento dei colleghi, fu raggiunto dall’auto di grossa cilindrata dalla quale furono esplosi non meno di 5 colpi di pistola, tutti potenzialmente letali, come ha evidenziato l’accurata ricostruzione posta in essere dagli esperti delle Sezioni rilievi. Tutti i colpi furono esplosi con l’intenzione di raggiungere il guidatore che, per puro istinto di sopravvivenza riuscì a rannicchiarsi sotto il cruscotto dell’auto venendo risparmiato così da conseguenze tragiche. In particolare i colpi esplosi nella fiancata, se fosse rimasto al posto di guida, lo avrebbero certamente raggiunto ferendolo seriamente. La ricostruzione ha permesso di ricostruire con dovizia di riscontri il racconto fornito dalla stessa vittima e dagli altri testimoni che, sebbene indirettamente, ebbero le prime notizie di quanto accaduto. Ancora di difficile spiegazione il movente di un gesto tanto teatrale quanto efferato e determinato e che, fino ad ora, non ha trovato una plausibile spiegazione da parte di investigatori e della stessa vittima. Naturalmente le indagini proseguono nel tentativo di dare una identità  all’autore ed un movente ad un gesto così risolutivo.

 

Continua a Leggere

Attualità

Se 23 anni vi sembran pochi…

Grazie ancora a tutti coloro che, da 23 anni, continuano a seguirci con affetto…

Pubblicato

il

Dopo 23 anni di onorato servizio non cullarsi su quanto già realizzato, ripensare un giornale e rinnovarlo profondamente lo abbiamo sentito come un sacrosanto
dovere! Tutto cambia, tutto si evolve, soprattutto su internet, ed ecco perché abbiamo deciso di rinnovarci anche online con una nuova veste grafica più accattivante, più
funzionale alle nuove esigenze dei lettori e strettamente connessa all’oggetto che, ormai, fa parte della nostra vita: lo smartphone.

Sotto l’ombrellone, nelle sale d’attesa, sulla panchina al fresco di un albero, in un bar, su un marciapiede o in casa, è lo strumento che più di tutti ci informa e ci tiene aggiornati. I giornali cartacei a voler dar retta ad una profezia di almeno 15 anni fa, sarebbero dovuti soccombere sotto il peso del digitale ed invece… siamo qui.

Per questo una nuova grafica, una nuova impaginazione e un “solo” rinnovato spirito giornalistico.
“il Gallo” sarà nuovo nella veste ma antico nel cuore: darà sempre voce a tutti, prediligendo, come racconta la sua storia, chi di voce non ne ha.

Restando fedele al ruolo di garante della verità e di strumento della comunicazione per la crescita di tutto il Salento, guarderà al futuro con coraggio, mantenendo sempre fede al valore etico, sociale ed educativo di una informazione di qualità e mai sottomessa.

Grazie ancora a tutti coloro che, da 23 anni, continuano a seguirci con affetto. Grazie agli inserzionisti che hanno creduto e credono in noi, perché consapevoli o no, sono l’unica fonte di finanziamento della nostra testata che mai ha usufruito di alcun finanziamento pubblico o istituzionale e, forse, anche per questo, continua ad essere libera.

Per davvero.

Continua a Leggere

News & Salento

Schianto all’alba: ricoverato 23enne di Galatina

Codice rosso per uno di 4 ragazzi a bordo di una vettura finita contro un muro stamattina sulla Galatina-Copertino

Pubblicato

il

Uno pneumatico esploso, una carambola contro un palo e poi fine corsa sul muro. Questa la sommaria ricostruzione dell’incidente, che all’alba di questa mattina, domenica 14 luglio, ha coinvolto 4 ragazzi a bordo di un’auto sulla Galatina-Copertino.

Il sinistro si è verificato attorno alle 6e30 e non ha coinvolto altre vetture. Dalla ricostruzione effettuata sul posto, parrebbe che uno degli pneumatici della vettura, ritrovato esploso, possa esser scoppiato prima dell’impatto, portando il conducente a perdere il controllo della Peugeot a bordo sulla quale trasportava 3 amici.

Tra gli occupanti nessun ferito grave. Ad avere la peggio uno dei ragazzi seduti sui sedili posteriori. Si tratta di un 23enne di Galatina, ricoverato in codice rosso al “Fazzi” di Lecce ma, per fortuna, non in pericolo di vita.

Continua a Leggere

News & Salento

Salto nel vuoto: muore giovane mamma a Galatina

Fatale caduta dal balcone della propria abitazione: dopo le prime indagini si propende per l’ipotesi del suicidio

Pubblicato

il

Shock a Galatina per il decesso di una donna precipitata dal balcone di casa.

Nelle scorse ore una 48enne ha perso la vita dopo un salto nel vuoto. Vani i tentativi di rianimazione del 118 accorso sul posto. Difficile anche la ricostruzione dell’accaduto per le forze dell’ordine, tuttora al lavoro in questo senso.

Prende forma però sempre di più l’ipotesi del suicidio. La donna è stata trasportata d’urgenza in ospedale, ma per lei non c’è stato nulla da fare. Lascia marito e due figli.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus