Connect with us

Gallipoli

Gallipoli: acquisti e polemiche aspettando il Cesena

Acquistati l’attaccante nigeriano Eliakwu ed il portiere argentino Garavano. Intanto il sindaco di Gallipoli Giuseppe Venneri replica alle accuse del tifo organizzato: “Chi pensa di ottenere qualcosa con le minacce ha fatto male conti”

Pubblicato

il

Il Gallipoli Calcio comunica di aver perfezionato, nella giornata di oggi, l’acquisizione delle prestazioni sportive dei calciatori Isah Abdulahi Eliakwu e Matias Garavano

Isah Abdulahi Eliakwu, attaccante, nigeriano, benché molto giovane, vanta un curriculum di tutto rispetto nei campionati professionistici italiani.

Prelevato nel 2001, giovanissimo, in Nigeria dalla Reggiana, l’anno successivo fu acquistato dall’Inter, dove ha fatto tutta la trafila in nerazzurro, riuscendo anche ad esordire con la prima squadra in Coppa Italia.

Dal 2004 al 2009 ha giocato con Ascoli (2004/05), Triestina (2005/2006), Spezia (2006/2007), nuovamente Triestina (2007/2009). Ha firmato con il Gallipoli per 1 anno.

Matias Garavano, portiere, argentino, classe 1984, proviene dal club spagnolo del Merida. Ha firmato anch’egli per 1 anno.

Intanto il Sindaco Venneri replica velenoso alle accuse del tifo organizzato in vista della partita di sabato con il Cesena: “Chi pensa di ottenere qualcosa dall’Amministrazione Comunale con le minacce ha fatto male i suoi conti e non ha capito che l’arroganza e la supponenza da sempre si ritorcono contro chi li usa”. Così il sindaco Giuseppe Venneri replica alle dichiarazioni rese a mezzo stampa da Giorgio Della Ducata, in rappresentanza del tifo organizzato. “Al signor Della Ducata – continua il primo cittadino – che si diletta ogni tanto a parlare del sottoscritto, quasi sempre senza cognizione di causa, piace trovare spunti per sottolineare alla minima occasione l’inefficienza dell’esecutivo civico. Se moderasse tale inusitata foga, eviterebbe di creare seri danni alla tifoseria che dice di rappresentare”.

Il riferimento del sindaco va alla disponibilità dei pullman per la gara che questo sabato, allo stadio di Lecce, vedrà il Gallipoli fronteggiare il Cesena. In una dichiarazione resa pubblicamente prima delle esternazioni del capo-ultras (che lamentava l’inerzia, su tale questione, dell’esecutivo locale), il primo cittadino aveva rassicurato sulla disponibilità di pullman per i tifosi con cui raggiungere Lecce, previa richiesta – visto che il Comune agisce per atti formali – cosa che per altro l’Amministrazione Comunale sta facendo a vantaggio della squadra.

“Il presidente D’Odorico – ha spiegato – mi ha fatto una garbata richiesta e stiamo mettendo a disposizione il pullman che porterà mister Giannini e la prima squadra da Gallipoli a Lecce. Lo stesso avrei fatto con i tifosi, come avevo già dichiarato in questi giorni e come ho fatto del resto lo scorso anno, ma se si pensa che il sottoscritto agisca dietro la minaccia di una contestazione, come ho letto, si è fatto un clamoroso autogol. Sono proprio questi toni così saccenti e queste accuse strumentali a farmi fare un passo indietro e a disimpegnarmi totalmente.

I tifosi hanno solo da perdere a farsi rappresentare da chi cerca lo scontro continuo, da chi sa solo bacchettare e giudicare senza trovare punti di dialogo e collaborazione, che quest’Amministrazione per altro non ha mai rifiutato. La dimostrazione lampante di come una frangia di tifosi, per fortuna sparuta, sia abituata a ragionare – ha detto ancora il primo cittadino – la si è avuta con l’ignobile e vile contestazione messa in scena contro l’onorevole Barba, vale a dire l’artefice del miracolo B, il presidente che ha portato la squadra dal dilettantismo ad un palcoscenico prestigioso impiegando competenza, passione e risorse economiche. Una brutta pagina, che non può essere cancellata da scuse posticce ma che è sintomatica di una filosofia di comportamento, che tutti hanno potuto giudicare”.

Il sindaco affronta anche la questione-stadio. “Siamo tutti bravi – ha chiarito – a sostenere che ci vuole uno stadio nuovo e che il “Bianco” non è idoneo per la B. A chi parla oggi, con disprezzo e supponenza, di “pollaio” ricordo che nel 2003 è stata l’Amministrazione Venneri a garantire le opere strutturali, in primis il sintetico, per consentire al nostro campo di sostenere i campionati professionistici, sino alla C1. La realizzazione di un nuovo stadio richiede esborsi milionari, che il bilancio di una città come Gallipoli non può sostenere se non indebitandosi per almeno 20 anni o, in alternativa, facendo aumentare vertiginosamente tutte le imposte comunali. Non credo che sia questo il volere della città e visto che il sottoscritto agisce nell’interesse collettivo e non per assecondare gli umori di singoli gruppi, la risposta è presto data. Da parte nostra continuiamo a valutare soluzioni differenti per la realizzazione dello stadio, che tuttavia si stanno rivelando improduttive”.

Aradeo

Controlli serrati sul litorale ionico: denunce e un arresto

Droga, furti e inosservanza di norme: carabinieri in azione da Nardò in giù

Pubblicato

il

Su tutto il litorale ionico, dalla “Città Bella” e fino a Nardò, Sannicola e Galatone, i Carabinieri della Compagnia di Gallipoli hanno attuato una massiccia intensificazione dei controlli finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, con particolare attenzione ai furti in spiaggia e, soprattutto, al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, specialmente nei pressi delle discoteche e locali di intrattenimento pubblico.

Dopo i primi due fine settimana del mese di agosto, ben 17 sono i soggetti segnalati alle competenti Prefetture per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti, soprattutto hashish e marijuana e, in due casi, anche cocaina.

Allerta ai reati contro il patrimonio: nel corso del fine settimana i militari dell’Aliquota Radiomobile, in località Baia Verde, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di furto, nello specifico un ladro di telefoni cellulari sulle spiagge, fenomeno tipicamente estivo.

Si tratta di ALI Njae, gambiano classe ’97, già noto alle Forze dell’Ordine.

Il predetto come appurato dai Carabinieri si era appropriato dello zaino di un turista, per darsi successivamente alla fuga. Ne è scaturito uno repentino inseguimento a piedi, degno di un film d’azione, dove il Brigadiere Capo Equipaggio della pattuglia, ha avuto la meglio sull’atletismo del ragazzo, rinvenendo la borsa poi restituita alla vittima, unitamente ad altri 4 cellulari provento di altrettanti reati della stessa specie. Il giovane è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Lecce. Sempre i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M., nel corso dei continui controlli all’interno dell’area nevralgica di Baia Verde, hanno deferito in stato di libertà un altro soggetto, F.A., campano cl.’91, perché sulla spiaggia si era impossessato di un borsello di un turista barese, con all’interno la somma contante di 500 euro, il tutto è stato rinvenuto e restituito all’avente titolo.

Sempre i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M., nel corso dei continui controlli all’interno dell’area nevralgica di Baia Verde, hanno deferito in stato di libertà un altro soggetto, F.A., campano cl.’91, perché sulla spiaggia si era impossessato di un borsello di un turista barese, con all’interno la somma contante di 500 euro, il tutto è stato rinvenuto e restituito all’avente titolo.

Ad Aradeo, invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un giovane del posto cl.’96, responsabile del furto di una borsa da donna con all’interno documenti vari e la somma di 750 euro.

A Sannicola un giovane neretino classe 2000, M.G., è stato denunciato perché trovato in possesso di un coltello lungo 22 cm.

La località Baia Verde è stata altresì interessata da approfonditi controlli di natura amministrativa, estesi in particolare sui venditori di cibo e bevande e friggitorie ivi presenti: un bar è stato pesantemente sanzionato per aver somministrato bevande alcoliche ad un minore di anni 18.

Altri due venditori di panini sono stati sanzionanti rispettivamente il primo per aver esercitato la somministrazione di bevande in forma fissa anziché itinerante come previsto dalla licenza e il secondo per aver abusivamente occupato con tavolini e sedie una porzione di area demaniale superiore a quella concessa da licenza.

Infine non sono mancati controlli alla circolazione stradale: nella fattispecie sono due le denunce per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche. Due uomini, uno di Supersano, M.A. cl.’64 e uno del Modenese, M.D. cl.’84, sono stati deferiti a piede libero per un tasso rispettivamente del 2,05 e 1,33 G/L, con conseguente ritiro patenti e sequestro veicoli.


Continua a Leggere

Andrano

Notte di San Lorenzo: pioggia di chiamate al 118

Decine di casi di abuso di alcol accertato, trasportati in ospedale in 19

Pubblicato

il

La notte di San Lorenzo è uno degli appuntamenti più attesi dell’anno per ritrovarsi e trascorrere una nottata in compagnia. Quella 2019 ha coinciso anche con il weekend, essendo la nottata tra sabato e domenica, ed ha visto migliaia di persone spostarsi lungo la penisola salentina, non solo in direzione mare.
Lo testimoniano i numeri: gli interventi di soccorso nella notte appena trascorsa si sono moltiplicati. Se ne sono registrati la bellezza di 150 in tutta la provincia, di cui 35 per casi di ebbrezza.
Le persone trasportate in ospedale per abuso di alcol sono state 19. Tra questi anche 6 minorenni, dai 14 anni in su, di cui una ragazza.
Il personale sanitario del 118 ha accertato 38 casi di abuso di alcool e in tutto 19 persone sono state trasportate in ospedale. Tra questi anche anche 6 minori: 5 ragazzi dai 14 anni in su ed una ragazza.
Sono le località costiere quelle da cui sono partite più chiamate al 118. In particolar modo Gallipoli, Otranto, Porto Cesareo, Torre Lapillo e Torre San Giovanni.
Ad Andrano, Lequile e Gallipoli registrate anche delle risse. Qui, necessario l’intervento delle forze dell’ordine.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Una serata con Nino Frassica

Show ironico e coinvolgente, un viaggio musicale tra concerto e cabaret

Pubblicato

il

Evento di spicco nell’ambito di “Musica a #SudOvest”, rassegna musicale sotto le stelle dell’Antica Masseria Li Sauli di Galipoli.

Domani sera, 12 agosto, sul palco arriva uno show ironico e coinvolgente, un viaggio musicale tra concerto e cabaret, durante il quale si ricordano le canzoni più belle, i varietà tv più visti ma soprattutto si canta insieme.

Una grande festa d’estate in un luogo incantevole, con un lungo repertorio di brani reinterpretati da uno dei più grandi rappresentanti della comicità italiana: Nino Frassica, accompagnato da Los Plaggers Band.
I Los Plaggers sono una band formata da sei musicisti; il nome Plaggers è una fusione tra Platters e plagio. Lo show è un originalissimo e coinvolgente viaggio musicale per oltre due ore di concertocabaret. Una grande festa, un’operazione di memoria musicale con un repertorio formato da oltre cento brani rivisti e corretti, in cui canzoni famosissime, pur mantenendo la propria identità, sono tagliate e ricucite alla maniera di Frassica.

Verranno presentati brani come “Cacao Meravigliao”, “Grazie dei Fiori bis” o come “Viva la mamma col pomodoro” al quale verranno aggiunti “Viva la pappa col pomodoro”, ma anche “Mamma mia dammi cento lire” e sigle d’altri tempi come “Portobello” o le musichette della pubblicità; e ancora “Campagna” diventa “Voglio andare a vivere con i cugini di campagna”, e poi “Siamo donne” che si conclude con “Donna a Surriento”, “Neri per sempre”, “Tuca tuca”.

Ingresso con biglietto, prevendite allo 0833.201536 – 347.3275205

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus