Connect with us

Gallipoli

Calcio, Gallipoli: messaggio del Presidente

Pubblicato

il

Daniele D’Odorico scrive ai tifosi giallorossi: “Vogliamo tanti gallipolini al Via del Mare!!! Spero proprio che venire a Lecce, per assistere alla partita di calcio, sia anche un pretesto per fare una scampagnata ed una felice gita fuoriporta. Alla luce dei rinforzi che il Gallipoli Calcio ha effettuato nelle ultime emozionanti ore di calcio mercato, ed alla luce delle attività di acquisizione di altri atleti svincolati nelle prossime ore, mi sento di poter rassicurare i tifosi circa il roseo prosieguo della nostra stagione. Certo, non sarà facile, ci sarà da lottare e da soffrire, ma penso proprio che stiamo allestendo un bel gruppo di uomini prima e di calciatori poi. Mi ha fatto molto piacere ascoltare la grande positività e la grande propositività con cui i giocatori già acquistati, e quelli che stiamo per acquisire, hanno risposto alla chiamata del Gallipoli Calcio. Vuol dire che di noi si parla bene, vuol dire che c’è grande fiducia nel nostro progetto e che la curiosità, per certi versi, si sta trasformando in entusiasmo.

Il Gallipoli per il sottoscritto è soprattutto un affare di cuore. Non c’entra il business. Non c’entra l’affare economico. Non c’entra l’aspettativa di grandi ritorni finanziari. C’è soltanto il desiderio di lasciare il segno, una traccia nella storia del Gallipoli Calcio e del Salento, di un territorio che dimostra di avere tante aspettative e tanto desiderio di emergere. Ma il fatto che il Gallipoli sia una questione di cuore e di sentimento, piuttosto che di denaro, non significa che l’organizzazione della nostra società non debba essere improntata a criteri aziendalistici ed altamente professionali. Non si raggiungono risultati degni di questo nome senza una organizzazione perfetta, una organizzazione in cui ogni ingranaggio si muove in funzione dell’efficienza dell’intera macchina. Ma per un’organizzazione di questo tipo ci vuole anche il giusto tempo, perché tutti devono parlare la stessa lingua, perché tutti devono muoversi con lo stesso passo.

Ed è proprio su questo che il sottoscritto, in prima persona, sta lavorando, poiché, da quando sono qui, dopo aver rilevato la società, ho curato in prima persona ogni dettaglio ed ogni aspetto gestionale. È inutile dire che il mio progetto, la mia idea di calcio a Gallipoli, non guarda solo e soltanto al presente, ma si proietta anche e soprattutto al futuro. Sia per quanto attiene i traguardi meramente sportivi che per quanto attiene l’idea di costruire una vera e propria cittadella dello sport che rimanga come imperituro segno tangibile delle belle stagioni vissute in questi anni in riva allo Jonio. Ma guardare al futuro significa guardare soprattutto ai giovani, individuando per loro uno sbocco sportivo di largo respiro che valorizzi il vivaio ed i tanti talenti di questa terra. È con questi propositi che abbiamo assunto in prima persona la guida del Gallipoli Calcio. È con questi sentimenti che guardiamo al domani, non certo per bisogno di visibilità e per puro spirito di autocompiacimento.

Sono certo che i miei desideri diventeranno realtà, poiché sto costruendo un gruppo di lavoro finalizzato al raggiungimento di un grande obiettivo. Il calore del tifo è determinante per la squadra. Da solo, però, non basta. Sono certo che in tanti ci daranno una mano a mantenere le posizioni raggiunte. Ai tifosi rinnovo l’invito di starci accanto, di continuare a farci sentire la loro vicinanza. Comprendo perfettamente che un conto è giocare allo Stadio “Antonio Bianco” ed un altro al “Via del mare” o in qualsiasi altra struttura. Tuttavia, dobbiamo sempre fare i conti con la realtà e non con le favole. E la realtà ci dice che a Gallipoli non si può giocare, mentre al Via del Mare abbiamo a disposizione un impianto bello, funzionale, facile da raggiungere, scorrevole al momento dell’afflusso e del deflusso.

Perché privarci di tale opportunità? In fin dei conti, il calcio è gioia e divertimento. E allora rechiamoci a Lecce ed al Via del Mare con la stessa gioia con cui si fa una scampagnata, una gita fuori porta, sperando alla fine di ogni incontro casalingo di bere un buon bicchiere tutti insieme. Lecce non è così poi lontana da Gallipoli. Le arterie stradali sono scorrevoli. E’ facile arrivare allo stadio comunale di lecce. Non ci facciamo fermare dagli steccati e dai campanilismi. Gustiamoci questo campionato e viviamocelo anche se a qualche chilometro di distanza dalle nostre case. Le polemiche, insomma, non aiutano ed il sottoscritto non solo non ne farà più, ma taglierà i ponti con chi ha interesse soltanto a crearne di nuove”.

Continua a Leggere

Alessano

Le scuole in…cantano i borghi

40 scuole del Salento animeranno i centri storici di Gallipoli, Specchia, Alessano, Carmiano, Lizzanello, Merine e Lecce durante le festività natalizie. I piccoli e giovani studenti saranno dei veri cantori e attori per rendere unico ed emozionante questo Natale 2019

Pubblicato

il

Saranno gli studenti di 40 scuole ad animare nel Salento le prossime festività natalizie. Canteranno, suoneranno, reciteranno e metteranno in bella mostra manufatti artigianali realizzati per raccontare la bellezza della nostra terra e dell’atmosfera che si vive nei giorni di festa. Un progetto unico nel suo genere, alla sua prima edizione, che rivela la grande voglia e la forte necessità di fare rete per diffondere cultura e rendere protagonisti i nostri bambini e i nostri ragazzi.

Si chiama “Le Scuole in…Cantano i Borghi” il progetto finanziato dalla Regione Puglia – Assessorato all’Istruzione e Lavoro e patrocinato dalla Provincia di Lecce e  che vede coinvolte  Gallipoli, Specchia, Alessano, Carmiano, Lizzanello, Merine e Lecce. È stato presentato presso l’Ufficio Scolastico Territoriale di Lecce alla presenza dei Dirigenti scolastici.

L’idea è nata nelle Scuole ad Indirizzo Musicale degli Istituti comprensivi di Alliste e Carmiano, ma ha trovato fin da subito la convinta adesione dell’Ufficio Territoriale Scolastico che, a sua volta, ha coinvolto tantissime altre scuole da nord a sud del Salento rendendo l’iniziativa un’occasione straordinaria.

I palazzi, le corti, le piazze, i frantoi ipogei incanteranno i visitatori non solo per la loro rinomata bellezza storico/artistica ma anche perché i bambini e i giovanissimi sapranno emozionare chi li ascolterà. Ogni città avrà un percorso tra i suoi monumenti più rappresentativi e ogni scuola coinvolta porterà un proprio repertorio. Solo l’inno iniziale sarà in comune ed è il brano natalizio che, nel corso del tempo, ha fatto il giro del mondo unendo Paesi e popoli lontani, Noel.

L’obiettivo d’altronde è quello di aprire la scuola al territorio, mostrare agli adulti quello che viene realizzato al suo interno e valorizzarlo unendo il patrimonio architettonico al talento dei bambini. Insomma un modo nuovo ed entusiasmante di raccontare una terra ricca di storia e di nuove energie. Cinque tappe per serate che resteranno nella storia perché metteranno in moto una vera mobilitazione, attorno le scuole, di associazioni (e tra queste i Gal Terra D’Arneo, Valle della Cupa e Capo di Leuca) e amministrazioni comunali.

Sono felice e soddisfatta perché c’è grande entusiasmo”, dichiara la Dirigente scolastica di Carmiano Paola Alemanno, “e anche un forte impegno nel mettere in piedi una macchina organizzativa  così complessa ma unica nel suo genere”.

Secondo Vincenzo Melilli, Dirigente U.S.T. di Lecce “lo spirito di condivisione tra i dirigenti scolastici è un’importante tappa di strategia del sistema scuola”.

“È stata un’intuizione meravigliosa quella di valorizzare tutta la fertilità creativa delle nostre scuole”, aggiunge Filomena Giannelli, dirigente scolastica di Alliste, “in scenari già belli ma che rinascono così a nuova vita”.

“Progetto nuovo ed emozionante che condividiamo ed elogiamo”, ha concluso Andrea Romano, Capo di Gabinetto della Provincia di Lecce.

IL PROGRAMMA

Giovedì 12 dicembre (17 – 19) Gallipoli, borgo antico, Biblioteca, Municipio, Duomo, Castello

Venerdì 13 dicembre (17 – 19) Specchia/Alessano, Piazza del Popolo, Palazzo Risolo, Convento dei Francescani Neri

Lunedì 16 dicembre (17 – 19) Carmiano, Piazza del Tempo

Martedì 17 dicembre (17 – 19) Lizzanello/Merine, Piazza San Lorenzo

Giovedì 19 dicembre (17 – 19) Lecce, Sant’Irene dei Teatini

LE SCUOLE COINVOLTE

Istituto comprensivo Alessano/Specchia,

Istituto comprensivo Lizzanello/Merine,

Liceo “Palmieri” Lecce,

IISS “Giannelli” Parabita.

Lecce: Istituto comprensivo “Ammirato-Falcone”, Scuola Sec. I° “Galateo”, Scuola Sec. I° “Ascanio Grandi”, IISS “Ciardo”, IISS “Columella”, IISS “De Pace”

Gallipoli: Istituto comprensivo Polo 2,  Istituto comprensivo Polo 3, Liceo “Quinto Ennio”, IISS “Vespucci”

Surbo: DD Ampolo, Istituto comprensivo “Elisa Springer”

Tricase: Istituto comprensivo “Via Apulia”, Istituto comprensivo “Pascoli”, IISS “Don Tonino Bello”

Istituto comprensivo Calimera

Istituto comprensivo Cavallino

Istituto comprensivo Copertino Polo1

Istituto comprensivo Corsano

Istituto comprensivo Galatina Polo 3

Istituto comprensivo Gagliano del Capo

Istituto comprensivo Matino

Istituto comprensivo Melissano

Istituto comprensivo Monteroni Polo 2

Istituto comprensivo Novoli

Istituto comprensivo Racale

Istituto comprensivo Parabita

Istituto comprensivo Salice Salentino

Istituto comprensivo Scuole Salve/Morciano/Patù

Istituto comprensivo San Cesario, IC Scorrano

Istituto comprensivo Trepuzzi Polo 2

Istituto comprensivo Veglie Polo 1

Istituto comprensivo Vernole

IISS Moccia di Nardò.

Continua a Leggere

Attualità

Ufficiali, Cavalieri e Onorificenze al Merito

Domani la consegna delle Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica italiana” e degli attestati di Benemerenza al Merito Civile conferiti dal Ministro dell’Interno a Francesco e Federico Morelli per il gesto di coraggio compiuto il 18 ottobre 2011 nel salvataggio in mare del pilota di un ultraleggero dopo un ammaraggio di emergenza a Torre Chianca

Pubblicato

il

Domani dalle ore 17,30 nell’Auditorium del Museo Sigismondo Castromediano di Lecce, si terrà la consegna delle Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica italiana” conferite dal Presidente della Repubblica a salentini, nonché la consegna di attestati di Benemerenza al Merito Civile conferiti dal Ministro dell’Interno a Francesco e Federico Morelli (rispettivamente padre e figlio all’epoca dei fatti appena 14enne) che si sono distinti per il gesto di coraggio compiuto il 18 ottobre 2011 nel salvataggio  in mare del pilota di un ultraleggero dopo un ammaraggio di emergenza in località Torre Chianca.

La cerimonia, promossa dal Prefetto della Provincia di Lecce Maria Teresa Cucinotta, prevede la partecipazione delle istituzioni della provincia e dei sindaci dei comuni di residenza degli insigniti.

Gli studenti del Conservatorio di Musica “Tito Schipa ” di Lecce arricchiranno la manifestazione con l’esecuzione di brani musicali per violino e chitarra.

Onorificenze all’Ordine del Merito

Le onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana sono conferite dal Presidente della Repubblica ed attestano le benemerenze acquisite per meriti personali nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

Le proposte per il conferimento delle Onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana vengono curate dal Prefetto della Provincia di residenza, che ne predispone l’istruttoria, fornendo il proprio parere in relazione al grado onorifico da conferire, sia su richiesta della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sia di  propria iniziativa.

L’Ordine è suddiviso nei seguenti gradi onorifici: Cavaliere di Gran Croce, Grande Ufficiale, Commendatore, Ufficiale, Cavaliere.

Di norma non si possono conferire onorificenze in favore di cittadini italiani che non abbiano compiuto il 35° anno di età, ad eccezione di particolari motivi che ne giustifichino la concessione.

Tra una onorificenza e l’altra di grado superiore occorre, di norma, una permanenza di almeno tre anni.

Riceveranno il grado onorifico di Ufficiale

  • il Maggiore Antonio Petrachi (deceduto, ritirerà l’onorificenza il figlio Massimiliano) di Lecce, ex Comandante del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo del Comando Gruppo Carabinieri di Bari;
  • il Maggiore Salvatore Antonio Martire Capasa, di Cavallino, ex Maggiore dell’Esercito presso la Scuola di Cavalleria di Lecce

I diplomi di Cavaliere

  • Teresa Chianella di Gallipoli, presidente della Commissione Pari Opportunità di Bari;
  • Pierpaolo Mano, di Lecce, ex Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Brindisi ed ora in servizio presso il Comando Generale del Corpo;
  • Col.Gabriele Ventura, di Lecce, Comandante della Sezione Anticrimine dei Carabinieri di Lecce;
  • Capitano Cosimo Errico, di Casarano, ex Comandante della Compagnia Carabinieri di Casarano, attualmente comandante del Nucleo Investigativo del reparto operativo del Comando provinciale di Grosseto;
  • Ten. Daniele Cocciolo di Squinzano, Comandante del Nucleo Operativo Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Brindisi;
  • Capitano di Vascello Mario De Rosa, di Lecce, Capo Ufficio presso Stato Maggiore Marina Militare di Roma;
  • Michele Giannachi, di Corigliano d’Otranto, Maresciallo Capo dell’Arma dei Carabinieri addetto alla Stazione Carabinieri di Nociglia;
  • Giovanni De Giovanni, di Lecce, ex funzionario azeindale e autore di testi teatrali;
  • Antonio Manni, di Castro, Maresciallo Maggiore dell’Arma dei Carabinieri in servizio presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri;
  • Benito D’Angelo, di Lecce, ex Sottufficiale dei Carabinieri;
  • Daniele Merico, di Matino, Brigadiere Capo dei Carabinieri presso Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Casarano;
  • Antonio Panico, di Galatina, Maresciallo maggiore dei Carabinieri in servizio presso il Nucleo Operatico Ecologico di Lecce;
  • Daniele Girolamo Tedesco, di Casarano, ex Luogotenente con cariche speciali dell’Arma dei Carabinieri;
  • Alessandro Tricarico, di Sannicola, Appuntato Scelto con Qualifiche Speciali dell’Arma dei Carabinieri presso il Comando Provinciale di Lecce;
  • Giovanni Vigliotti, di Parabita, Appuntato Scelto dei Carabinieri in servizio presso Compagnia di Casarano;
  • Vincenzo Renna, di Squinzano, ex Commissario della Polizia di Stato;
  • Rocco Ria, di Surbo, ex Sovrintendente del Capo della polizia di Stato presso la Questura di Lecce;
  • Giuseppe Ciardo, di Gagliano del Capo, Luogotenente della Guardia di Finanza presso la Tenenza di Tricase;
  • Stefano Donadeo, di Spongano, Appuntato Scelto della Guardia di Finanza della Compagnia di Otranto;
  • Fernando Ferilli, di Casarano, Vice Brigadiere Compagnia Guardia di Finanza di Gallipoli;
  • Luigi Renis, di San Donato di Lecce, ex Luogotenente dell’Aeronautica Militare dello Stato Maggiore della Difesa – Reparto Informazione e Sicurezza del Centro Interforze di Lecce;
  • Giovanni Nuzzo, di Minervino di Lecce, ex Sottufficiale dell’Esercito, Comando Brigata Genio di Udine;
  • Marcella Rucco, di Lecce, ex Provveditore agli Studi di Lecce;
  • Ferdinando Valentino, di Copertino, ex Direttore del Servizio di immunoematologia e medicina trasfusionale dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce;
  • Vincenzo Mosca, di Trepuzzi, ex Sovrintendente della Polizia di Stato presso la Questura di Lecce;
  • Gioconda Paola Casto, di Salve, vice presidente Commissione Pari Opportunità di Salve ed imprenditrice nel settore utristico;
  • Arturo Imperio, di Lecce, ex Direttore Tributario dell’Agenzia delle Entrate di Lecce;
  • Marco Imperio, di Lecce, revisore legale, imprenditore informatico;
  • Aldo Sacquegna, di Lecce, artigiano presso sartoria Ditta Lord di Lecce;
  • Maria Stampete, di Castrignano de’ Greci, maestra di merletto al tombolo della tradizione canturina;
  • Donato Maggiulli, di Galugnano (San Donato di Lecce), collaboratore amministrativo contabile del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.
Continua a Leggere

Attualità

Maltempo: appena 900mila euro per i paesi salentini colpiti

Il Consiglio dei Ministri corregge al ribasso i 2 milioni previsti. Tra i beneficiari Gallipoli, Porto Cesareo, Taviano, Nardò, Calimera, Ruffano e Corigliano

Pubblicato

il

Il Ministro Boccia, nella sua visita in Salento, aveva parlato di due milioni, saranno invece appena 900mila gli euro destinati ai paesi salentini devastati dal ciclone mediterraneo di fine novembre

Previsto un primo stanziamento di 100 milioni di euro con i fondi divisi nel seguente modo: Abruzzo 1.685.410,82 euro; Basilicata 48.977,78 euro; Calabria 666.163,21 euro; Campania 2.357.094,62 euro; Emilia Romagna 24.438.027,72 euro; Friuli Venezia Giulia 932.628,50 euro; Liguria 39.950.673,95 euro; Marche 156.786,97 euro; Piemonte 19.634.880,93 euro; Puglia 897.848,95 euro; Toscana 5.294.037,86 euro; Veneto 3.937.468,69 euro.

Tra i 60 comuni pugliesi beneficiari delle risorse anche Gallipoli, Porto Cesareo, Taviano, Nardò, Calimera, Ruffano e Corigliano d’Otranto.

Successivamente saranno stanziate ulteriori risorse per l’attivazione di prime misure economiche di immediato sostegno al tessuto economico e sociale e alla ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus