Connect with us

News & Salento

Zocco, deprecabili decisioni del Sindaco di Tricase

L’impatto, infatti, è stato tanto deludente per gli espositori e negativo per gli operatori del Centro Storico e per cittadini che si è provveduto a smontare l’allestimento dopo appena dieci giorni per trasferirlo in piazza Cappuccini in cerca di miglior fortuna.

Pubblicato

il

Il Consigliere comunale del PD di Tricase, Carmine Zocco, in una nota critica le scelte ultime del Sindaco e della Amministrazione: “Il Sindaco e la Giunta Comunale di Tricase  pensano che il loro compito sia solo quello di “mettere in vetrina tutto”. Con scelte discutibili e molta approssimazione hanno allestito dei gazebo di plastica nel centro storico per promuovere “oltre i confini  le nostre produzioni locali”. L’impatto, infatti, è stato tanto deludente per gli espositori e negativo per gli operatori del Centro Storico e per cittadini che si è provveduto a smontare l’allestimento dopo appena dieci giorni per  trasferirlo in piazza Cappuccini in cerca di miglior fortuna. Ma l’iniziativa in cui  Sindaco e Giunta hanno espresso il meglio è stata “l’expo delle proprie virtù e delle buone azioni natalizie”. Dopo un’apposita riunione per “ riflettere- a quanto dicono- sulle iniziative da prendere per fronteggiare il disagio di tanti nostri concittadini a rischio povertà”, hanno preso una decisione. Un atto amministrativo, come loro competerebbe, per alleviare lo stato di bisogno? No. Avrebbero potuto farlo già da qualche mese, ma erano impegnati a litigare. Uno stanziamento straordinario di fondi? Neanche, non c’era più tempo e, forse, mancavano risorse. Nessuno “atto pubblico”, perciò,  era stato adottato. Nulla di rilevante su cui informare i cittadini. Siamo stati, però, tempestivamente messi al corrente che essi avevano fatto ricorso all’autotassazione per regalare un pacco dono ad alcuni concittadini riconosciuti come bisognosi. Sicuramente un atto meritorio e nobile, soprattutto se rimane riservato. E’ uno di quei  gesti, infatti, che si collocano  nell’ambito della  discrezionalità privata di ogni individuo. Gesti che per fortuna nella nostra comunità sono molto frequenti pur restando riservati. E’, infatti, patrimonio civico comune oltreché insegnamento dell’etica cristiana (che non dovrebbe essere sconosciuta a Sindaco e assessori) che non si debba fare “esibizione di carità”. Neanche con la scusa di dare il buon esempio ai propri concittadini” conclude il consigliere Zocco, “che hanno dimostrato molte volte di essere più avanti di chi li amministra. Anche in fatto di stile e sobrietà. Quello che è mancato a Sindaco e Assessori anche in questa occasione.

Cronaca

Ubriaco e contromano: un morto sulla statale

Pubblicato

il

Un uomo è morto e due sono rimasti feriti in un incidente stradale provocato da un carabiniere forestale che, ubriaco, a bordo di una vettura Bmw, ha imboccato contromano la statale 613 Lecce-Brindisi percorrendola per oltre 10 chilometri. Lo scontro è avvenuto alle 4.30. L’auto su cui viaggiava il carabiniere si è scontrata frontalmente con una Renault Clio con a bordo un uomo di 59 anni, Desiderio Serio, di San Donaci (Brindisi), e un suo amico, che stavano rientrando a casa dopo aver trascorso la serata in un locale a Lecce. Serio è morto, mentre l’amico è rimasto ferito così come il carabiniere di 34 anni, di Brindisi in servizio come forestale a Matera. Le condizioni dei due feriti non sono gravi. Il carabiniere é risultato positivo al test alcolemico a cui é stato sottoposto in ospedale. La sua posizione è al vaglio degli inquirenti. Si stanno vagliando i filmati delle telecamere dell’Anas. La strada è rimasta a lungo chiusa al traffico

Continua a Leggere

Attualità

Popoli in Puglia, dal Gargano a Leuca una terra di passaggio

L’intento è quello di far conoscere ai giovani i diversi popoli e la pluralità di lingue e culture che vivono insieme pacificamente nel territorio pugliese

Pubblicato

il

Venerdì 04 ottobre 2019, alle ore 12.00, presso l’Istituto Comprensivo Polo 3 di Galatina, verrà presentato il progetto “Popoli In Puglia” ideato dall’associazione Espressioni e sostenuto dal Consiglio Regionale della Puglia.

Il progetto racconta della Puglia, dal Gargano a Santa Maria di Leuca, quale terra di frontiera e di passaggio, la cui posizione geografica la pone, in passato e nel presente, come fulcro fondamentale di comunicazione tra l’Occidente e l’Oriente, tra il Nord dell’Europa, il continente africano e il Medioriente.

“Popoli in Puglia” fa conoscere ai giovani i diversi popoli e la pluralità di lingue e culture che vivono insieme pacificamente nel territorio pugliese, in una “convivenza civile” frutto delle norme che regolano gli aspetti della vita, ma anche di un’educazione al valore del rispetto dell’umanità, all’abbraccio degli esseri umani che si trovano in condizioni di debolezza e svantaggio, alla comprensione delle ragioni dell’altro.

Da queste premesse l’impegno dell’Assessorato all’Istruzione della Regione Puglia alla promozione e alla conoscenza dell’identità del popolo pugliese e alle culture presenti per comprendere la profondità e la ricchezza che la contaminazione di idee può produrre. Conoscere rappresenta la via privilegiata per l’incontro di culture e il superamento della paura verso l’altro, per una società civile orientata all’accoglienza e dell’integrazione.

Durante la presentazione sarà distribuito agli studenti delle scuole secondarie di primo grado l’omonimo volume “Popoli in Puglia”, rientrante nella linea editoriale LEGGI LA PUGLIA del Consiglio Regionale della Puglia, scritto da Alessandra Caragiuli ed edito da Espressioni associazione di sviluppo territoriale dedita ad attività di sensibilizzazione e crescita culturale.

Alla presentazione interverrà l’Assessore alla formazione e lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo, Paolo Pellegrino Consigliere Regionale e l’autrice Alessandra Caragiuli. Ingresso è libero e gratuito.

Continua a Leggere

Cronaca

Spaccio di cocaina: fermato 29enne

Sostanza e materiale atto alla preparazione delle dosi: in arresto uomo di Poggiardo

Pubblicato

il

Arresto in flagaranza di reato nella giornata ieri, venerdì 13 settembre, a Poggiardo.
I carabinieri hanno fermato M. G. B., 29enne del posto, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
Il fermo è arrivato dopo una perquisizione personale e domiciliare nella quale i militari hanno rinvenuto 6 involucri contenenti 24 grammi circa di cocaina, oltre a sostanza da taglio, bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.
Sottoposto il tutto a sequestro, i carabinieri hanno portato il 29enne presso la casa circondariale di Lecce dove ora è stato lasciato nella disposizione dell’autorità giudiziaria.
Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus