Connect with us

Sport

A Tricase il raduno giovanile per le bocce

Dal 9 al 15 dicembre per il memorial “Luigi Caputo”. Preoccupano le cattive condizioni del tratto di strada adiacente la struttura: senza asfalto, piena di buche e illuminata solo parzialmente

Pubblicato

il

di Valerio Martella

A Tricase arriva lo spettacolo delle bocce. Dal 9 al 15 dicembre 2013 presso il bocciodromo comunale, situato nei pressi del campo sportivo della frazione Lucugnano, si terrà il “Primo raduno giovani sportivi nella disciplina del gioco delle bocce”.

L’evento, organizzato dalla Società bocciofila tricasina insieme all’associazione sportiva culturale Tricasèmia e patrocinato dalla Città di Tricase e dal comitato provinciale FIB (Federazione Italiana Bocce) è dedicato alla memoria di Luigi Caputo ex socio della società sportiva cittadina.

Sono previste esibizioni di ragazze e ragazzi provenienti da diversi comuni del salento, che avranno l’occasione di farsi notare e di competere, davanti a un pubblico di giovani e adulti in una disciplina che si sta aprendo sempre di più al mondo giovanile.

I giovani sportivi saranno suddivisi in varie squadre a seconda dell’età e della categoria di appartenenza.

Ad aprire i giochi saranno i “gruppi” che si sfideranno dal Lunedì al giovedì in ordine d’età crescente: dalla fascia d’età di 10-11 anni che si esibirà lunedì 9, fino a quella di 16-17 di giovedì 12. Tutte con inizio nel pomeriggio a partire dalle ore 15.

Venerdì 13 è invece previsto il giorno di riposo per poi chiudere col botto negli ultimi due giorni.

Sabato 14 infatti, sarà la volta dei Paralimpici individuali con la partecipazione di un campione di fama nazionale, mentre domenica 15 si comincerà dalle ore 9 con la sfida individuale “lui e lei” e alle 15 si darà il via alle finali di tutte le categorie.

Nell’organizzare l’evento, non è mancata la collaborazione delle diverse associazioni e società sportive cittadine che hanno risposto positivamente all’invito degli organizzatori. A dare il loro sostegno, infatti sono Asd Basket Tricase, Evvai.com Virtus Tricase, Scuola Calcio As Tricase, Tricase Volley femminile e Amatori Calcio Tricasèmia , Avo, Ail e Fratres oltre al generoso contributo della famiglia di Luigi Caputo.

Un evento che mira ad  avvicinare ulteriormente i giovani a questa disciplina appartenente alla categoria dei cosiddetti “sport minori”, ma che in Italia risulta essere molto praticata, anche se l’impressione è che ad esercitarla siano solo persone di età adulta.

Uno degli obbiettivi della manifestazione è anche quello di smentire questo luogo comune e di mettere in risalto il fascino e le tante caratteristiche costituenti il gioco delle bocce al fine di attirare le attenzioni dei giovani, in un atmosfera in cui, agonismo, socializzazione, solidarietà, divertimento e spettacolo, la faranno da padrona.

Le uniche note stonate, sono rappresentate dalle precarie condizioni della stradina (continuazione via Falingeli), in cui è situato il centro bocciofilo comunale: senza asfalto, completamente dissestata, illuminata solo parzialmente. Il tutto può rappresentare un serio pericolo per l’incolumità di coloro che parteciperanno all’evento sia come atleti che come spettatori.  Il pericolo maggiore è rappresentato dalle enormi buche presenti  all’ingresso della stradina che provocano  diverse difficoltà agli automobilisti (specie nei giorni di pioggia) nel momento in cui tentano di immettersi nella strada provinciale Tricase – Lucugnano, rischiando di impattare con le auto che transitano lungo la stessa Provinciale, normalmente a velocità consistente.

Nel tentativo di porre rimedio a tali pericoli, gli organizzatori per l’occasione hanno sollecitato il Comune di Tricase, richiedendo l’asfaltatura o quantomeno la sistemazione precaria della stradina, la collocazione di  un lampione al già esistente impianto elettrico e l’abbattimento delle barriere architettoniche, vista la presenza certa di persone disabili.

Continua a Leggere

Sport

Formula Challenge Terre Joniche rinviato per previsioni meteo avverse

Prorogato, al 26 novembre, anche il termine per l’invio delle iscrizioni per la gara ospita dalla Pista Salentina di Ugento

Pubblicato

il

A causa delle condizioni meteo avverse previste per questo fine settimana, la Scuderia Salento Motor Sport, organizzatrice del 3° Formula Challenge “Terre Joniche”, ha chiesto ed ottenuto dalla Federazione ACI Sport il rinvio al 30 novembre ed al 1 dicembre della gara automobilistica prevista domani sabato 23 e domenica 24 novembre.

Gara da correre sulla Pista Salentina di Ugento e valida per il Campionato Italiano Formula Challenge ACI Sport.

«La decisione è stata presa per via delle pessime condizioni meteo previste per domenica 24»,  dichiara Antonello Casto, presidente della Scuderia SMS, «è necessario preservare la miglior situazione di gara possibile in termini di sicurezza. Inoltre, il tracciato, particolarmente tecnico, potrebbe risultare eccessivamente insidioso a causa dell’acqua».

Prorogato, al 26 novembre, anche il termine per l’invio delle iscrizioni.

Alla corsa sono ammesse tutte le vetture previste dal Regolamento Tecnico Formula Challenge ACI Sport (formula, prototipi, speciale slalom, E1, Gt, formula, rally, minicar, racing start e storiche).

Il “Terre Joniche” è valido anche  per il 2° Campionato Grande Salento – Trofeo DGR Group e per il Campionato Interregionale Campania, Puglia, Basilicata, organizzato dalla scuderia Basilicata Motorsport.

Per informazioni, si può visitare il sito www.salentomotorsport.it , chiamare il numero telefonico 329.6057001 o connettersi con la pagina Facebook “Salento Motor Sport”.

Continua a Leggere

Sport

“Lazio-Lecce? Rigore da ripetere”

Il designatore degli arbitri di A, Rizzoli, ammette: “Inutile nascondersi, il penalty di Babacar andava ribattuto”

Pubblicato

il

Il famigerato rigore di Lazio-Lecce era da ripetere.

A dirlo, stavolta, il designatore degli arbitri di Serie A Rizzoli.

“Se l’arbitro avesse visto, sarebbe stato da ripetere: senza dubbio – ha affermato l’ex fischietto in riferimento al penalty della partita dell’Olimpico nella quale è stato annullato il gol a Lapadula perché era entrato dentro l’area di rigore prima del fischio dell’arbitro Manganiello -. C’è un errore arbitrale, non siamo qui a nasconderci. Qui l’arbitro avrebbe dovuto applicare la regola, il Var ha fatto quello che il protocollo prevede e ha annullato il gol perché Lapadula era entrato dentro l’area di rigore”.

Niente più fantascientifiche spiegazioni quindi, né differenziazione tra regolamento e prassi, come era stato prontamente risposto alle rimostranze del presidente giallorosso in TV.

Un mea culpa che pur non valendo punti in classifica restituisce dignità all’accaduto ed al senso del campionato stesso. Inutile nascondere un errore, come dice lo stesso Rizzoli, che poi spiega: “Il Var non è stato introdotto per azzerare gli errori ma per dare credibilità al campionato”.

Continua a Leggere

Sport

Calcio a 5: Polisportiva Nuova Tricase, esordio col botto

Successo casalingo per le ragazze tricasine: Sternatia travolto

Pubblicato

il

Le ragazze della Polisportiva Nuova Tricase hanno battuto 8-0 nell’esordio casalingo lo Sternatia.

Il modo migliore per iniziare quella che si prospetta come una grande stagione.

La bella realtà cittadina della squadra di calcio a 5 femminile nasce nel 2011, per volontà di Lello Legari e di un gruppo di ragazze guidate dal capitano Mina Rizzo, con l’intento di dare visibilità ed importanza anche al calcio femminile.

Negli anni la Polisportiva Nuova Tricase, che disputa un campionato provinciale, è riuscita a togliersi diverse soddisfazioni, come quella di vincere per due volte proprio il campionato provinciale, ottenendo così la possibilità di accedere alle fasi finali nazionali, trionfando anche a livello nazionale.

Un’associazione formata da un gruppo di ragazze affiatate dentro e fuori dal campo, come testimoniano le numerose iniziative che la PNT porta avanti anche nel sociale, a cominciare dalla presenza attiva nella campagna di raccolta fondi in favore di Telethon.

Un altro lodevole progetto che si ripete ogni anno è la “Lotteria della Befana”: con la vendita dei biglietti della lotteria le ragazze finanziano l’acquisto di regali da consegnare ai bambini in degenza all’ospedale “Card. G. Panico” di Tricase, nel giorno dell’Epifania.

Le difficoltà sono tante: le spese di gestione di un’associazione non sono indifferenti ma, grazie anche all’aiuto degli sponsor che hanno deciso di investire e di credere in questa bella realtà, tutto è di nuovo pronto per l’inizio del campionato.

L’augurio del capitano Mina Rizzo è che sempre più persone possano appassionarsi al calcio femminile e seguire le gesta della Polisportiva Nuova Tricase.

Dopo l’esordio col botto di ieri sera appuntamento con le ragazze della PNT ogni giovedì presso il campo “178” dove giocheranno tutte le altre partite casalinghe.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus